Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

Ispettorato nazionale del Lavoro. Rapporto sull’attività di vigilanza 2017. Più ombre che luci.

on . Postato in News

INLL’Ispettorato nazionale del lavoro (INL) ha diffuso il “Rapporto annuale dell’attività di vigilanza in materia di lavoro e legislazione sociale” per l’anno 2017 che i lettori troveranno in allegato alla news

Lo scorso anno i tre Organi di controllo – lo stesso INL, l’Inps e l’Inail hanno ispezionato 160.347 imprese con un calo netto delle ispezioni (-16%) rispetto al 2016, nonostante si trattasse di un periodo di ripresa dell’attività produttiva

In tali ispezioni sono state accertate irregolarità – di varia natura e gravità - in 103.498 casi che rappresentano il 65% del totale delle aziende ispezionate.

Nonostante il calo di aziende ispezionate crescono le situazioni di irregolarità: esse hanno riguardato ben 252.659 lavoratori, dato in forte aumento (+36%) rispetto ai 186.027 del 2016.

Gli accertamenti finalizzati al contrasto del lavoro sommerso hanno portato, invece, all'individuazione di 48.073 lavoratori in "nero".

Una sintesi i lettori la troveranno nella tabella sottoriportata.

Ci limitiamo a sottolineare che:

  • Nell'ambito del dato globale si distingue il numero di accessi, pari a 122.240, effettuati nell'ambito della vigilanza in materia di lavoro, che hanno registrato un tasso di irregolarità stabile rispetto agli anni precedenti, attestandosi al 60%.
  • Con riferimento alla vigilanza previdenziale (INPS), nel corso dell'anno, sono stati effettuati 24.291 accessi che hanno registrato un tasso di irregolarità anch'esso stabile rispetto agli anni precedenti, attestandosi al 77%.
  • Relativamente alla vigilanza assicurativa (INAIL), nel corso del 2017, sono stati effettuati 13.816 accessi che hanno registrato un tasso di irregolarità in aumento di circa 2 punti percentuali rispetto all'anno precedente, attestandosi al 89%.

LA SITUAZIONE NELL’AUTOTRASPORTO 

Per quanto riguarda il settore del trasporto e del magazzinaggio, sono state oggetto di specifiche azioni ispettive effettuate anche in collaborazione con le altre competenti Amministrazioni quelle situazioni -  distacco e la somministrazione transnazionale – che maggiormente si prestano a infrazioni alle normative sul lavoro ed a fenomeni elusivi soprattutto in tema contributivo.

A ciò si aggiunga che spesso dietro al distacco o alla somministrazione si cela semplicemente il fenomeno della delocalizzazione delle imprese e degli appalti, causa tra le più significative della distorsione della concorrenza e del dumping sociale.

  • le aziende sottoposte a controllo sono state 148(con un calo del 7% rispetto al 2016, quando le verifiche avevano coinvolto 7.657 imprese);
  • I comportamenti illeciti sono stati accertati in 607delle 6.897 verifiche definite, con un’incidenza pari a circa il 67%;
  • Anche nel nostro settore, a fronte di un calo delle aziende ispezionate aumenta notevolmente il numero dei lavoratori interessati da irregolarità: 733rispetto ai 6.778 del 2016 con un maxi aumento del 55%!!!

Tra le violazioni evidenziate, segnaliamo: 

  • 1.117 casi di lavoro in nero;
  • 1.960 fenomeni di interposizione fittizia, fenomeno in calo rispetto al 2016, quando erano stati registrati 3.327 casi, probabilmente a causa della stretta operata verso il mondo opaco delle strutture di somministrazione con sede in altri Paesi europei;

Assai interessante è l’elenco delle violazioni che, contestate ai lavoratori, vedono un coinvolgimento diretto dell’impresa

  • 4.523 lavoratori hanno violato le disposizioni del Regolamento 561/2006 sui tempi di guida, pause e riposo. In questo caso si registra una diminuzione rispetto al 2016, quando dette irregolarità avevano coinvolto 5.535 soggetti. Si può ipotizzare che pian piano la diffusione del tachigrafo digitale e la maggiore facilità con cui è possibile, da parte delle strutture preposte, effettuare i controlli, stiano producendo effetti positivi.
  • 447 lavoratori hanno visto contestata la violazione delle norme del d.lgs. 234/2007 (orario di lavoro del personale impiegato in operazioni mobili di autotrasporto), in lieve aumento rispetto al 2016 (411 lavoratori interessati)

Per quest'ultima fattispeciie di violazioni si scontano sia la maggiore attenzione al fenomeno da parte delle autorità preposte ai controlli che la perdurante notevole sottovalutazione, da parte delle imprese di autotrasporto, di tale normativa rispetto al crescere dell’attenzione, che invece sembra vi sia stata, al rispetto dei tempi di guida.

Ricordiamo, per inciso, che ancora poche sono le aziende che scelgono di utilizzare gli strumenti forniti dal CCNL, ad iniziare dagli accordi aziendali e territoriali di II livello, al fine di ottenere maggiore produttività e flessibilità del lavoro degli autisti

  • C’è anche da dire che i dati sopra descritti andrebbero meglio interpretati se è vero che, nel 2017, è aumentato di oltre il doppio il numero di contestazioni generiche sull’orario di lavoro, che ha coinvolto 1.462 lavoratori del settore contro i 771 del 2016.

INL Mercato del Lavoro irregolarità 2017

CONTROLLO SU STRADA E CONTROLLO IN AZIENDA

Il rapporto ha inoltre evidenziato i risultati conseguiti in attuazione del protocollo d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e con il Ministero dell’Interno del 26 febbraio 2016, che ha previsto azioni di vigilanza congiunte presso i posti di blocco disposti dalla Polizia stradale.

“Tali tipologie di controlli – comunque limitati solo ad alcuni territori – sono iniziate nel corso del 2016 ma definite nel corso del 2017 ed hanno interessato “su strada” n. 364 aziende (di cui n. 287 italiane, n. 56 comunitarie e n. 21 extracomunitarie), che hanno suggerito verifiche più approfondite nei locali di n. 165 aziende e nei confronti di n. 450 lavoratori.

Sono risultate irregolari in totale n.177 aziende. Tra i lavoratori sono stati accertati n. 232 irregolari, di cui n. 221 nei locali aziendali”.

Infine, per quanto riguarda gli obiettivi dell’attività ispettiva per il 2018, evidenziati nel comunicato stampa diffuso dall’INL, viene sottolineata “la necessità di dedicare maggiore attenzione ad alcuni settori, come quello della logistica e delle false cooperative.”

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us