Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Dichiarazione del Segretario Generale Claudio Donati sulle nuove regole per la ricostituzione dell’albo

La novità contenuta nel DL 10/9/2021 n° 121 presenta le caratteristiche del classico blitz ferragostano che niente ha a che fare con l’esigenza di riformare la rappresentanza nel settore. Introdotta con modalità carbonare, all’insaputa delle Associazioni dell’autotrasporto – non so se di tutte-, già per questo sarebbe inaccettabile. Tuttavia, l’aspetto di maggiore pericolosità riguarda la logica che la norma sottende, che è quella di condizionare la titolarità della rappresentanza dell’Autotrasporto attraverso soggetti (le Confederazioni) portatori di interessi diversi, quando non conflittuali, rispetto a quelli dei Trasportatori.

Dal punto di vista pratico, mi pare che la cosa somigli molto al tentativo di rimettere il dentifricio nel tubetto, una volta uscito: un’operazione complicata per chiunque finora ci abbia provato.

La questione, con le immancabili perturbazioni, rischia di allontanare ancora di più il mondo della rappresentanza dai problemi dei propri associati (costi minimi, tempi di pagamento, lotta alla concorrenza sleale, etc). A meno che non sia questo il vero obiettivo: mettere in soffitta le urgenze delle imprese (cioè la costruzione delle regole per uscire dalla giungla attuale), accontentandoci del piccolo cabotaggio.

Per quanto riguarda Assotir, come è evidente, noi siamo del tutto contrari e, dunque, assumeremo ogni iniziativa utile per difendere l’autonomia dell’Autotrasporto, in coerenza con l’obiettivo di dare a questa categoria uguale dignità delle altre componenti imprenditoriali, che è il motivo per cui esiste Assotir.

La riforma della rappresentanza del settore è un problema reale, che merita un confronto serio, alla luce del sole, con il pieno coinvolgimento dei diretti interessati, cioè i Trasportatori.

È vero che le nostre imprese lavorano per conto terzi, ma questo fatto non autorizza nessuno a pensare che siano disposte a cedere la loro rappresentanza associativa ai propri clienti.

Ultima modifica il Martedì, 14 Settembre 2021 12:13

Contatti


Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook



INFORMATIVA PRIVACY

Termini e condizioni d'utilizzo

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.