Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

La Spezia, sicurezza e distanziere i temi al centro dell’assemblea di Assotir

Si è svolta lo scorso sabato, 11 maggio 2019, presso l’NH Hotel di La Spezia, l’assemblea pubblica organizzata dalla locale sede provinciale di Assotir alla quale hanno partecipato, tra gli altri, gli autotrasportatori del settore container che operano sul porto spezzino.

Per Assotir erano presenti il Presidente ed il Segretario Provinciale, Sandro Spinetta e Stefano Tognoni, il Responsabile delle Infrastrutture e Portualità, Patrizio Loffarelli, ed il Segretario Generale, Claudio Donati.

Ad aprire i lavori della mattinata è stato il Presidente Spinetta che ha voluto ringraziare i molti trasportatori presenti in sala: “Per prima cosa volevo ringraziare tutti i colleghi che, nonostante gli impegni di lavoro e personali, sono presenti stamani in questa sala. Come Assotir La Spezia siamo nati da poco ma abbiamo molte idee da mettere in campo per cercare di ridare alla nostra categoria l’importanza che deve avere nella realtà portuale di La Spezia. Il porto di La Spezia è uno dei più importanti del nostro Paese dove il lavoro, considerando anche altri contesti, non manca di certo per nessuno; ciò che manca è il giusto riconoscimento per ciò che facciamo, sia in termini economici, sia in termini di categoria. Con la costituzione di Assotir La Spezia e con questa assemblea vogliamo dire a tutti gli attori che operano nella realtà portuale spezzina, alle autorità ed alle istituzioni, che noi autotrasportatori ci siamo e vogliamo giocare un ruolo da protagonisti”.

Dopo il Presidente, a prendere la parola è stato il Segretario Provinciale Tognoni: “Per me essere qui oggi è motivo di grande soddisfazione e di arricchimento personale in quanto sono un trasportatore come voi ma non mi occupo del settore container, come la maggioranza dei presenti. Al netto di questo però posso dire che mi metto in gioco e condivido e sposo in pieno le iniziative e le battaglie che Assotir porterà avanti da qui ai prossimi mesi a La Spezia”.

Protagonista di un intervento appassionato è stato Patrizio Loffarelli, Responsabile di Assotir per le  Infrastrutture e la Portualità: ”Prima di iniziare questa riunione sono venuto a conoscenza delle tariffe da fame con le quali siete pagati per il lavoro che svolgete qui a La Spezia; tutto ciò è inaccettabile, anche in virtù del fatto che esistono soggetti che hanno il coraggio di mettere certe vergogne per iscritto.

Oggi – ha proseguito Loffarelli - sono venuto qui per portare la mia esperienza di trasportatore che opera nel porto di Civitavecchia e devo dire che anche da noi inizialmente nessuno ci vedeva. Il percorso associativo è un percorso di convinzione e costanza che paga nel lungo termine; dal momento in cui siamo riusciti a fare squadra, infatti, abbiamo aumentato la nostra credibilità come categoria e pian piano abbiamo fatto capire a tutti i soggetti coinvolti nella realtà portuale di Civitavecchia che per intraprendere qualsiasi ragionamento sul porto è necessario sentire le ragioni  anche dei trasportatori. Siamo riusciti a ripristinare il finanziamento di 300.000 euro per delle Viacard a favore degli autotrasportatori che percorrono il tratto autostradale da Santa Marinella a Civitavecchia, parliamo regolarmente con il Presidente dell’Autorità portuale essendo presenti al tavolo di partenariato mentre qua, ad esempio, non conoscete nemmeno il nome di chi vi rappresenta e quando c’è stato da bloccare il porto lo abbiamo fatto. Le attese ai terminal di La Spezia sono infinte? E allora i terminalisti devono capire che è necessario investire di più perché avendo una concessione sono tenuti a rispettare degli standard qualitativi che l’Autorità di Sistema Portuale deve ricordare loro. Per fare questo la strada è solo quella dell’unità, non ci sono altre vie”.

A spiegare ai presenti le iniziative che Assotir, sia a livello locale che nazionale, ha intenzione di intraprendere nell’immediato è stato il Segretario Donati: ”Purtroppo come dico sempre se c’è una cosa che non manca nel nostro settore sono i problemi. Come già ha detto il Presidente Spinetta anche qui a La Spezia, come del resto anche in altre realtà d’Italia, gli autotrasportatori devono capire che è giunto il momento di fare squadra, di riprendersi la giusta dignità di imprenditori. Per far questo l’Associazione diventa uno strumento fondamentale, solo l’unità della categoria può farci stare in “Serie A”, vale a dire essere riconosciuti come soggetto strategico nell’economia del porto di La Spezia e del territorio”.

Senza parlare di massimi sistemi -  ha proseguito Donati - ma andando nel concreto delle questioni, due sono i problemi che abbiamo individuato con il Comitato di Coordinamento di Assotir La Spezia: la prima riguarda il mancato aggiornamento del distanziere RTO, l’altra è il tema della sicurezza nei terminal e nelle aree retroportuali”.

Sul primo tema – ha incalzato Donati -  posso dire che è prevista una riunione a Roma, il prossimo 23 maggio, con la società che gestisce a livello nazionale il distanziere: sarà in quella occasione che avanzeremo le nostre proposte di aggiornamento del software perché è inconcepibile pensare che se un trasportatore effettua 400 km reali ed il distaniere ne segnala 350 lo stesso trasportatore debba essere pagato in virtù di ciò che stima una macchina e che per giunta non rispecchia più la realtà delle cose. Sulla seconda questione, invece, bisogna chiedere immediatamente un incontro al Prefetto che è il responsabile della sicurezza del territorio e qualora, non dovesse riceverci, anche la Prefettura dovrà sapere che siamo pronti ad intraprendere tutte le necessarie e opportune iniziative di protesta per mantenere alta l’attenzione su un tema, quello della sicurezza, sul quale non siamo disposti a scendere a compromessi con nessuno”.

Di seguito una piccola fotogallery della giornata

  

IMG 20190511 110225IMG 20190511 110308IMG 20190511 110311IMG 20190511 110401

IMG 20190511 110401IMG 20190511 120641IMG 20190511 120653IMG 20190511 120700IMG 20190511 120705IMG 20190511 120730IMG 20190511 120754

Ultima modifica il Lunedì, 13 Maggio 2019 16:51

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.