Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Divieti di Circolazione: il Consiglio di Stato riconosce alle Prefetture autonomia di giudizio...

    Venerdì, 21 Settembre 2018 17:44
  • Privacy: dal 19 settembre scorso è entrato in vigore il DLgs riguardante la protezione dei dati...

    Giovedì, 20 Settembre 2018 18:05
  • Manifestazione dei sindaci di Lazio e Abruzzo davanti al MIT: anche Assotir presente per dire...

    Mercoledì, 19 Settembre 2018 15:50
  • Distacco dei lavoratori: la Corte di Giustizia Europea emana una sentenza in merito alla validità...

    Venerdì, 14 Settembre 2018 16:19
  • Ricorsi nei casi di sospensione e revoca della patente per carenze psicofisiche: una nota del MIT...

    Venerdì, 14 Settembre 2018 13:41
  • Bando ISI 2017, pubblicati sul sito web dell’INAL gli elenchi definitivi delle domande inoltrate

    Lunedì, 10 Settembre 2018 10:53

Aumento pedaggi autostradali: Assotir invita Associazioni di categoria, operatori di settore ed Istituzioni a fare fronte comune contro l’ennesimo salasso a danno degli utenti

casello autostradale2Come ogni inizio anno che si rispetti, anche il 2018 ha “regalato” agli utenti autostradali, grazie ad un provvedimento del Ministero delle Infrastrutture  e dei Trasporti del 29 dicembre scorso, l’ennesimo rincaro sui pedaggi (attuato da ben ventuno concessionarie) con un aumento medio del 2,74% ma con dei picchi che arrivano ben oltre il 10%.

E’ il caso della Strada dei Parchi, tratto questo che collega Roma-Teramo per circa 170 km e che ha subito un aumento di quasi il 13%, scatenando, a giusto modo, il malcontento e le reazioni di tutti coloro che in autostrada trascorrono una buona parte della propria giornata lavorativa e non solo.

Non stiamo parlando solamente degli autotrasportatori ma anche di pendolari, turisti, operatori di vari settori per i quali le autostrade A24 (Roma - L’Aquila) e A25 (Pescara – Teramo) rappresentano le uniche arterie di connessione veloce con la Capitale e con l’area tirrenica del Paese.

Proprio su questo punto Roberto di Berardino, il responsabile della sede Assotir dell’Aquila ha dichiarato: ”Questi aumenti rappresentano un vero e proprio salasso per noi autotrasportatori dal momento che non si capisce perché mai dobbiamo pagare un costo che per noi risulta assolutamente non ribaltabile nei confronti della committenza, ma c’è di più; la cosiddetta Strada dei Parchi rappresenta l’unica soluzione per collegarci con il resto del Paese e per giunta, dopo quella di Milano - Serravalle, è l’autostrada più cara d’Italia. Il Governo questo aspetto lo conosce bene e per questo con gli autotrasportatori abruzzesi cerca di gonfiarsi le tasche”.

L’indignazione degli autotrasportatori e degli utenti nasce dal fatto che i rincari sui pedaggi autostradali si verificano sistematicamente tutti gli anni e crescono in maniera disomogenea e ad una velocità di molto maggiore rispetto al tasso d’inflazione che colpisce il Paese, senza dare un ritorno di efficienza dei servizi fruibili per chi l’autostrada la percorre tutti i giorni. Proprio per questo, gli aumenti dei pedaggi appaiono agli occhi di tutti come l’ennesimo schiaffo alle tasche dell’utenza interessata.

Su questo tema è intervenuto anche il Segretario Generale di Assotir, Claudio Donati, che ha spiegato:”Questi ennesimi rincari sui pedaggi autostradali appaiono del tutto scellerati. Qui non si sta affermando di non voler pagare – prosegue Donati – ma di pagare almeno per avere indietro un servizio che sia decente. Ogni volta che nevica ad esempio il numero degli spazzaneve risulta sempre insufficiente ed i primi ad essere fermati sono proprio gli autotrasportatori ai quali sono richiesti tempi di attesa molto lunghi per procedere al filtraggio dei veicoli nelle zone colpite da maltempo. Consideriamo poi che un camion che non gira, per un’azienda di autotrasporto, rappresenta in ogni caso un costo; di personale prima di tutto, ma anche per la eventuale perdita del viaggio. E durante la stagione estiva quali sarebbero gli ulteriori servizi che dovrebbero essere garantiti per “coprire” un aumento del pedaggio che arriva quasi al 13%? 

Donati ha concluso lanciando un appello:“Assotir sta dalla parte degli autotrasportatori abruzzesi e più in generale dalla parte di tutti gli utenti della Strada dei Parchi che sono stati colpiti da un aumento che più che un rincaro rappresenta un vero e proprio salasso. Da parte di Assotir chiedo alle altre Associazioni di categoria, alle Istituzioni locali (Regione, Province e comuni interessati) e a tutti gli operatori, che in qualche modo vengono colpiti dal provvedimento ministeriale, di far fronte comune e aprire un tavolo di discussione per dire no ad una situazione che ci sembra ben oltre il limite della sopportabilità”. 

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us