Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

Calendario dei Divieti: il Tar accoglie il ricorso del Codacons ma, per il momento, nulla cambia per gli autotrasportatori

on . Postato in News

1030 Divieti 1Lo scorso 23 maggio il Codacons (Coordinamento delle Associazioni per la difesa dell’ambiente e la tutela dei diritti di utenti e consumatori) ha annunciato che il Tar del Lazio ha accolto un altro ricorso da loro presentato sul Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n.571 del 19 dicembre 2017 che ha istituito il calendario 2018 dei divieti di circolazione, per tutti i mezzi pesanti superiori alle 7,5 tonnellate .

Il ricorso del Codacons rivendicava innanzitutto di annullare parte del decreto perché il calendario in questione non prevede divieti nei giorni precedenti e successivi ai giorni festivi, inoltre, sempre a giudizio del Codacons, nel decreto, non erano univocamente definiti i criteri per concedere deroghe a chi le avesse richieste da parte delle Prefetture.

Il Tar ha accolto il ricorso del Codacons affermando, nella sentenza del 22 maggio scorso, che il limite alla circolazione di particolari veicoli, in specifiche giornate, vengono fissati dal MIT contemperando diverse esigenze: la sicurezza pubblica, gli interessi della circolazione stradale e la tutela della salute.

Inoltre, i rilasci di eventuale deroghe, che per loro natura rappresentano una eccezione alle limitazioni previste dal calendario, devono essere ben circostanziati, motivati e fondati su specifici presupposti che devono avere natura altrettanto eccezionale.

La sentenza del Tar ha prodotto, quindi, delle conseguenze riassumibili in tre punti:

  • Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nell’elaborare il calendario dei divieti non può non considerare che, nel fissare le limitazioni oggetto del decreto, anche nelle giornate che precedono e seguono il giorno festivo si registrano volumi di traffico intenso con conseguente aumento del rischio dei sinistri;
  • Il Ministero dovrebbe tener conto della tipologia di merce trasportata, vale a dire da un lato la sua deperibilità e dall’altro il rilievo dei bisogni che queste merci soddisfano;
  • Il Ministero dovrebbe fornire alla Prefetture dei criteri e dei parametri certi ed omogenei per il rilascio delle deroghe, in maniera tale da uniformare il comportamento delle Prefetture stesse, tenendo conto però delle peculiarità territoriali.

Dinanzi a questo stato di cose e in attesa di eventuali e nuovi provvedimenti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Assotir ricorda che, sia per quanto riguarda i giorni di divieto al traffico di mezzi pesanti, sia per tutti coloro che hanno ottenuto deroghe prefettizie per circolare nei giorni di divieto della circolazione, non cambia assolutamente nulla rispetto a quanto previsto dall’attuale decreto 571/2017.

La nuova sentenza del Tar peraltro evidenzia che, come già successo nelle occasioni precedenti, sia necessaria una più ampia riforma del Codice della Strada più volte arenatasi tra le aule del Parlamento, includendo tra i vari passaggi a vuoto, anche il tentativo fatto durante la precedente legislatura. Ecco perché Assotir auspica, al fine di risolvere questa come altre problematiche irrisolte, che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti intervenga, in attesa che la politica faccia la sua parte, con appositi provvedimenti ad hoc che possano risolvere possibili e spesso sterili controversie, ricordando come il trasporto delle merci su strada è ancora oggi l’unico strumento per l’approvvigionamento della gran parte dei generi di uso quotidiano, come pure di molta parte di materie prime e semilavorati necessari al funzionamento dei cicli continui industriali.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us