Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Serbatoietti senza autorizzazione comunale e recupero accise: le Dogane chiudono la vicenda

    Giovedì, 19 Aprile 2018 18:24
  • Omesso versamento dei contributi. Nuova precisazione INL sui casi in cui l'"omissione rilevante"...

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 13:29
  • Costi di riferimento: il MIT pubblica quelli per aprile 2018, basati sul costo del gasolio di...

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 12:40
  • Caro-pedaggi, giovedì 19 aprile confronto tra associazioni del trasporto e parlamentari abruzzesi

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 11:51
  • Pesatura dei container: il Comandante Generale delle Capitanerie di Porto, con un decreto, detta...

    Venerdì, 13 Aprile 2018 11:16
  • UNATRAS: No alle chiusure del Brennero. Immediata pubblicazione dei valori di riferimento dei...

    Mercoledì, 11 Aprile 2018 19:04

Assotir

logoLE RADICI

"L’autotrasporto italiano è allo stremo: non possiede risorse autonome, è pesantemente indebitato con il sistema bancario, non può quindi neppure uniformarsi alle esigenze di sicurezza e di rispetto ambientale".

"All’origine della crisi c’è la politica della grande committenza, dalle imprese manifatturiere alla grande distribuzione. Essa non ha puntato sull’innovazione tecnologica e sulla ricerca scientifica, illudendosi di recuperare capacità concorrenziale limitandosi a comprimere i costi, da quello del lavoro a quello del trasporto".

"E’ giunto il tempo di portare aria nuova".

"L’autotrasporto deve recuperare il gusto dell’iniziativa nei confronti di Governo, Parlamento e committenze, affrontando questioni essenziali: la capitalizzazione delle imprese, l’associazionismo economico, la crescita dimensionale delle aziende, le politiche di filiera".

"Noi vogliamo riaprire il dibattito dimostrando che un nuovo sindacalismo in questo settore è necessario e possibile.

Così scrivevamo, annunciando la nascita, appena avvenuta, di T.I. ASSOTIR, la nuova Associazione delle Imprese di autotrasporto.

NASCE TRANSFRIGOROUTE ITALIA ASSOTIR

T.I. ASSOTIR nasce nell’ottobre 2006 dall’unione di ASSOTIR con TRANSFRIGOROUTE ITALIA.

Quest’ultima è un’Associazione professionale di grande prestigio ed esperienza nella tutela e l'assistenza alle Imprese del settore del trasporto delle merci deperibili, costituita in Italia da oltre 30 anni.

Oggi ASSOTIR è radicata in oltre 30 Province; associa oltre 3000 imprese che dispongono di 18.000 veicoli e danno lavoro ad oltre 20.000 addetti.

Nel gennaio del 2009 viene eletta Presidente Nazionale dell’Associazione Anna Vita MANIGRASSO, imprenditrice toscana, già Presidente dell'Associazione Provinciale di Grosseto.

Con l'elezione della Manigrasso, per la prima volta una grande Associazione dell'Autotrasporto viene ad essere presieduta da una donna e non si tratta, soltanto, di una novità di facciata, ma della presa d'atto delle capacità imprenditoriali e della sensibilità nuova che una donna può portare in un ambiente fin troppo caratterizzato, agli occhi dell'opinione pubblica, da vecchi pregiudizi.

IL I° CONGRESSO NAZIONALE

Anna Vita MANIGRASSO è stata confermata Presidente, per acclamazione, nel corso della 1 Assemblea generale elettiva (il Congresso nazionale) di TRANSFRIGOROUTE ITALIA ASSOTIR, svoltosi il 12 e 13 febbraio 2010.

Segretario Generale è stato confermato il dott. Claudio DONATI.

L'Associazione si articola in strutture provinciali e in sezioni specializzate che danno risposte specifiche agli operatori delle diverse filiere del trasporto.

Le Sezioni Specializzate godono di autonomia politico-sindacale e decisionale nell’impiego delle risorse economiche dedicate, impiegate solo per le specifiche esigenze sindacali ed organizzative della Sezione.

TRA UN CONGRESSO E L’ALTRO: L’INIZIATIVA DI ASSOTIR

Transfrigoroute Italia Assotir è stata protagonista del confronto sindacale sulle problematiche del trasporto stradale di cose nel corso di questi anni ed ha spesso rappresentato uno dei poli su cui tale confronto si è incardinato, ritagliandosi un suo autorevole spazio anche nei confronti di strutture ben più grandi e più dotate di mezzi e di rapporti consolidati le istituzioni

Tra le principali iniziative che hanno caratterizzato la battaglia di T.I. ASSOTIR a tutela delle imprese di trasporto, quella che ha imposto, di fatto, a tutte le forze politico-sindacali di concentrarsi sulle questione della legalità, della sicurezza e della lotta all’intermediazione parassitaria.

I Costi minimi di sicurezza, che pure sono stati attuati in una forma che non soddisfa certamente le esigenze di giusta remunerazione delle imprese di autotrasporto italiane, è conseguenza diretta delle iniziative di Transfrigoroute Italia Assotir, così come un ruolo fondamentale l’Associazione ha avuto nel rivendicare e poi nel fornire un contributo di proposta e di esperienza per la creazione della Sezione autonoma per le imprese di autotrasporto nell’ambito del Fondo Nazionale di Garanzia per le P.M.I.

L’ADESIONE A CONFTRASPORTO

Nel confronto interassociativo, ASSOTIR si è fatta interprete dell’esigenza di un rilancio dell’unità delle rappresentanze sindacali del settore, vista come la chiave per far tornare ad acquisire all’autotrasporto il posto che ad esso compete nel confronto politico sul rilancio dell’economia italiana e per il rinnovamento del sistema infrastrutturale e logistico che ne è parte decisiva.

Da questa esigenza di unità nasce la scelta, compiuta all’inizio del 2013, di aderire a CONFTRASPORTO, adesione che i Dirigenti di ASSOTIR considerano un passaggio importante in direzione di una più vasta riaggregazione delle finora troppo frantumate espressioni sindacali del settore.

L'ADESIONE ALL'U.E.T.R.

Alla Assemblea Generale dell’UETR del 4 dicembre 2015, ASSOTIR è stata accolta a far parte dell’Organizzazione che rappresenta, in Europa, le Associazioni delle piccole e medie imprese di autotrasporto.

ASSOTIR è la terza tra le Associazioni italiane del settore ad aderire a UETR.

La Presidente di ASSOTIR, Anna Vita MANIGRASSO, a proposito dell’adesione a UETR ha dichiarato: “Sentivamo forte l’esigenza di intensificare la nostra azione europea di rappresentanza e tutela delle imprese a noi associate. Ormai, infatti, la maggior parte delle regole sul trasporto stradale vengono negoziate e stabilite a Bruxelles e solo successivamente introdotte nella legislazione nazionale italiana. Per questo aderire a UETR è stato il passaggio logico per partecipare ad un più elevato livello di confronto: quello europeo".

Soddisfatta, per l’ingresso di un nuovo membro in seno all’Associazione europea, anche la Presidente di UETR, Sig.ra Dagmar WÄSCHER: “Sono assai compiaciuta del fatto che UETR abbia accolto una nuova Organizzazione. Si conferma così il sempre crescente peso politico di UETR in Europa.
Ciò saprà darci ulteriore forza e maggiore possibilità di perseguire con vigore i nostri sforzi su molte delle questioni all’attenzione delle Istituzioni europee. 
L'attività di autotrasporto è chiamata oggi, in Europa, a far fronte ad un rilevante numero di sfide, ad iniziare dalla prevista crescita del trasporto su strada con il conseguente impatto sull'ambiente e sulle infrastrutture stradali.
Con l'adesione di ASSOTIR, oggi rappresentiamo ancora di più e meglio le PMI del settore.
Questo ci fornisce sicuramente uno strumento in più per migliorare ulteriormente e intensificare il nostro ruolo di gruppo di pressione a livello continentale”.

IL SISTEMA ASSOTIR

Di particolare rilievo la decisione, recentemente assunta dall’Associazione, di dar vita ad un vero e proprio “SISTEMA ASSOTIR” inteso come il sistema che – grazie alle competenze delle diverse strutture societarie cresciute in questi anni grazie al sostegno politico e sindacale di T.I. Assotir – fornisce ai trasportatori associati ogni risposta alle principali esigenze di contenimento dei costi gestionali, di supporto giuridico e tecnico, di formazione e qualificazione degli addetti e insieme, assicura loro il massimo di tutela e di rappresentanza sul piano politico-sindacale.

Già da tempo presente su internet, attraverso il sito www.assotir.it, l’Associazione fornisce quotidianamente una chiave di lettura delle vicende politiche e sindacali, indicazioni su iniziative assunte a tutela del settore e informazioni normative e di servizio utili alla vita quotidiana delle imprese. Pagine curate dalle Sezioni specializzate e dalle strutture territoriali, forniscono indicazioni specifiche su aspetti legati alle normative ed alla vita sindacale o alle vicende politco-sindacali dei diversi territori.

ASSOTIR è presente su tutti i principali social media, da Facebook a Twitter, da Youtube a Google+

Infine una newsletter periodica viene inviata a tutti gli associati con la sintesi delle più importanti notizie sul settore e su ogni altro argomento che possa interessare l'impresa di autotrasporto.

 

NEWS INFRASTRUTTURE

Traforo del Monte Bianco, per lavori di manutenzione dal 17 aprile scattano le interruzioni del traffico

traforo monte biancoGli amici di Unostra (Associazione delle piccole e medie imprese di autotrasporto francesi, membra come Assotir dell’UETR) ci informa che il GEIE TMB (Gruppo Europeo di Interesse Economico del Traforo del Monte Bianco), a causa di lavori di manutenzione, ha comunicato che il traforo resterà chiuso dalle ore 20,30 di martedì 17 aprile 2018 fino alle ore 6,00 di sabato 21 aprile 2018 per un totale di 9,30 ore giornaliere di interruzione del traffico.

I lavori proseguiranno anche nel weekend e più nello specifico dalle ore 23,30 di sabato 21 aprile fino alle ore 13,00 di domenica 22 aprile 2018 per un totale di 13 ore di chiusura totale del Tunnel. Per ulteriori informazioni alleghiamo il comunicato di GEIE -  TMB.

Spagna: illegale il pedaggio sulla N1 al confine con la Francia

spagnaIl tribunale spagnolo ha dichiarato illegittima la decisione di istituire il pedaggio per i camion sulla strada di grande comunicazione N-1, nel tratto che dal paese basco giunge fino al confine francese) per non aver rispettato la cosiddetta direttiva "Eurovignette" che stabilisce le regole per il pagamento degli oneri di utilizzo delle infrastrutture neei Paesi aderenti alla'UE.

Ce ne informa - e la ringraziamo - la FENADISMER -  FEDERACION NACIONAL DE ASOCIACIONES DE TRANSPORTISTAS DE ESPAÑA - che, come noi di Assotir, è membro dell'UETR.

NEWS SERVIZI

Movimentazione e stoccaggio delle merci: Consat propone ai propri soci consulenza tecnica per ottimizzare il rapporto efficienza/prezzo degli strumenti di lavoro

merciCome ormai è ben noto da tempo, la razionalizzazione delle merci all’interno delle imprese di trasporto sta assumendo un’importanza fondamentale per semplificare e rendere veloci i flussi di lavoro e aumentare la produttività.

Proprio per questo Consat, il Consorzio degli autotrasportatori facente parte del Sistema Assotir, ha pensato di fornire ai propri soci una consulenza che permetta di ottimizzare il rapporto efficienza/prezzo relativa agli strumenti di lavoro, realizzando una collaborazione con uno dei maggiori fornitori a livello internazionale di strumenti per la movimentazione del magazzino (scaffalature, carrelli, transpallet, ecc.)

Per conoscere le offerte di Consat è sufficiente contattare il numero +39 067222063 oppure mandare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sicurezza nei luoghi di lavoro, Trasfoservice organizza un corso nelle giornate del 24 marzo e del 7 aprile

corso trasfo

Distacco dei lavoratori, CON.SA.T vi assiste anche per i viaggi in Finlandia

FINLAND BUTTONCome per Francia, Germania, Austria, Belgio e Spagna, anche per la Finlandia CON.SA.T propone ai propri soci l’utilizzo di una piattaforma web e l’assistenza necessaria alla gestione delle problematiche burocratiche relative al distacco dei lavoratori.

Mediante l’utilizzo di username e password, per l’utente sarà possibile gestire in tutta autonomia gli adempimenti del caso dato che, anche la Finlandia, ha recepito la direttiva europea 2014/67/UE sul distacco transnazionale dei lavoratori, la cosiddetta “Direttiva Enforcement”.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Porto di Civitavecchia: alle mancate risposte delle Istituzioni, le imprese di autotrasporto rispondono con il fermo dei servizi

camion in corteoCon un comunicato sottoscritto alla data del 14 marzo 2018 (il cui testo riportiamo in allegato nel quale sono elencate le richieste degli autotrasportatori), le imprese di autotrasporto del consorzio di Civitavecchia hanno deciso di attuare il fermo dei servizi ad oltranza, a causa dei gravi disagi che tutta la categoria sta vivendo, sia in relazione alla nuova area dedicata agli operatori portuali (di cui avevamo già parlato in una precedente news) sia per ciò che concerne l’assunzione di nuovi funzionari degli uffici doganali.

Proprio su quest’ultimo punto qualcosa sembra si stia finalmente muovendo, grazie anche all’incontro, dello scorso 21 febbraio, che Assotir riuscì ad ottenere con il Direttore dell’Agenzia delle Dogane, Dr. Giovanni Kessler.

Leggi tutto...

Porto di Civitavecchia, Loffarelli di Assotir denuncia: “Se l'AdSP non dovesse darci le risposte che cerchiamo riguardo alla nuova area dedicata agli operatori portuali, saremo pronti ad attuare uno nostra presa di posizione"

08Al porto di Civitavecchia, nonostante sia ormai tutto pronto da tempo per l’apertura di una nuova area dedicata agli operatori portuali (dotata peraltro di servizi igienici, docce, punto ristoro, spazi per operatori e piazzali adatti alle varie attività), la burocrazia, come molto spesso capita nel nostro Paese, impedisce ai possibili utenti di utilizzarla.

L’Autorità di Sistema Portuale del Tirreno Centro Settentrionale ha affermato di essersi attivata da tempo per chiudere l’iter burocratico-amministrativo ma, a Patrizio Loffarelli, presidente del Consorzio degli autotrasportatori di Civitavecchia, nonché rappresentate di Assotir al tavolo di partenariato dell’Adsp il quadro della situazione, visto anche quanto accaduto al porto di Genova, appare piuttosto chiaro e denuncia:”In Liguria, i trasportatori locali con i sindacati e insieme alle associazioni di categoria, a seguito di “minacce” sono riusciti a strappare un importante accordo con l’ente portuale per un’area dedicata agli operatori”.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us