Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Il nuovo D.P.C.M. del Governo divide l'Italia in tre zone con diversi livelli di obblighi e di chiusure.

E' stato pubblicato sulla G.U. del 04/11/20 il testo del nuovo D.P.C.M. 03/11/20, con cui il Governo, a far data dal 06/11/2020, divide l'Italia in 3 zone territoriali - la "gialla", l'"arancione" e la "rossa" - cui corrispondono diversi livelli di chiusure delle attività e di impedimenti agli spostamenti dei cittadini, oltre che diversi obblighi perresidenti, imprese, amministrazioni pubbliche e isituzioni scolastiche.

Il Governo parte dal presupposto che nessuna parte del teritorio nazionale sia indenne dalla pandemia ( per questo non vi sono zone "verdi") e, con il nuovo D.P.C.M., detta disposizioni generali valevoli per tutto il Paese, ma poi, sulla scorta delle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico e in contraddittorio con le Regioni, definisce specifiche prescrizioni per le aree a maggiore rischio, non solo per la diffusione del contagio, ma anche per la maggiore o minore pressione che ciò determina sulle strutture sanitarie.

La individuazione delle regioni da ricompendere nelle diverse fasce ha, ovviamente, fatto esplodere numerose proteste, sia da chi non comprende il proprio inserimento nelle zone "rosse" sia da chi non comprende perchè l'intero Paese non sia stato dichiarato tale. Ma si tratta di comprensibili diverse vedute intorno ad un problema che sta vedendo l'intera Europa adottare misure drastiche, spesso addirittura più drastiche di quelle scelte dal Governo italiano.

Restano ovviamnte ferme le possibilità, per le imprese di autotrasporto e di logistica di continuare - nel rispetto rigoroso del Protocollo condiviso tra Associazioni e Gverno già sin dalla prima fase della pandemia - il proprio lavoro al servizio della comunità.

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 06 Novembre 2020 13:41

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008


Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook



INFORMATIVA PRIVACY

Termini e condizioni d'utilizzo

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.