Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Assotir scrive al Presidente Conte in merito alla chiusura delle aree di ristoro per i trasportatori: “Trovare soluzione ragionevole per evitare di innescare ulteriori tensioni nel settore”

Nella mattinata di martedì 10 novembre 2020, stante il perdurare della situazione di disagio in cui si trovano ad operare i Trasportatori, a seguito delle disposizioni contenute nel DPCM 3.11.2020, che stabiliscono la chiusura, con differenti gradazioni di orario, in base alla localizzazione geografica, di tutti gli esercizi pubblici, compresi bar, ristoranti ed aree di ristoro, escludendo da tale divieto soltanto quelle attività insediate lungo la rete autostradale, Assotir, nella persona del Segretario Generale, Claudio Donati, ha scritto una lettera aperta al Presidente del Consiglio Conte affinché si possa trovare una soluzione a questa vicenda tuttora irrisolta.

Come sottolineato nella missiva, la situazione che si è venuta a delineare “costituisce un problema molto significativo per gli operatori dell’autotrasporto, i quali, per definizione, operano “fuori sede”, rendendo loro arduo persino l’espletamento delle più elementari necessità fisiologiche, dalle ore 18,00 in poi e, nelle aree rosse ed arancioni, addirittura per l’intera giornata”.

Tanto più perché “le richieste di estendere l’accesso per i trasportatori a strutture di ristoro sulle principali arterie di valenza nazionale, avanzate dalle rappresentanze del settore (come riportato su una nostra precedente news), sono state disattese, laddove, altri Paesi (Francia e Germania, ad esempio) hanno, comunque, dato risposte al problema”.

L’auspicio ed il monito di Assotir è che “attraverso la Sua personale sensibilizzazione [Presidente Conte (n.d.r.)], possa trovarsi una soluzione ragionevole ad una questione che, ove non risolta, rischia di innescare ulteriori tensioni tra chi si trova a svolgere la propria attività professionale in condizioni ben al di sotto del limite di accettabilità”.

In allegato è possibile scaricare il testo completo della missiva

 

Ultima modifica il Martedì, 10 Novembre 2020 12:32

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008


Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook



INFORMATIVA PRIVACY

Termini e condizioni d'utilizzo

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.