Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

A14, positivo l’incontro convocato dal Prefetto per trovare possibili soluzioni

Si è svolto nella mattinata di mercoledì 20 novembre 2019 l’incontro convocato dal Prefetto di Ascoli Piceno, Dr.ssa Rita Stentella, per discutere sui gravi problemi sollevati dalle imprese di autotrasporto, non solamente locali ma da tutte coloro che con i propri mezzi percorrono quotidianamente l’Autostrada A14, connessi alla chiusura al traffico delle corsie regolari di marcia e di emergenza, su ben 13 viadotti, predisposta da Società Autostrade a seguito dell’adozione di un decreto di sequestro preventivo adottato dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino.

All’incontro, oltre alle altre associazioni degli autotrasportatori e delle varie categorie economiche, erano presenti la Polstrada, Carabinieri, Guardia di Finanza, Anas, Società Autostrade per l’Italia, i Comuni delle aree interessate agli snodi vari e la Regione Marche; per Assotir, infine, hanno partecipato al tavolo il Presidente Provinciale di Ascoli Piceno, Paolo Balloni, il Responsabile alle Infrastrutture e Viabilità, Alessandro Manzi ed il Segretario Generale, Claudio Donati.

Durante la mattinata le Associazioni degli autotrasportatori e delle piccole e medie imprese locali hanno presentato al Prefetto un documento nel quale sono state evidenziate le criticità che il sequestro dei viadotti della A14 genera nei confronti di utenti e imprese di trasporto ma anche possibili soluzioni per tamponare, in via emergenziale, una situazione che giorno dopo giorno sta facendosi sempre più critica.

Sotto quest’ultimo aspetto è stato richiesto alla società Autostrade di considerare l’ipotesi di sospensione del pedaggio autostradale fino al ripristino del traffico su tutte le corsie disponibili, di predisporre un aggiornamento continuo sui restringimenti di corsia delle aree sottoposte a sequestro e, in collaborazione con la Polstrada, cercare di mettere i conducenti dei mezzi pesanti nelle condizioni di poter rispettare i tempi di guida e di riposo.

Partendo dal presupposto che società Autostrade sia nell’impossibilità di definire tempi certi affinché si arrivi al dissequestro dei viadotti, per quanto concerne la sospensione del pedaggio, la stessa società ha reso noto che bisognerà attendere l’esito dell’istanza presentata al MIT.

Rispetto agli altri suggerimenti avanzati dalle Associazioni, apparsi più percorribili nell’immediato, il Prefetto e le altre autorità, che hanno partecipato al tavolo, hanno dato piena disponibilità ad attuarle in maniera tale che, in questo stato di emergenza in cui verte la A14, gli utenti, le imprese e gli autotrasportatori subiscano meno disagi possibili.

Ultima modifica il Giovedì, 21 Novembre 2019 18:29

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.