Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Ritardi nel rilascio delle carte tachigrafiche: non si applicano sanzioni se il conduce esibisce la ricevuta e annota correttamente le attività svolte

Il Ministero dell’Interno, con nota del 24 marzo 2020 (scaricabile in allegato), in merito ai rallentamenti che si stanno verificando nel rilascio delle schede tachigrafiche a tutti i conducenti che ne hanno fatto richiesta (tanto per il rinnovo quinquennale che per il primo rilascio) a causa dell’emergenza nazionale da COVID-19, ha disposto che “al conducente che abbia effettuato le registrazioni manuali come previsto dall’art. 35 del Regolamento UE 165/2014 e che esibisca la ricevuta dell’istanza di rilascio o rinnovo con data successiva al 23 febbraio 2020, non dovrà essere applicata alcuna sanzione”

La nota, firmata dal Direttore Centrale della Polizia Stradale, è valida per la circolazione su tutto il territorio nazionale ed è stata già inviata a tutte le Questure, ai Compartimenti di Polizia Stradale, al Comando Generale dei Carabinieri ed a quello della Guardia di Finanza, nonché alle Prefetture, per la sua estensione a tutte le Polizie municipali e provinciali d’Italia.

Tali disposizioni non sono valide per la circolazione all’estero.

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008


Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook



INFORMATIVA PRIVACY

Termini e condizioni d'utilizzo

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution