Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Civitavecchia: trasportatori in piazza per dire sì a legalità e sicurezza

Si è svolta sabato 15 maggio 2021, nel piazzale della zona industriale di Civitavecchia, la manifestazione organizzata dalla locale sede territoriale di Assotir per riaccendere l’attenzione su due aspetti determinati per il settore del trasporto merci: legalità e sicurezza.

Presenti al sit-in di protesta, il Presidente della sede territoriale di Assotir Civitavecchia, Peppino Loria, e Patrizio Loffarelli, Rappresentante per la categoria al tavolo di Partenariato dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale.

Proprio Loffarelli ha spiegato alla stampa le ragioni del malcontento degli autotrasportatori: ”Siamo presenti in porto dal 1963 ed in questi anni abbiamo subito molteplici attacchi concorrenziali e oggi, con la crisi pandemica in atto, la concorrenza si è aggravata ancora di più con l’abbattimento delle soglie dei costi della legalità. Quei costi minimi, sono stati dichiarati anche dal Governo, e sono quelli che le imprese devono applicare per riuscire a sostenere almeno i costi di legalità e sicurezza come gasolio, tasse, costo del personale, manutenzione dei mezzi. A fronte di questi costi – ha proseguito Loffarelli – agli autotrasportatori sono riconosciute tariffe da fame”.  

Loffarelli ha anche ribadito che: “Non cerchiamo, come trasportatori, vie secondarie ma vogliamo andare avanti nella massima trasparenza anche perché un sistema efficiente si avvale di legalità e sicurezza e non entra in contrasto con questi aspetti”.

Presenti alla manifestazione di Assotir anche il consigliere della Lega, Antonio Giammusso, ed il Sindaco di Civitavecchia, Ernesto Tedesco, che si è detto disponibile ad attivare da subito un tavolo di confronto con la categoria onde evitare – come ricordato da Loffarelli – “che se le cose non si risolveranno e non ci saranno segnali positivi i trasportatori sono pronti ad attuare anche forme di protesta più dure”.

Di seguito riportiamo l'intervista realizzata da TRC giornale a Patrizio Loffarelli ed una piccola fotogallery dell'evento: 

 

Ultima modifica il Lunedì, 17 Maggio 2021 14:18

Contatti


Sede Nazionale

Via Villa San Giovanni, 18 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook



INFORMATIVA PRIVACY

Termini e condizioni d'utilizzo

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.