Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Trasporto rifiuti, arrivano nuovi aggiornamenti dei quiz relativi all’esame per ottenere il titolo...

    Giovedì, 19 Luglio 2018 12:32
  • Distacco internazionale e cabotaggio: fino all'adeguamento del software di Minlavoro non è...

    Mercoledì, 18 Luglio 2018 15:47
  • Incentivi all’autotrasporto 2018: pubblicati in G.U i decreti che permettono alle imprese...

    Martedì, 17 Luglio 2018 16:06
  • Deduzioni forfettarie e recupero del contributo al Sistema Sanitario Nazionale, pubblicati da MEF...

    Martedì, 17 Luglio 2018 11:03
  • Nuova Direttiva sul distacco intra-UE. Pubblicata in G.U. ma non si applica all'autotrasporto

    Lunedì, 16 Luglio 2018 16:09
  • Mit: disponibile la nuova edizione del Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti...

    Lunedì, 16 Luglio 2018 15:23

Germania: la normativa antidumping sul salario minimo riguarda anche chi effettua trasporti internazionali

on . Postato in News

Le nuove norme interesserebbero anche i dipendenti delle imprese che effettuano attività di trasporto internazionale da/per la Germania e, addirittura, chi semplicemente è in transito pur essendo diretto in altri Stati. le imprese che effettuino una delle predette attività di trasporto, prima di mettersi in viaggio, debbano comunicare in lingua tedesca alcune informazioni via fax alla Bundesfinanzdirektion West di Colonia, avvalendosi di un modello che alleghiamo.

Dal 1 Gennaio 2015 è entrata in vigore in Germania la nuova normativa antidumping sul salario minimo garantito, la quale prevede che chiunque lavori in quel Paese debba inderogabilmente percepire uno stipendio minimo di 8,50 lordi all’ora.

Questa normativa riguarda tutti i settori, ma rischia di avere un impatto pesante sulle imprese di autotrasporto.

Infatti, gli obblighi connessi alle nuove disposizioni riguardano certamente i lavoratori dipendenti da imprese che effettuano attività di cabotaggio in Germania.

Inoltre, secondo quanto sostenuto dall’IRU, contrariamente a quanto emerso in un primo momento, le nuove norme interesserebbero anche i dipendenti delle imprese che effettuano attività di trasporto internazionale da/per la Germania e, addirittura, chi semplicemente è in transito pur essendo diretto in altri Stati.

Quanto alle formalità da espletare, sempre dalle informazioni diffuse dall’IRU risulta che le imprese che effettuino una delle predette attività di trasporto, prima di mettersi in viaggio, debbano comunicare alcune informazioni via fax alla Bundesfinanzdirektion West di Colonia, al numero 0049.(0)221.964870, avvalendosi di un modello che si allega alla presenta nota.

L’obbligo di notifica, che deve essere inviata per iscritto ed in lingua tedesca, riguarda i seguenti dati:

  • dati dell'impresa;
  • cognome, nome e data di nascita del lavoratore;
  • inizio e durata stimata dell'operazione di trasporto sul territorio tedesco;
  • indirizzo in cui sono reperibili i documenti (in Germania o all'estero; in quest'ultimo caso è necessaria una dichiarazione che i documenti sono a disposizione della dogana tedesca, in lingua tedesca);
  • una lettera attestante la prova del pagamento del salario minimo (soltanto alla prima registrazione).

Il documento può contenere l’elenco delle operazioni fino ad un massimo di 6 mesi.  Eventuali modifiche delle operazioni di trasporto programmate non devono essere notificate alla dogana tedesca.

Inoltre,ed è la parte cui chiediamo alle imprese di prestare il massimo di attenzione, entro 7 giorni dalla fine dell’attività di trasporto, il conducente deve registrare l’inizio, la durata e il termine delle ore lavorate in Germania; questo documento deve essere conservato per due anni in Germania oppure all’estero ma, in quest’ultimo caso, l’impresa deve aggiungere una dichiarazione in cui assicura che i documenti richiesti sono a disposizione dell'Ufficio delle dogane, in lingua tedesca, per gli eventuali controlli.

Le sanzioni previste sono molto gravi: per il mancato invio delle informazioni sopra indicate si può arrivare fino a € 30.000,00 di multa.

Per il mancato rispetto del salario minimo, poi, è prevista una sanzione fino a € 500.000,00, anche se quest’ultimo caso sembra assai difficile si verifichi ove l’azienda rispetti quanto previsto dal CCNL sottoscritto in Italia tra T.I. ASSOTIR e FAST/CONFSAL.

E’ possibile reperire altre informazioni sul sito internet delle dogane tedesche:

in lingua inglese: http://www.zoll.de/EN/Businesses/Work/Foreign-domiciled-employers-posting/Minimum-conditions-of-employment/minimum-conditions-of-employment_node.html

in lingua francese: http://www.zoll.de/FR/Entreprises/Travail/Employeurs-etablis-hors-Allemagne-detachement/Conditions-de-travail-minimales/conditions-de-travail-minimales_node.html

Il testo del modello da inviare via fax alla Bundesfinanzdirektion West di Colonia, è disponibile in allegato.

 


[File allegato] Allegato - 1 - modello sul salario minimo in Germania da inviare alle Dogane tedesche

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us