Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Manifestazione dei sindaci di Lazio e Abruzzo davanti al MIT: anche Assotir presente per dire...

    Mercoledì, 19 Settembre 2018 15:50
  • Distacco dei lavoratori: la Corte di Giustizia Europea emana una sentenza in merito alla validità...

    Venerdì, 14 Settembre 2018 16:19
  • Ricorsi nei casi di sospensione e revoca della patente per carenze psicofisiche: una nota del MIT...

    Venerdì, 14 Settembre 2018 13:41
  • Bando ISI 2017, pubblicati sul sito web dell’INAL gli elenchi definitivi delle domande inoltrate

    Lunedì, 10 Settembre 2018 10:53
  • Decreto dignità: riepilogo dei principali provvedimenti previsti dopo la definitiva conversione in...

    Giovedì, 06 Settembre 2018 11:35
  • F24 con compensazioni indebite? L’Agenzia delle Entrate emana una circolare per contrastare il...

    Mercoledì, 05 Settembre 2018 18:08

Porto di Civitavecchia: sospeso il fermo dei servizi. L’unità dei trasportatori porta i primi risultati. Loffarelli: Atto di fiducia negli impegni del Presidente dell’AdSP, ma l’obiettivo resta il rilancio dell’attività mercantile del nostro Porto.

on . Postato in News

civitavecchia container loffarelliLe imprese di autotrasporto operanti nello scalo di Civitavecchia hanno deciso di sospendere il fermo dei servizi a seguito della convocazione da parte del Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale.

All’incontro ha partecipato una delegazione di imprenditori ed il Rappresentante dell’autotrasporto nel tavolo di partenariato dell’AdSP del Mar Tirreno centro-settentrionale Patrizio Loffarelli, Responsabile civitavecchiese di Assotir, l’Associazione che ha sostenuto, in queste settimane la mobilitazione della categoria

All’incontro con l’Avv. Francesco Maria di Majo le imprese si sono presentate forti dell’unità raggiunta e del documento contenente le richieste, che le imprese hanno sottoscritto, con le condizioni minime per il rilancio dell’attività mercantile del Porto civitavecchiese.

Il Presidente, dal canto suo, ha assicurato un intervento immediato sulle questioni, evidenziate dai trasportatori, che possono essere risolte a strettissimo giro.

Dovrebbero sbloccarsi, dunque l’istallazione di servizi igienici nei piazzali; la messa a disposizione dell’area dove ospitare moduli abitativi uso ufficio in attesa dell’iter di assegnazione, alle imprese operanti nel Porto, di spazi operativi definitivi nell’Area Special Cargo che va comunque accelerata.

Altro tema su cui il Presidente si è impegnato è quello di ottenere maggior impegno e garanzie per le imprese operanti in porto da parte degli armatori.

Abbiamo voluto sentire - sulla protesta di questi giorni e sul suo, almeno provvisorio, esito - il pensiero di Patrizio Loffarelli.

La nostra forma di protesta - sottolinea il rappresentante di Assotir  ha voluto rappresentare un’occasione di riflessione non soltanto per l’Amministrazione dell’Autorità di sistema, ma per l’intera Città, per i suoi operatori economici, i lavoratori ed i cittadini civitavecchiesi.

Abbiamo voluto, forti dell’unità raggiunta dalla categoria, denunciare come manchi, da parte di troppi, la giusta attenzione per il rilancio della parte mercantile del nostro scalo, che, nonostante ne siamo tutti orgogliosi, non può essere visto soltanto come il principale approdo crocieristico italiano ed uno dei maggiori scali passeggeri del nostro Paese.

Civitavecchia, che è il Porto di Roma e del Centro Italia, deve tornare ad essere anche un grande porto commerciale”.

Loffarelli  torna poi sulle questioni che sono alla base delle difficoltà in cui si dibatte il Porto e che pesano innanzi tutto sulle imprese che in esso lavorano, ad iniziare dai trasportatori: “La mancanza cronica di personale in dogana, la sospensione improvvisa di un servizio nave per la Sardegna a discapito del traffico merci per 15 gg senza alcun preavviso, il continuo mancato sviluppo del traffico container, la mancanza di aree cargo, piazzali ed infrastrutture per uffici, la recente azione di sequestro delle gru, la perdita di una parte del traffico legato all’automotive in export, denotano una perdurante mancanza di attenzione da parte del governo centrale, di quello regionale e degli Amministratori di un grande bacino di produzione e consumo come quello rappresentato dalla Città di Roma, verso la crisi in cui versa l’attività mercantile del Porto di Civitavecchia”.

"Non è possibile che, in presenza di un simile retroterra non riesca a decollare adeguatamente il traffico container e quello delle rinfuse, mentre si è ancora lontani dal ritornare agli standard, del recente passato, in termini di lavoro, di traffici e di occupazione”.

Ma – continua Loffarelli – se va in crisi il Porto, non vanno in crisi soltanto gli operatori, ad iniziare dai trasportatori. Va in crisi l’intero territorio e la cultura portuale che è intimamente connessa alla realtà civitavecchiese e che ne ha rappresentato, nel tempo, una caratteristica fondamentale”.

Con il nostro fermo abbiamo voluto dare un segnale e ci auguriamo che esso sia stato adeguatamente recepito da chi ha la responsabilità – tanto a Molo Vespucci, quanto alla Pisana ed a Porta Pia – di sostenere adeguatamente il rilancio dello scalo mercantile più importante del Centro Italia”.

Assotir e gli Operatori Portuali – conclude Loffarelli – hanno deciso di sospendere la protesta sulla base di un atto di fiducia nelle assicurazioni del Presidente Di Majo, del Direttore dell’Agenzia delle Dogane dott. Kessler. Ma nessuno si illuda che bastino le promesse a fermare l’iniziativa di chi, forte dell’unità raggiunta, continuerà a presidiare l’attività delle Istituzioni e non esiterà a dar vita a nuove mobilitazioni se esse non fossero coerenti con le assicurazioni forniteci negli incontri di questi giorni”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us