Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Pedaggi Autostradali 2017, il Comitato Centrale dell’Albo approva la delibera di base che avvia...

    Giovedì, 24 Maggio 2018 18:39
  • Revisione dei veicoli, il MIT emana un nuovo provvedimento dove detta le disposizioni legate...

    Martedì, 22 Maggio 2018 17:40
  • Raccolta e trasporto di rifiuti non pericolosi: l’Albo Nazionale Gestori Ambientali fissa i...

    Martedì, 22 Maggio 2018 16:51
  • Installazione di serbatoi mobili, con un decreto del Ministero dell’Interno arriva la proroga...

    Martedì, 22 Maggio 2018 13:03
  • Europa e Trasporti, l’UETR plaude la Commissione per il lavoro svolto sul 3° pacchetto mobilità

    Venerdì, 18 Maggio 2018 12:42
  • Revisioni e controlli tecnici su strada, dal prossimo 20 maggio entreranno in vigore i due decreti...

    Giovedì, 17 Maggio 2018 13:01

Autisti impegnati in trasporti internazionali. Finalmente la Circolare INPS per gli sgravi contributivi

on . Postato in News

INPS   logoFinalmente, con circa due anni di ritardo, si avvia a conclusione la vicenda dello sgravio contributivo per le aziende che impiegano autisti su servizi di trasporto internazionali.

E' infatti del dicembre 2015 la decisione del Parlamento, con la  Legge di Stabilità 2016, di prevedere, a titolo sperimentale e per tre anni, lo sgravio dell'80% dei contributi previdenziali a carico delle imprese (con l'eccezione di premi e contributi INAIL) per i dipendenti con qualifica di autista impegnati, per almeno 100 giorni l'anno, in trasporti internazionali alla guida di veicoli cui si applichi il Regolamento (CE) n. 561/2006 e dotati di tachigrafo digitale.

A seguito di una lunga e contrastata sequela di confronti con la UE, si è giunti poi, con il D.L. 50/2017, convertito nella legge 21 giugno 2017, n. 96, a decidere, tenuto conto che la misura costituisce aiuto di Stato, che lo sgravio sarà riconosciuto solo entro i limiti del "de minimis",secondo il Regolamento (UE) n. 1407/2013"De Minimis" che, per le aziende di autotrasporto vuol dire la possibilità di ricevere complessivamente non più 100.000 euro totali di  contributi nel triennio.

Tuttavia, per consentire alle imprese di poter godere concretamente del contributo mancava ancora un "pezzo di carta": unaCircolare dell'INPS, la 167,  che solo nei giorni scorsi, dopo un'ulteriore attesa di circa 6 mesi, ha visto finalmente la luce.

Lo stanziamento di risorse destinate alla misura, in considerazione della limitazione nella possibilità di fruizione determinata dalla sua caratteristica di aiuto di Stato, ha visto quindi ridotte le risorse in primo tempo stanziate dal Parlamento: i 65,5 milioni valgono infatti per il solo anno 2016, mentre per il 2017 ed il 2018 è rimasta solo una posta nominale pari a 500.000 euro.

Venendo alle indicazioni operative occorre tener presente che:

  1. L’esonero, intanto, non è cumulabile con altre agevolazioni contributive eventualmente spettanti in forza della normativa vigente. Esso inoltre spetta non solo alle imprese di autotrasporto, bensì a tutte le imprese private, a prescindere dal settore economico o produttivo in cui operano, quindi anche alle imprese di trasporto di persone o che effettuano trasporti in conto proprio.

  2. L’agevolazione è riconosciuta dall’Inps in base all’ordine cronologico di presentazione delle istanze, a partire dal raggiungimento delle 100 giornate di trasporto internazionale da parte del singolo conducente;

  3. Il calcolo delle 100 giornate deve essere effettuato a partire dal 1°gennaio 2016, considerando anche le giornate impiegate interamente in tratte nazionali, purchè parti di un trasporto internazionale, nonché quelle impiegate in viaggi internazionali tra Stati diversi dall’Italia;

  4. Se lo stesso trasporto internazionale è effettuato da più autisti, che si succedono alla guida dello stesso veicolo, lo sgravio spetta per tutti  i conducenti impegnati nel trasporto internazionale;

  5. Lo sgravio spetta a partire dal mese di paga successivo rispetto alla data di raggiungimento della soglia dei 100giorni annui, fino al periodo di pagadi novembre 2018;

I datori interessati dovranno inoltrare una domanda all’Inps, attraverso la procedura telematica “TRAS.INT” disponibile sul sito internet www.inps.it, nell’ambito dell’applicazione “DiResCo-Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”, fornendo una serie di informazioni (es. lavoratori che hanno eseguito i viaggi internazionali, con annessa data di inizio e di raggiungimento del periodo di 100 annui di impiego).

L’Inps, di norma entro 48 h dalla trasmissione della domanda, procederà a: calcolare l’importo dell’esonero spettante; verificare la disponibilità residua delle risorse e, in caso di capienza accertata in via prospettica per tutto il periodo agevolabile, ad autorizzare il godimento  dell’esonero;

I datori di lavoro, una volta autorizzati esporranno, a partire dal flusso UniEmens di competenza novembre 2017, i lavoratori per i quali spetta l’esonero valorizzando, nella sezione <DenunciaIndividuale>, nell’elemento <TipoContribuzione> il nuovo codice “T1”.

Per il periodo pregresso compreso tra il gennaio 2016 e l’ottobre 2017, i datori di lavoro autorizzati esporranno nel flusso UniEmens, nell’elemento <AltreACredito> <CausaleACredito> il nuovo codice causale “R668”, avente il significato di “arretrati esonero contributivo articolo unico, comma 651, legge 208/2015” e nell’elemento <ImportoACredito> la somma da recuperare; la valorizzazione del predetto elemento potrà essere effettuata esclusivamente nei mesi di competenza novembre e dicembre 2017, nonché gennaio 2018.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Movimentazione e stoccaggio delle merci: Consat propone ai propri soci consulenza tecnica per ottimizzare il rapporto efficienza/prezzo degli strumenti di lavoro

merciCome ormai è ben noto da tempo, la razionalizzazione delle merci all’interno delle imprese di trasporto sta assumendo un’importanza fondamentale per semplificare e rendere veloci i flussi di lavoro e aumentare la produttività.

Proprio per questo Consat, il Consorzio degli autotrasportatori facente parte del Sistema Assotir, ha pensato di fornire ai propri soci una consulenza che permetta di ottimizzare il rapporto efficienza/prezzo relativa agli strumenti di lavoro, realizzando una collaborazione con uno dei maggiori fornitori a livello internazionale di strumenti per la movimentazione del magazzino (scaffalature, carrelli, transpallet, ecc.)

Per conoscere le offerte di Consat è sufficiente contattare il numero +39 067222063 oppure mandare una mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Sicurezza nei luoghi di lavoro, Trasfoservice organizza un corso nelle giornate del 24 marzo e del 7 aprile

corso trasfo

Distacco dei lavoratori, CON.SA.T vi assiste anche per i viaggi in Finlandia

FINLAND BUTTONCome per Francia, Germania, Austria, Belgio e Spagna, anche per la Finlandia CON.SA.T propone ai propri soci l’utilizzo di una piattaforma web e l’assistenza necessaria alla gestione delle problematiche burocratiche relative al distacco dei lavoratori.

Mediante l’utilizzo di username e password, per l’utente sarà possibile gestire in tutta autonomia gli adempimenti del caso dato che, anche la Finlandia, ha recepito la direttiva europea 2014/67/UE sul distacco transnazionale dei lavoratori, la cosiddetta “Direttiva Enforcement”.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Abruzzo: autotrasporto, imprese e parlamentari uniti contro il caro-pedaggi

A24 e A25 lautostrada oreficeriaLe associazioni del settore: stop aumenti, più sicurezza, cambio delle regole nei periodi invernali

Un fronte comune tra imprese dell’autotrasporto e parlamentari per contenere il caro-pedaggi praticato sulle autostrade abruzzesi, che rischia di scattare puntuale anche per i prossimi undici anni, ovvero fino alla scadenza del contratto che regola i rapporti tra lo Stato e la società concessionaria “Strada dei Parchi SpA”.

Le premesse - tempi della crisi politica permettendo, soprattutto in considerazione dell’assenza di un interlocutore istituzionale come il governo, parte in causa nella complessa partita delle concessioni autostradali - sono state gettate questa mattina, a Pescara, nel corso del confronto promosso nella sede regionale della Cna tra le sei principali sigle del settore (Assotir, Cna-Fita, Confartigianato Trasporti, Fai, Fiap, Sna Confartigianato) con i deputati e i senatori appena eletti nella circoscrizione abruzzese.

Leggi tutto...

Porto di Civitavecchia: alle mancate risposte delle Istituzioni, le imprese di autotrasporto rispondono con il fermo dei servizi

camion in corteoCon un comunicato sottoscritto alla data del 14 marzo 2018 (il cui testo riportiamo in allegato nel quale sono elencate le richieste degli autotrasportatori), le imprese di autotrasporto del consorzio di Civitavecchia hanno deciso di attuare il fermo dei servizi ad oltranza, a causa dei gravi disagi che tutta la categoria sta vivendo, sia in relazione alla nuova area dedicata agli operatori portuali (di cui avevamo già parlato in una precedente news) sia per ciò che concerne l’assunzione di nuovi funzionari degli uffici doganali.

Proprio su quest’ultimo punto qualcosa sembra si stia finalmente muovendo, grazie anche all’incontro, dello scorso 21 febbraio, che Assotir riuscì ad ottenere con il Direttore dell’Agenzia delle Dogane, Dr. Giovanni Kessler.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us