Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Gela, Assotir scrive al Presidente della Regione Sicilia Musumeci per sollecitare la realizzazione di un hub per la produzione di GNL

hub gelaIl progetto è ambizioso e la volontà di realizzarlo non manca: questo è lo scenario che si sta sviluppando a Gela per la realizzazione di un hub relativo alla produzione di GNL (Gas Naturale Liquefatto) che, a causa delle mancate prese di posizione di Eni, però, rischia seriamente di arenarsi, nonostante sulla questione si siano riuniti più e più tavoli istituzionali.

Ecco perché, proprio per evitare possibili scenari negativi, Assotir Sicilia, nella persona del Vicepresidente nazionale, Prof. Giuseppe Bulla, ha scritto ufficialmente al Presidente della Regione, Nello Musumeci, affinché, dopo il Comune di Gela, si mobiliti anche la Regione stessa per sbloccare una situazione di empasse totale.

Nella missiva Bulla va dritto al cuore del problema: ”Abbiamo comunicato che condividiamo la richiesta avanzata dal sindaco di Gela sollecitando anche i Ministeri dello Sviluppo Economico, dei Trasporti, al fine di addivenire quanto prima alla realizzazione di un’infrastruttura per la produzione industriale, lo stoccaggio e la distribuzione di gas naturale liquefatto, nell’area dell’ex raffineria di Gela, esprimendo la disponibilità a prendervene parte”.

La Regione sembra, quindi, aver accolto la richiesta di Assotir, dimostrandosi disponibile a sedersi ad un ulteriore tavolo di discussione con tutti i soggetti interessati per sbloccare una questione che, come scritto da Bulla nella lettera, “potrebbe essere la chiave di svolta per lo sviluppo della rete distributiva del metano per autotrazione non solo sul territorio regionale, ma anche a livello nazionale e faciliterebbe, quindi, il raggiungimento degli obiettivi per la realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi previsti dalla Direttiva 2014/94/UE.

E dopo la proposta di alcuni imprenditori gelesi di farsi eventualmente carico della costruzione dell’hub in questione, la palla non può che passare solamente ad Eni che dovrebbe chiarire se partecipare all’investimento infrastrutturale o continuare a fare, come fatto fino ad ora, solo orecchie da mercante.

Ultima modifica il Martedì, 30 Gennaio 2018 10:48

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution