Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

Trasporto rifiuti: entro il 30 aprile 2018 le imprese dovranno adempiere al pagamento del contributo SISTRI, alla presentazione del MUD e al versamento dei diritti di iscrizione all’Albo gestori ambientali

on . Postato in News

Albo Gestori ambientali logoEntro il prossimo 30 aprile 2018 le impresi di trasporto che si occupano di rifiuti dovranno adempiere al pagamento del contributo SISTRI, alla presentazione del MUD  e al versamento dei diritti di iscrizione all’Albo dei gestori ambientali.

Analizziamo le singole fattispecie al fine di fare un’analisi più chiara possibile.

Per quanto riguarda il pagamento del contributo al SISTRI ricordiamo che esso va effettuato ogni anno, per l’iscrizione dell’anno in corso, entro la data del 30 aprile, così come previsto dal Decreto Ministeriale 78 del 30.03.2016 solamente da parte delle imprese che svolgono il trasporto di rifiuti pericolosi.

La precisazione va fatta al fine di distinguere le imprese che trasportano rifiuti pericolosi da quelle che si occupano di rifiuti speciali non pericolosi, le quali sono esentate dal SISTRI e dal relativo contributo.

Ricordiamo anche che gli importi dei contributi variano in funzione della black-box posseduta da ciascuna impresa secondo la tabella allegata al decreto sopracitato e che per comodità riportiamo in allegato.

Rammentiamo, inoltre, che il mancato pagamento del contributo SISTRI comporta, superata la sua scadenza, per le imprese inadempienti, una elevata sanzione amministrativa pari a 7.750,00 euro, prevista dall’articolo 260 bis, comma 2 del testo unico ambientale e ridotta del 50% negli ultimi due anni. Va segnalato, infine, che dalla legge 205/2017 è stata prevista una procedura specifica di recupero dei contributi del SISTRI dovuti e non versati che rende applicabile la prescrizione ordinaria decennale al nuovo sistemai di riscossione. Questa procedura però, a causa della sostituzione del Governo, non è stata ancora emanata.

 

Il Modulo Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD), relativo alla quantità e qualità dei rifiuti trattati nel 2017 (MUD 2018), deve essere, invece, obbligatoriamente compilato e inviato telematicamente alle camere di Commercio dove sono iscritte le imprese, entro il 30 aprile 2018, da parte di tutte quelle aziende che esercitano attività di raccolta e trasporto rifiuti (facendo rientrare in questa categoria anche gli intermediari e i commercianti) oppure svolgono operazioni di recupero e smaltimento.

Ricordiamo che la modulistica e le istruzioni da utilizzare per la compilazione del MUD 2017 sono state approvate con il nuovo DPCM 28 dicembre 2017 ed il nuovo modello unico di dichiarazione ambientale sostituisce quello utilizzato nei precedenti anni.

 

Infine, sempre entro il 30 aprile 2018, le imprese iscritte all’Albo dei gestori ambientali dovranno corrispondere il diritto annuale di iscrizione attraverso il versamento alla Sezione regionale dove sono iscritte, così come previsto dall’articolo 24 del DM 120/2014.

Il diritto annuale va corrisposto a seconda della categoria e classe per le quali l’impresa è iscritta nei seguenti importi:

A – Iscrizione di 50,00 euro ai sensi dell’art.212, comma 8 del D.Lgs 152/06 per le imprese facenti parte della categoria 2 bis ovvero “produttori iniziali di rifiuti non pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti, nonché produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti pericolosi in quantità non eccedenti 30 kg o 30 litri al giorno” o della categoria 3 bis ovvero “distributori e installatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE), trasportatori di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche in nome dei distributori, installatori e gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature di cui al decreto del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare di concerto con i Ministri dello sviluppo economico e della salute”.

B- Iscrizioni ad altre categorie del Decreto Ministeriale 120/1998

  • Suddivisi per categorie e relative classi:

 

Categorie 1 (trasporti urbani e gestione centri di raccolta)

Classe

Popolazione servita

Importi

A

Superiore o uguale a 500.000 abitanti

Euro 1.800

B

Inferiore a 500.000 abitanti e superiore o uguale a 100.000 abitanti

Euro 1.300

C

Inferiore a 100.000 abitanti e superiore o uguale a 50.000 abitanti

Euro 1.000

D

Inferiore a 50.000 abitanti e superiore o uguale a 20.000 abitanti

Euro 750

E

Inferiore a 20.000 abitanti e superiore o uguale a 5.000 abitanti

Euro 350

F

Inferiore a 5.000 abitanti

Euro 150

 

Categorie 4 (trasporti speciali ), 5 (trasporti pericolosi), 6 (trasporti transfrontalieri) e 8 (intermediari e commercianti)

Classe

Tonnellate annue di rifiuti trattati

Importi

A

Superiore o uguale a 200.000 tonnellate

Euro 1.800

B

Superiore o uguale a 60.000 tonnellate e inferiore a 200.000 tonnellate

Euro 1.300

C

Superiore o uguale a 15.000 tonnellate e inferiore a 60.000 tonnellate

Euro 1.000

D

Superiore o uguale a 6.000 tonnellate e inferiore a 15.000 tonnellate

Euro 750

E

Superiore o uguale a 3.000 tonnellate e inferiore a 6.000 tonnellate

Euro 350

F

Inferiore a 3.000 tonnellate

Euro 150

 

Categorie 9 (bonifica dei siti) e 10 (bonifica dei beni contenenti amianto)

Classe

Lavoratori cantierabili

Importi

A

Oltre euro 9 milioni

Euro 3.100

B

Fino a euro 9 milioni

Euro 2.050

C

Fino a euro 2,5 milioni

Euro 1.300

D

Fino a euro 1 milione

Euro 650

E

Fino a euro 200 mila

Euro 300

 

Da ultimo, ricordiamo che alle imprese delle categorie 9 e 10 che risultino registrate ai sensi del Regolamento 1221/2009/CE (Emas), si applica il 30% degli importi di cui alla terza ed ultima tabella.

Attachments:
Download this file (all_098_Allegato-I-DM-78-del-2016.pdf)Allegato 98 al I DM 78/2016[ ]279 kB

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us