Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incentivi all’autotrasporto 2016: il MIT fornisce ulteriori chiarimenti relativi alla misura della...

    Venerdì, 20 Aprile 2018 17:20
  • Corretto fissaggio del carico e corretta gestione privacy: il 4 maggio il Sistema Assotir...

    Venerdì, 20 Aprile 2018 12:54
  • Abruzzo: autotrasporto, imprese e parlamentari uniti contro il caro-pedaggi

    Venerdì, 20 Aprile 2018 12:31
  • Serbatoietti senza autorizzazione comunale e recupero accise: le Dogane chiudono la vicenda

    Giovedì, 19 Aprile 2018 18:24
  • Omesso versamento dei contributi. Nuova precisazione INL sui casi in cui l'"omissione rilevante"...

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 13:29
  • Costi di riferimento: il MIT pubblica quelli per aprile 2018, basati sul costo del gasolio di...

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 12:40

Aumento pedaggi autostradali: Assotir invita Associazioni di categoria, operatori di settore ed Istituzioni a fare fronte comune contro l’ennesimo salasso a danno degli utenti

on . Postato in Vita associativa

casello autostradale2Come ogni inizio anno che si rispetti, anche il 2018 ha “regalato” agli utenti autostradali, grazie ad un provvedimento del Ministero delle Infrastrutture  e dei Trasporti del 29 dicembre scorso, l’ennesimo rincaro sui pedaggi (attuato da ben ventuno concessionarie) con un aumento medio del 2,74% ma con dei picchi che arrivano ben oltre il 10%.

E’ il caso della Strada dei Parchi, tratto questo che collega Roma-Teramo per circa 170 km e che ha subito un aumento di quasi il 13%, scatenando, a giusto modo, il malcontento e le reazioni di tutti coloro che in autostrada trascorrono una buona parte della propria giornata lavorativa e non solo.

Non stiamo parlando solamente degli autotrasportatori ma anche di pendolari, turisti, operatori di vari settori per i quali le autostrade A24 (Roma - L’Aquila) e A25 (Pescara – Teramo) rappresentano le uniche arterie di connessione veloce con la Capitale e con l’area tirrenica del Paese.

Proprio su questo punto Roberto di Berardino, il responsabile della sede Assotir dell’Aquila ha dichiarato: ”Questi aumenti rappresentano un vero e proprio salasso per noi autotrasportatori dal momento che non si capisce perché mai dobbiamo pagare un costo che per noi risulta assolutamente non ribaltabile nei confronti della committenza, ma c’è di più; la cosiddetta Strada dei Parchi rappresenta l’unica soluzione per collegarci con il resto del Paese e per giunta, dopo quella di Milano - Serravalle, è l’autostrada più cara d’Italia. Il Governo questo aspetto lo conosce bene e per questo con gli autotrasportatori abruzzesi cerca di gonfiarsi le tasche”.

L’indignazione degli autotrasportatori e degli utenti nasce dal fatto che i rincari sui pedaggi autostradali si verificano sistematicamente tutti gli anni e crescono in maniera disomogenea e ad una velocità di molto maggiore rispetto al tasso d’inflazione che colpisce il Paese, senza dare un ritorno di efficienza dei servizi fruibili per chi l’autostrada la percorre tutti i giorni. Proprio per questo, gli aumenti dei pedaggi appaiono agli occhi di tutti come l’ennesimo schiaffo alle tasche dell’utenza interessata.

Su questo tema è intervenuto anche il Segretario Generale di Assotir, Claudio Donati, che ha spiegato:”Questi ennesimi rincari sui pedaggi autostradali appaiono del tutto scellerati. Qui non si sta affermando di non voler pagare – prosegue Donati – ma di pagare almeno per avere indietro un servizio che sia decente. Ogni volta che nevica ad esempio il numero degli spazzaneve risulta sempre insufficiente ed i primi ad essere fermati sono proprio gli autotrasportatori ai quali sono richiesti tempi di attesa molto lunghi per procedere al filtraggio dei veicoli nelle zone colpite da maltempo. Consideriamo poi che un camion che non gira, per un’azienda di autotrasporto, rappresenta in ogni caso un costo; di personale prima di tutto, ma anche per la eventuale perdita del viaggio. E durante la stagione estiva quali sarebbero gli ulteriori servizi che dovrebbero essere garantiti per “coprire” un aumento del pedaggio che arriva quasi al 13%? 

Donati ha concluso lanciando un appello:“Assotir sta dalla parte degli autotrasportatori abruzzesi e più in generale dalla parte di tutti gli utenti della Strada dei Parchi che sono stati colpiti da un aumento che più che un rincaro rappresenta un vero e proprio salasso. Da parte di Assotir chiedo alle altre Associazioni di categoria, alle Istituzioni locali (Regione, Province e comuni interessati) e a tutti gli operatori, che in qualche modo vengono colpiti dal provvedimento ministeriale, di far fronte comune e aprire un tavolo di discussione per dire no ad una situazione che ci sembra ben oltre il limite della sopportabilità”. 

NEWS SERVIZI

Movimentazione e stoccaggio delle merci: Consat propone ai propri soci consulenza tecnica per ottimizzare il rapporto efficienza/prezzo degli strumenti di lavoro

merciCome ormai è ben noto da tempo, la razionalizzazione delle merci all’interno delle imprese di trasporto sta assumendo un’importanza fondamentale per semplificare e rendere veloci i flussi di lavoro e aumentare la produttività.

Proprio per questo Consat, il Consorzio degli autotrasportatori facente parte del Sistema Assotir, ha pensato di fornire ai propri soci una consulenza che permetta di ottimizzare il rapporto efficienza/prezzo relativa agli strumenti di lavoro, realizzando una collaborazione con uno dei maggiori fornitori a livello internazionale di strumenti per la movimentazione del magazzino (scaffalature, carrelli, transpallet, ecc.)

Per conoscere le offerte di Consat è sufficiente contattare il numero +39 067222063 oppure mandare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sicurezza nei luoghi di lavoro, Trasfoservice organizza un corso nelle giornate del 24 marzo e del 7 aprile

corso trasfo

Distacco dei lavoratori, CON.SA.T vi assiste anche per i viaggi in Finlandia

FINLAND BUTTONCome per Francia, Germania, Austria, Belgio e Spagna, anche per la Finlandia CON.SA.T propone ai propri soci l’utilizzo di una piattaforma web e l’assistenza necessaria alla gestione delle problematiche burocratiche relative al distacco dei lavoratori.

Mediante l’utilizzo di username e password, per l’utente sarà possibile gestire in tutta autonomia gli adempimenti del caso dato che, anche la Finlandia, ha recepito la direttiva europea 2014/67/UE sul distacco transnazionale dei lavoratori, la cosiddetta “Direttiva Enforcement”.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Porto di Civitavecchia: alle mancate risposte delle Istituzioni, le imprese di autotrasporto rispondono con il fermo dei servizi

camion in corteoCon un comunicato sottoscritto alla data del 14 marzo 2018 (il cui testo riportiamo in allegato nel quale sono elencate le richieste degli autotrasportatori), le imprese di autotrasporto del consorzio di Civitavecchia hanno deciso di attuare il fermo dei servizi ad oltranza, a causa dei gravi disagi che tutta la categoria sta vivendo, sia in relazione alla nuova area dedicata agli operatori portuali (di cui avevamo già parlato in una precedente news) sia per ciò che concerne l’assunzione di nuovi funzionari degli uffici doganali.

Proprio su quest’ultimo punto qualcosa sembra si stia finalmente muovendo, grazie anche all’incontro, dello scorso 21 febbraio, che Assotir riuscì ad ottenere con il Direttore dell’Agenzia delle Dogane, Dr. Giovanni Kessler.

Leggi tutto...

Porto di Civitavecchia, Loffarelli di Assotir denuncia: “Se l'AdSP non dovesse darci le risposte che cerchiamo riguardo alla nuova area dedicata agli operatori portuali, saremo pronti ad attuare uno nostra presa di posizione"

08Al porto di Civitavecchia, nonostante sia ormai tutto pronto da tempo per l’apertura di una nuova area dedicata agli operatori portuali (dotata peraltro di servizi igienici, docce, punto ristoro, spazi per operatori e piazzali adatti alle varie attività), la burocrazia, come molto spesso capita nel nostro Paese, impedisce ai possibili utenti di utilizzarla.

L’Autorità di Sistema Portuale del Tirreno Centro Settentrionale ha affermato di essersi attivata da tempo per chiudere l’iter burocratico-amministrativo ma, a Patrizio Loffarelli, presidente del Consorzio degli autotrasportatori di Civitavecchia, nonché rappresentate di Assotir al tavolo di partenariato dell’Adsp il quadro della situazione, visto anche quanto accaduto al porto di Genova, appare piuttosto chiaro e denuncia:”In Liguria, i trasportatori locali con i sindacati e insieme alle associazioni di categoria, a seguito di “minacce” sono riusciti a strappare un importante accordo con l’ente portuale per un’area dedicata agli operatori”.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us