Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

D.P.C.M. del 14/01/2021: Regioni inserite nelle Aree di rischio in base ai nuovi criteri del C.T.S.. Cosa si può e cosa non si può fare

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.11 del 15 gennaio 2021 (S.O. n.2) il nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2021, le cui disposizioni sono efficaci dal 16 gennaio u.s e lo resteranno fino al 5 marzo 2021 (salvo i diversi termini specifici previsti nell’articolato).

Il D.P.C.M fa seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n.10 del 14 Gennaio u.s) del decreto legge n. 2 del 14 gennaio u.s, che, sulla base della proroga dello stato di emergenza al 30 aprile 2021 deliberata dal Consiglio dei Ministri, differisce a tale data il termine entro il quale potranno essere adottate o reiterate le misure finalizzate alla prevenzione del contagio ai sensi del decreto-legge n. 19/2020 convertito, con modificazioni, con la Legge  22-05-20 n.  35 e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, convertito con la legge 14 luglio 2020, n. 74.

In base al D.P.C.M. continua a valere, sull’intero territorio nazionale, il divieto generale di spostamento dalle ore 22:00 fino alle ore 5:00 del giorno successivo, salvo che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero per motivi di salute (comma 3).

Il territorio italiano, inoltre, in base a tutta una serie di parametri indicati dal Comitato Tecnico Scientifico Nazionale al Ministro della Sanità e da questo trasposti in specifica Ordinanza, saranno ripartite in quattro zone, le già note AREE ROSSE, AREE ARANCIONE e AREEE GIALLE, cui si affiancano ora le nuove AREEE BIANCHE, ovvero quelle in cui si manifesti una incidenza settimanale dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100mila abitanti.

 

È bene specificare che nessuna Regione, allo stato attuale, rientra nei parametri sopraindicati e quindi la Area Bianca resta, per ora, una semplice enunciazione teorica.

Ove vi fossero le condizioni per inserire qualche Regione in tali Zone Bianche, in quei territori le misure di sospensione o di divieto di esercizio di attività sopra indicate non si applicherebbero. In tali aree le attività saranno disciplinate dai protocolli e linee guida allegati al provvedimento, concernenti i settori di riferimento o, in difetto, settori analoghi.

In base alle Ordinanze del Ministro della salute dell'8 e del 16 gennaio 2021, sono attualmente ricomprese:

AREA GIALLA:              Basilicata, Campania, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Toscana;    

AREA ARANCIONE:    Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle d’Aosta, Veneto;

AREA ROSSA:               Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Sicilia

Per meglio illustrare cosa si possa e cosa non si possa fare nelle diverse Zone, pubblichiamo una tabella riepilogativa

Ultima modifica il Domenica, 31 Gennaio 2021 14:32

Contatti


Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook



INFORMATIVA PRIVACY

Termini e condizioni d'utilizzo

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.