Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

Trasporti di cabotaggio in Italia, il Ministero dell’Interno emana una nuova circolare riguardante i controlli sul rispetto della normativa

on . Postato in News

12537 medCon nota del 10 luglio scorso (la n.300/4/5507/18/108/13/1) il Ministero dell’Interno ha fornito delle precisazioni in merito all’applicazione delle sanzioni, introdotte lo scorso anno, per la mancanza della documentazione preventiva di distacco che deve trovarsi a bordo dei veicoli immatricolati in un Paese comunitario ed impiegati in Italia per le operazioni di cabotaggio.

La sanzione prevista per la mancata comunicazione preventiva di distacco al Ministero del Lavoro, va dai 1.000 ai 10.000 euro (è possibile inviarla utilizzando l’apposita procedura informatica) e prevede, inoltre, anche l’eventuale fermo del veicolo fino ad un massimo di 60 giorni qualora la stessa non sia pagata nelle mani dell’agente accertatore, secondo quanto previsto dall’art.207 del Cds.

Ricordiamo che tale disciplina è il frutto di nuovi importanti modifiche che l’art.47 bis, comma 1 del Dlgs 50/2017 ha apportato agli articoli 10 e 12 del Dlgs 136/2016 (il decreto che ha recepito la direttiva UE 2014/67 riguardante i distacchi transnazionali nell’ambito di prestazioni di servizi).

La sanzione di cui sopra, peraltro, è prevista anche qualora a bordo del veicolo non siano presenti contratti di lavoro e buste paga del conducente redatti o tradotti in lingua italiana.

Con la diffusione agli operatori di Polizia stradale della circolare in esame da parte del Ministero dell’Interno, la sanzione di cui sopra diventa a tutti gli effetti operativa e, a questo proposito, il Ministero ha fornito importanti istruzioni, tra cui ricordiamo:

  • la sanzione sopracitata si applica quando le carenze documentali riguardano attività di autotrasporto effettuata da imprese straniere – stabilite nell’Unione Europea – che impegnano conducente distaccati o, comunque in occasione di trasporti di cabotaggio;
  • la sanzione si applica al conducente mentre l’impresa, se proprietaria del veicoli, è obbligata al pagamento in solido;
  • una volta accertata l’infrazione, l’ufficio della Polizia a cui appartiene l’organo accertatore deve segnalarla al competente Ispettorato del Lavoro territoriale; questo perché l’art.12.1 del Dlgs 136/2016 sanziona la violazione degli obblighi di comunicazione riguardante la comunicazione preventiva di distacco, con un una somma che va da 150 a 500 euro per ogni lavoratore interessato.

Secondo quanto pronunciato dal Consiglio di Stato, con parere ufficiale del 1 giugno 2018, l’applicazione della sanzione in oggetto, inoltre, segue l’iter previsto per le infrazioni del codice della strada per cui ciò comporta:

  • la determinazione del pagamento in misura ridotta, pari al minimo edittale;
  • la possibile riduzione del 30% qualora i pagamenti siano effettuati entro 5 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale;
  • trascorso il termine per effettuare il pagamento in misura ridotta o per ricorrere davanti al Prefetto o al Giudice di Pace del luogo in cui è stata accertata la violazione, il verbale diventa esecutivo e di conseguenza l’illecito amministrativo potrà estinguersi solo mediante pagamento di una somma pari alla metà del massimo edittale, oltre le spese del procedimento (203 Codice della Strada);

Ricordiamo, anche, che seppur la circolare in oggetto afferma che la comunicazione preventiva di distacco dovrebbe avere durata trimestrale e riportare in lingua italiana anche la paga oraria lorda del conducente e le modalità di rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute, in realtà il Ministero del Lavoro non ha predisposto, ancora, nei modelli UNI_CAB_UE nessuna delle voci citate. La comunicazione in ogni caso va fatta da parte dell’impresa estera entro le 24 ore del giorno antecedente la data della prima operazione, utilizzando direttamente la piattaforma online appositamente creata all’indirizzo:

http://www.distaccoue.lavoro.gov.it/Pages/Home.aspx?lang=it

Infine, ci appare opportuno constatare come dal momento che la piattaforma del Ministero del Lavoro risulta nei fatti incompleta a ricevere tutti i dati relativi al conducente distaccato, che si appresta a svolgere operazioni di cabotaggio nel nostro Paese, risulterebbe singolare e del tutto ingiustificabile, l’applicazione della relativa sanzione prevista dalla normativa specifica.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us