Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Foggia: in vista dell’imminente avvio della campagna di raccolta del pomodoro, Assotir scrive al Prefetto Mariani per contrastare il fenomeno dei trasportatori abusivi

trasporto pomodoriNella giornata del 10 giugno scorso è stata presentata alla Prefettura di Foggia una lettera, sottoscritta dai rappresentanti della locale sede di Assotir, al fine di poter ottenere un incontro con il Prefetto, Dr. Massimo Mariani, per poter discutere sul fenomeno dell’abusivismo imperante nella zona, che, come ogni anno, danneggia l'attività di tutti gli autotrasporatori che lavorano nella legalità e che riguarda il trasporto del pomodoro dal momento della raccolta nei campi fino allo scarico degli stessi nelle industrie conserviere.

Nella lettera sottoscritta dal Presidente Assotir di Foggia, Giuseppe Camillo, e dal Coordinatore Puglia, Dr. Corrado Rodio, si è denunciato alla autorità prefettizia lo stato di assoluta illegalità che si è venuto a determinare negli ultimi anni nella provincia di Foggia, contraddistinta non soltanto dal trasporto abusivo del pomodoro ma anche dai fenomeni del caporalato e dallo sfruttamento della mano d’opera; fenomeni questi che gravano e si ripercuotono di molto sulle tasche degli autotrasportatori regolari.

In particolare, la concorrenza sleale generata dagli abusivi ha generato una serie di effetti sulle attività di trasporto delle imprese foggiane sane che, scendendo più nel dettaglio, si possono riassumere in due aspetti:

  • Il trasporto di pomodoro avviene sempre superando la portata massima a pieno carico dei camion, garantendo così una maggiore remunerazione per ogni trasporto abusivo effettuato e producendo al contempo un sensibile abbassamento delle tariffe e dei livelli di sicurezza stradale;
  • L’assenza di costi fissi per le imprese abusive (mezzi privi di revisione, di assicurazione ecc..), unita al trasporto oltre portata, consente notevole risparmi alle industrie conserviere.

Assotir Foggia, quindi, ha voluto chiedere un incontro a Mariani, in vista dell’ormai imminente avvio della campagna di  raccolta del pomodoro, al fine di poter fare intervenire direttamente la Prefettura e disinnescare, sul nascere, i fenomeni di concorrenza sleale sopracitati cercando, magari, una sinergia con le forze della Polizia Stradale e della Guardia di Finanza.

Assotir non vuole lasciare soli al proprio destino gli autotrasportatori foggiani regolari ma anzi ha tutta la grinta e l’intenzione a far sì che, in questa dura e complessa battaglia, debbano essere proprio loro a giocare un ruolo da protagonisti.

 

Ultima modifica il Martedì, 12 Giugno 2018 18:24

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution