Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

AUSTRIA: dal 1 gennaio obbligo di mostrare, con un apposito contrassegno, il livello di inquinamento dei motori dei mezzi pesanti

Austria contrassegni per webI contrassegni identificano con colori diversi i diversi livelli di inquinamento dei veicoli su cui sono esposti: il rosso indica gli Euro 2, il giallo agli Euro 3, il verde agli Euro 4, l’azzurro agli Euro 5 e il viola agli Euro 6. La sanzione prevista per la mancanza esposizione del contrassegno ammonta a 2.180 euro.

E' partito dal 1° gennaio 2015, per i mezzi pesanti in transito nei Länder di Vienna e della parte orientale della Bassa Austria, l'obbligo, di esporre sul parabrezza il contrassegno che individua la classe di inquinamento del veicolo.

Si tratta di zone che lea legge austraiaca individua come ecologicamente delicate ed impegnate in una iniziativa di risanamernto ambientale. Non a caso in esse è vietata, sin  dal 1° luglio 2008, la circolazione di tutti gli autocarri (classe “N”) di tipo Euro0; il divieto è stato poi esteso dal 1° luglio 2014 ai veicoli Euro1 e dal 1° gennaio 2016 esso riguarderà anche i veicoli Euro2.

La sanzione prevista per la mancanza esposizione del contrassegno ammonta a 2.180 euro.

I contrassegni identificano con colori diversi i diversi livelli di inquinamento dei veicoli su cui sono esposti: il rosso indica gli Euro 2, il giallo agli Euro 3, il verde agli Euro 4, l’azzurro agli Euro 5 e il viola agli Euro 6. 

Il provvedimento riguarda il transito anche sui tratti autostradali o di superstrada inclusi nel territorio della Sanierungsgebiet, e quindi:

  • la parte terminale della A/2 Südautobahn (che proviene dal confine italiano-Villaco-Graz), la S1 Wiener Außerring Schnellstraße (che collega la A/2 con la A/4, Vösendorf-Schwechat, in direzione della Repubblica Slovacca e dell’Ungheria);
  • la A/4 Ostautobahn (in direzione Budapest e Bratislava), oltre alle A/22 ed A/23.

I contrassegni si possono acquistare presso gli uffici dei locali Automobil Club - Öamtc e Arbo, e le officine di revisione periodica e i punti del Tüv Austria.

Peraltro questa non è la prima limitazione che l'Austria impone per motivi ecologici ad alcune particolari motorizzazioni: anche in Stiria, nelle zone classificate “Feinstaubsanierungsgebieten” vige il divieto di circolazione degli autocarri di classe Euro 0/1/2 con p.t.t. superiore a 7,5 t.  (compresi tratti delle autostrada A/2 ed A/9), mentre in Tirolo sull’autostrada A/12 vige un analogo divieto di transito per autotreni ed autoarticolati  Euro 0, Euro1 ed Euro2 e per veicoli isolati di tipo Euro 0 ed Euro1.

 


[File allegato] Allegato - 1 - Carta della zona di Vienna in cui è obbligatoiio esporre il contrassegno

 

Ultima modifica il Lunedì, 20 Aprile 2015 12:34

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution