Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Distacco dei lavoratori in Belgio, in arrivo alcune importanti novità a partire dal prossimo...

    Lunedì, 25 Settembre 2017 15:16
  • Distacco trasnazionale: il Ministero aggiorna le F.A.Q. e conferma l'obbligo della presenza a...

    Lunedì, 25 Settembre 2017 15:14
  • FRANCIA: iniziato lo sciopero dei dipendenti delle imprese di trasporto contro la riforma del...

    Lunedì, 25 Settembre 2017 12:40
  • Responsabili tecnici trasporto rifiuti: pubblicati i quesiti e le prime date per gli esami...

    Domenica, 17 Settembre 2017 21:12
  • Trasporti transfrontalieri di rifiuti: dal 1° ottobre piena reciprocità tra imprese italiane e...

    Domenica, 17 Settembre 2017 20:53
  • Certificazioni di malattia redatte in modalità cartacea. L'INPS specifica quando è ancora...

    Domenica, 17 Settembre 2017 20:37

Anna Vita Manigrasso: il mio augurio per il 2015 è che si sappia ritrovare unità e compattezza nella difesa degli interessi dell'autotrasporto

on . Postato in News

Io continuo a rimanere dell'idea che i trasportatori non hanno colore politico e tanto meno sono diversi tra loro a seconda della loro appartenenza ad una o all'altra Associazione. I loro problemi, anzi i nostri problemi - visto che con le esigenze di mantenere in equilibrio un’azienda di vezione io, come moltissimi altri amici e colleghi, ci combatto quotidianamente - sono tutti più o meno uguali, nascono tutti dalle medesime ragioni e necessitano tutti delle medesime soluzioni. Sarebbe bene che questo, alcuni esponenti sindacali, anche ai massimi livelli, si affrettassero a comprenderlo. Altrimenti non ci sarà futuro né per gli autotrasportatori né, a maggior ragione, per le Associazioni che dovrebbero rappresentarli e di cui essi sono, come del resto io stessa, dirigenti.

Cari colleghi ,

come ben sapete il 5 settembre scorso la Corte  di Giustizia  Europea si è espressa in maniera negativa in relazione ai "Costi minimi  della sicurezza".

Confindustria e Confetra hanno gridato alla vittoria e fin qui posso capire la loro esultanza, in quanto ,loro rappresentano la controparte dell'autotrasporto.

Quello che mi rimane più complicato comprendere è perché non c'è stata una coesione unitaria  da parte di  UNATRAS  subito dopo che il TAR aveva passato la palla alla Corte di Giustizia Europea?

Perché non si è voluto riunire un tavolo di lavoro tecnico  come io in prima persona ho richiesto  più volte a nome di ASSOTIR   affinché  si lavorasse a trovare una forma di tutela per la sicurezza delle piccole e medie imprese dell'autotrasporto italiano? Perché non ci siamo creati questo salvagente che salvaguardasse le P.M.I. dell'autotrasporto?

Siamo così arrivati alla convocazione del 6 novembre da parte del Ministro Lupi che ci ha presentato un documento con alcuni emendamenti da inserire nella legge di stabilità.

Visto che il documento del Ministro sembrava essere la copia –peggiorata – di quello che a suo tempo Confetra insieme a  Confindustria avevano presentato come soluzione per il superamento della legge sui costi minimi, lo abbiamo – tutti - ritenuto inaccettabile. 

Ci siamo dovuti  riunire ben tre volte in UNATRAS nel tentativo di migliorare quel documento e per salvaguardare gli interessi degli autotrasportatori e se vi devo dire che sono soddisfatta del punto a cui siamo arrivati,  dovrei dirvi un'enorme bugia. E’ meglio e più onesto dire che .....si è cercato di salvare il salvabile.

Questo, a mio parere, è il risultato logico di una mancanza di  un pensiero coeso e di uno spirito unitario che è venuto a mancare – e non da oggi - all'interno  di UNATRAS.

La responsabilità, a mio parere, è prima di tutti della  CNA FITA, che invece di lavorare all'interno di UNATRAS per far sì che tutti insieme si riuscisse a tutelare le P.M.I. dell'autotrasporto e salvaguardare i loro reali interessi – ha scelto di portare avanti una sorta di guerriglia individuale, il più delle volte basata sulla ricerca ossessiva ed incomprensibile di ritorni di immagine personale, che ha finito per portare solo disgregazione e danno alle nostre imprese.

Io continuo a rimanere dell'idea che i trasportatori non hanno colore politico e tanto meno  sono diversi tra loro a seconda della loro appartenenza ad una o all'altra Associazione.

I loro problemi, anzi i nostri problemi - visto che con le esigenze di mantenere in equilibrio un’azienda di vezione io, come moltissimi altri amici e colleghi, ci combatto quotidianamente -  sono tutti più o meno uguali, nascono tutti dalle medesime ragioni e necessitano tutti delle medesime soluzioni.

Sarebbe bene che questo, alcuni esponenti sindacali, anche ai massimi livelli, si affrettassero a comprenderlo.

Altrimenti non ci sarà futuro né per gli autotrasportatori né, a maggior ragione, per le Associazioni che dovrebbero rappresentarli e di cui essi sono, come del resto io stessa, dirigenti.

Nella mia, peraltro breve, esperienza di vita associativa questo è il momento più difficile che stiamo attraversando ed è mia profonda convinzione che da questa crisi generale che ci attanaglia, se non sapremo rimanere uniti e fare scudo tutti insieme,  verremo tutti travolti come un fiume in piena quando incontra argini indeboliti o ostacoli che ne aumentano la furia.

E’ con la speranza che questo mio appello all’unità venga accolto e con la certezza che sono in molti, come me, a confidare che si sappia ritrovare rapidamente la necessaria compattezza intorno alla difesa degli interessi vitali dell’autotrasporto italiano, che voglio rivolgere, a tutti voi, l’augurio più sincero per un  sereno Natale e nello stesso tempo augurare, a tutti noi, un 2015 migliore.

Comments are now closed for this entry

NEWS SERVIZI

Distacco dei lavoratori, CON.S.A.T. vi assiste anche per i viaggi in Spagna

bandiera spagnaCome per Francia, Germania, Austria e Italia, anche per la Spagna, CON.S.A.T. propone ai propri soci l’utilizzo di una piattaforma web e l’assistenza necessaria alla gestione delle problematiche burocratiche relative al distacco dei lavoratori. 

Mediante l’utilizzo di username e password per l’utente sarà possibile gestire in tutta autonomia gli adempimenti del caso.

Leggi tutto...

Carnet CON.S.A.T. - Stretto di Messina

carne consat

Il CON.S.A.T. ricorda agli utilizzatori abituali della tratta che ha studiato un pratico strumento di pagamento, che facilita le operazioni di imbarco, permettendo il passaggio a prezzi particolarmente convenienti, senza l'onere del pagamento immediato e che gode della dilazione di circa 30 gg dal passaggio.

I soci CON.S.A.T., già convenzionati per il servizio Autostrade, possono richiedere i Carnet per le tratte Villa S.Giovanni - Messina e Messina - Villa S.Giovanni.

 

 

Leggi tutto...

Corso di Conseguimento C.Q.C. Merci e Persone

anagninaAnagnina Service S.r.l., Autoscuola e Società di consulenza automobilistica facente parte del SISTEMA ASSOTIR organizza un Corso di formazione per il CONSEGUIMENTO della CQC MERCI E PERSONE.

AFFRETTATI, SEI ANCORA IN TEMPO PER PRENOTARE!

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Assotir, col V.Presidente nazionale, Giuseppe Bulla, nel Consiglio della nuova Camera di Commercio della Sicilia Sud-Orientale

Bulla e Agen per webAl termine di una lunga e insistita polemica da parte di chi, in conseguenza di una riforma che lo vedeva, per la prima volta, estromesso dalla possibilità di determinarne gli assetti di potere, ha tentato in tutti i modi di boicottarla, si è insediato ieri il Consiglio della nuova Camera di Commercio della Sicilia del Sud Est, l'istituzione che nasce dalla unione volontaria delle tre preesistenti CCIAA di Catania, Siracusa e Ragusa.

Il Consiglio vede la partecipazione, in rappresentanza del mondo dell'autotrasporto, del Vice Presidente nazionale di ASSOTIR, Prof. Giuseppe BULLA.

Al termine della seduta di insediamento, che ha visto tutti i membri designati presenti, con un'unica eccezione, il Consiglio ha eletto, a larghissima maggioranza, a primo Presidente della nuova CCIAA, il dott. Pietro AGEN, già Presidente della CCIAA di Catania e già Presidente di Confcommercio Sicilia.

Leggi tutto...

Foggia: Assotir Puglia scrive al nuovo Prefetto per combattere l’abusivismo nella raccolta dei pomodori e sostenere le ragioni degli autotrasportatori locali

ASSOTIR LOGO 2017Con una lettera indirizzata al nuovo Prefetto di Foggia, il coordinatore Puglia di Assotir, Dr. Corrado Rodio, ha denunciato con forza la situazione di pesante illegalità che imperversa nella zona, in riferimento al trasporto dei pomodori, dai campi alle industrie conserviere, attraverso il ricorso ad autotrasportatori abusivi.

Questo grave fenomeno – scrive Rodio nella sua missiva – rappresenta un bacino di coltura di forte illegalità, una vera e propria fonte di approvvigionamento di risorse finanziarie occulte, non tracciate né tracciabili a esclusivo beneficio della criminalità locale”.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us