Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Foggia: Assotir Puglia scrive al nuovo Prefetto per combattere l’abusivismo nella raccolta dei pomodori e sostenere le ragioni degli autotrasportatori locali

ASSOTIR LOGO 2017Con una lettera indirizzata al nuovo Prefetto di Foggia, il coordinatore Puglia di Assotir, Dr. Corrado Rodio, ha denunciato con forza la situazione di pesante illegalità che imperversa nella zona, in riferimento al trasporto dei pomodori, dai campi alle industrie conserviere, attraverso il ricorso ad autotrasportatori abusivi.

Questo grave fenomeno – scrive Rodio nella sua missiva – rappresenta un bacino di coltura di forte illegalità, una vera e propria fonte di approvvigionamento di risorse finanziarie occulte, non tracciate né tracciabili a esclusivo beneficio della criminalità locale”.

Tralasciando problematiche più generali che riguardano l’attività di raccolta delle colture (su tutte ordine pubblico e caporalato), l’abusivismo perdurante nella provincia di Foggia, nel settore del trasporto del pomodoro, ha prodotto e produce effetti eclatanti per le imprese regolarmente autorizzate ad eseguirlo.

Gli autotrasportatori in regola, infatti, si ritrovano a dover fronteggiare fenomeni di concorrenza sleale posti in essere dagli abusivi attraverso le forme più disparate: mediante mezzi privi di revisione e/o di assicurazione, con costi quasi assenti sulla manutenzione dei veicoli, mediante l'utilizzo di camion che trasportano quantità di merce superiori alla loro portata massima, garantendo in questo modo un sensibile abbassamento delle tariffe e permettendo, al contempo, alle industrie conserviere di ottenere notevoli risparmi.

Assotir Puglia, di fronte a tale situazione, ha chiesto al Prefetto di Foggia di attuare misure efficaci di controllo e di repressione del fenomeno in questione mediante controlli più serrati da parte delle Forze di Polizia (principalmente Polizia Stradale e Guardia di Finanza) nelle aree contigue ai conservifici dove i camion, abusivi e regolari, sostano per ore in attesa dello scarico dei pomodori, con l’obiettivo finale di tutelare le imprese che cercano e vogliono lavorare nel rispetto delle legalità.

Ultima modifica il Martedì, 12 Settembre 2017 09:48

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution