Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Le tabelle ministeriali sono aggiornate con il prezzo medio alla pompa del gasolio rilevato dal ministero per lo Sviluppo Economico a febbraio 2014 e sono valide per i trasporti stradali in conto terzi svolti a marzo 2014
La sentenza della Corte di giustizia europea prevede la possibilità per i trasportatori di merci e di persone che abbiano acquistato gasolio in Spagna tra il 01/01/2002 e il 01/01/2013 di chiedere alle autorità spagnole il rimborso delle imposte oggi dichiarate illegittime che essi potranno dimostrare di aver pagato. Il SISTEMA ASSOTIR è a disposizione dei trasportatori italiani per avanzare le richieste di rimborso
Fino alla ricostituzione del C.C. per l'Albo Nazionale dell'Autotrasporto restano sospese le procedure con cui avrebbe dovuto avvenire il collegamento - sia in fase di somministrazione che di correzione - tra le Province e lo stesso C.C.
Crescono i controlli, ma sempre più concentrati sui veicoli e sempre meno attenti al trasporto irregolare e alla distorsione della concorrenza che esso produce. Il dato incredibile dei controlli sul cabotaggio abusivo.
In un clima per certi versi surreale, stante la situazione politica che ha portato, nel pomeriggio, alla caduta del Governo, si è svolto l’incontro tra il Sottosegretario On. Girlanda e le Associazioni di categoria, più volte rinviato. Molti gli impegni assunti, ma essi, ovviamente, andranno ridefiniti alla luce della crisi ministeriale di cui si ignora l’esito e che determinerà sicuramente modifiche alla compagine governativa, con un concreto rischio di slittamento dei termini per tutte quelle iniziative che necessitano di un impulso “politico” dei ministri e/o dei Sottosegretari.
Il differimento opera in base ai contenuti stabiliti dalla Legge di Stabilità 2014 e alle norme contenute nel D.L. 04/2014 in corso di conversione.
Nell’ incontro di venerdì scorso con l'Assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità, i dirigenti pugliesi di T.I. ASSOTIR hanno denunciato la pesante situazione in cui versa il settore. Costi minimi di sicurezza non rispettati, stretta del credito da parte delle banche che rende difficili gli stessi approvvigionamenti di gasolio, sono tra le principali cause che stanno portando alla chiusura di un comparto dell'economia pugliese che assicura lavoro a oltre 35.000 addetti.
Le tabelle ministeriali sono aggiornate con il prezzo medio alla pompa del gasolio rilevato dal ministero per lo Sviluppo Economico a gennaio 2014 e sono valide per i trasporti stradali in conto terzi svolti a febbraio 2014
Ci si augura che sia stata messa la parola fine ad una vicenda che più che alla normativa sembra assomigli alla letteratura gialla, ricca, com'è stata, di colpi di scena.

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution