Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Emergenza Genova: pubblicato il D.M. con le provvidenze ai trasportatori per ristorare il costo delle deviazioni e dei maggiori percorsi

Sulla G.U. del 30/01/2019 - e sul nostro sito - si può leggere il Decreto Ministeriale ddel 24 dicembre 2018, con cui il Ministro Toninelli ha definito l'entità - e le modalità di erogazione - dei ristori ai trasportatori che, a causa del crollo del Viadotto Polcevera, hanno dovuto, per espletare i servizi loro richiesti, sottoporsi a lunghe deviazioni, sia in termini chilometrici che in termini di tempi di percorrenza, con i conseguenti maggiori costi, tanto in termini di gasoli oche di personale, oltre che a dover scontare una difficoltà di ordine logistico tale da ridurre notevolmente la produttività dei loro camion.

Considerato che dalla stima delle sole missioni che coinvolgono il nodo portuale é possibile individuare un numero di circa 500.000 unità e che dunque é ragionevole ipotizzare un numero complessivo almeno di un milione di viaggi per i quali ammettere il ristoro, per la frazione dell'anno 2018 cui é riferita la misura in parola, con la conseguente individuazione di un rimborso teorico pari a 20 euro a viaggio, oggettivamente inferiore ai maggiori oneri sopportati dagli autotrasportatori;

Per tale finalità sono previsti 20 milioni di Euro

Le tipologie di spese ammesse a ristoro riguardano:

a) le missioni di viaggio con origine e/o destinazione il Comune ed il Porto di Genova che dimostrino l'attraversamento del nodo urbano e per le quali il ristoro deriva dagli svantaggi derivanti dai percorsi aggiuntivi stradali e autostradali, ovvero dalle difficoltà logistiche dipendenti dall' attraversamento delle aree urbane e portuali di Genova;

b) le missioni di viaggio compiute nel territorio nazionale che abbiano comportato per effetto del crollo del ponte Morandi la forzata percorrenza di tratti autostradali e/o stradali aggiuntivi.

Sono in ogni caso oggetto di ristoro esclusivamente le missioni di viaggio che abbiano effettivamente comportato il trasporto di merce, ivi comprese le attività di riposizionamento dei container.

Nell'ipotesi di missioni di viaggi aventi destinazione il Comune di Genova che abbiano comportato un numero di consegne superiori a cinque, alla missione di viaggio  é   attribuito   un   coefficiente moltiplicativo pari a 1,5.

In ogni caso giornalmente non può essere riconosciuto, ai fini del ristoro dei maggiori oneri sostenuti, un numero superiore a cinque missioni di viaggio per ciascun automezzo, ivi incluse le maggiorazioni derivanti dall'applicazione del coefficiente moltiplicativo sopraindicato.

Ultima modifica il Venerdì, 01 Febbraio 2019 15:53

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.