Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Responsabili tecnici trasporto rifiuti: pubblicati i quesiti e le prime date per gli esami...

    Domenica, 17 Settembre 2017 21:12
  • Trasporti transfrontalieri di rifiuti: dal 1° ottobre piena reciprocità tra imprese italiane e...

    Domenica, 17 Settembre 2017 20:53
  • Certificazioni di malattia redatte in modalità cartacea. L'INPS specifica quando è ancora...

    Domenica, 17 Settembre 2017 20:37
  • Aiuti di Stato. Al via il Registro Nazionale

    Domenica, 17 Settembre 2017 17:39
  • Autorità di Sistema Portuali: il CdM approva disposizioni integrative e correttive in tema di...

    Venerdì, 15 Settembre 2017 16:19
  • Costi di riferimento: il MIT pubblica quelli validi per i trasporti di settembre 2017

    Mercoledì, 13 Settembre 2017 14:43

Tachigrafo ed orari di guida: per la Polstrada l'impresa non ha sanzioni se ha formato e istruito i propri autisti

on . Postato in News

controlli tachigrafoLa Direzione Centrale della Polizia Stradale, con la propria Circolare prot. n. 300/A/2438/17/111/20/3 del 24/3/2017 ha contribuito a fare chiarezza su una materia di vitale importanza per le imprese di autotrasporto e a confermare quelle che erano le aspettative della categoria, alle prese, in queste settimane, con i Corsi di formazione sul buon funzionamento dei tachigrafi digitali ed analogici e in materia di istruzione dei conducenti e di controllo sulle attività degli stessi.

Si tratta di una eccellente notizia, cui deve tuttavia far seguito, ora, un comportamento conseguente da parte delle imprese.

Come si ricorderà, infatti, la Direzione Generale del Trasporto Stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il D. Dirigenziale n. 215 - Disposizioni in materia di corsi di formazione sul buon funzionamento cronotachigrafi – del 12 dicembre 2016 e, successivamente, con la Circolare 2720 del 13/02/2016, ha disciplinato gli obblighi imposti alle imprese dal Regolamento (UE) n. 165/2014 circa la regolare tenuta dei documenti prescritti dal Regolamento (CE) n. 561/2006, l'organizzazione di specifici corsi di formazione in materia di corretto utilizzo del tachigrafo e l'accertata frequenza di tali corsi da parte dei loro conducenti o dai conducenti sottoposti a loro disposizione, unitamente all'assolvimento degli oneri di informazione e di controllo posti a carico dell'impresa, dalla fornitura di adeguate istruzioni all’autista alla verifica trimestrale, in contraddittorio con lo stesso autista, delle risultanze dei tracciati tachigrafici.

A comprova della regolare frequenza ai Corsi organizzati secondo le regole del Decreto Dirigenziale 215/2016, come si ricorderà, tanto l’autista quanto l’azienda ricevono uno specifico Attestato.

Proprio grazie a ciò, afferma ora la Direzione della Polizia Stradale, l'organo di polizia che contesti all’autista una infrazione alle norme dei Regolamenti europei 561/2006, 165/2014 o 3821/1985 non procederà a contestare all'impresa da cui l’autista dipende l'art. 174, c. 14, CdS, qualora venga data prova, nell'immediatezza del controllo e comunque prima della redazione del verbale, dell'adempimento degli oneri di formazione, istruzione e controllo attraverso la presentazione all’agente dell’attestato in parola.

La Polizia Stradale si premura di sottolineare che ciò potrà valere solo quando si tratti di infrazioni lievi che non presuppongono evidenti carenze organizzative  e quindi quelle definite come infrazioni minori (IM) nell'allegato III del Reg. (UE) 2016/403 che, a beneficio dei nostri lettori, riportiamo in allegato.

In tutti gli altri casi, invece, si procederà alla contestazione dell'art. 174, c. 14, CdS, rimettendo la valutazione in ordine alla responsabilità dell'impresa al Prefetto o al Giudice di Pace, in sede di ricorso ex articoli 203 e 204-bis CDS, esprimendo parere favorevole al loro accoglimento ogniqualvolta si dia prova non solo di adempimento degli oneri di formazione, istruzione e controllo, ma anche del fatto che l'infrazione non è imputabile a insufficienze organizzative dell'attività dei conducenti da parte della stessa impresa.

A tal fine va valutata positivamente la produzione, nei casi previsti di un contratto di trasporto in forma scritta o di istruzioni scritte compatibili con le norme in esame.

Ne esce confermata, quindi, la necessità assoluta, per l’impresa, di far svolgere ai propri dipendenti i Corsi di formazione sopraricordati e di adempiere a tutte le prescrizioni previste dal Decreto Dirigenziale 215/2016 in tema di fornitura di adeguate istruzioni all’autista e di verifica trimestrale, in contraddittorio con lo stesso autista, delle risultanze dei tracciati tachigrafici.

Non solo per evitare di dover adire il Giudice di Pace – con tutti i costi e con tutte le incognite del caso – per dimostrare di aver comunque provveduto alla formazione di propri dipendenti, ma soprattutto per evitare che l’accumularsi di sanzioni a carico dell’impresa per mancata o insufficiente formazione dei propri autisti su questioni delicatissime in tema di sicurezza della circolazione e di rispetto dei diritti alla salute ed al riposo dei lavoratori, finisca per imporre un intervento da parte degli organi Ispettivi del Ministero del lavoro.

Ricordiamo, peraltro, che Trasfoservice 2001 S.r.l., la società di formazione e servizi del SISTEMA ASSOTIR, è accreditata per l’organizzazione dei Corsi di formazione degli autisti e che gli interessati possono ottenere ogni necessaria informazione, sia telefonicamente - +39067221815 – sia tramite mail – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - rivolgendosi alla Sede Nazionale del SISTEMA ASSOTIR.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NEWS SERVIZI

Distacco dei lavoratori, CON.S.A.T. vi assiste anche per i viaggi in Spagna

bandiera spagnaCome per Francia, Germania, Austria e Italia, anche per la Spagna, CON.S.A.T. propone ai propri soci l’utilizzo di una piattaforma web e l’assistenza necessaria alla gestione delle problematiche burocratiche relative al distacco dei lavoratori. 

Mediante l’utilizzo di username e password per l’utente sarà possibile gestire in tutta autonomia gli adempimenti del caso.

Leggi tutto...

Carnet CON.S.A.T. - Stretto di Messina

carne consat

Il CON.S.A.T. ricorda agli utilizzatori abituali della tratta che ha studiato un pratico strumento di pagamento, che facilita le operazioni di imbarco, permettendo il passaggio a prezzi particolarmente convenienti, senza l'onere del pagamento immediato e che gode della dilazione di circa 30 gg dal passaggio.

I soci CON.S.A.T., già convenzionati per il servizio Autostrade, possono richiedere i Carnet per le tratte Villa S.Giovanni - Messina e Messina - Villa S.Giovanni.

 

 

Leggi tutto...

Corso di Conseguimento C.Q.C. Merci e Persone

anagninaAnagnina Service S.r.l., Autoscuola e Società di consulenza automobilistica facente parte del SISTEMA ASSOTIR organizza un Corso di formazione per il CONSEGUIMENTO della CQC MERCI E PERSONE.

AFFRETTATI, SEI ANCORA IN TEMPO PER PRENOTARE!

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Assotir, col V.Presidente nazionale, Giuseppe Bulla, nel Consiglio della nuova Camera di Commercio della Sicilia Sud-Orientale

Bulla e Agen per webAl termine di una lunga e insistita polemica da parte di chi, in conseguenza di una riforma che lo vedeva, per la prima volta, estromesso dalla possibilità di determinarne gli assetti di potere, ha tentato in tutti i modi di boicottarla, si è insediato ieri il Consiglio della nuova Camera di Commercio della Sicilia del Sud Est, l'istituzione che nasce dalla unione volontaria delle tre preesistenti CCIAA di Catania, Siracusa e Ragusa.

Il Consiglio vede la partecipazione, in rappresentanza del mondo dell'autotrasporto, del Vice Presidente nazionale di ASSOTIR, Prof. Giuseppe BULLA.

Al termine della seduta di insediamento, che ha visto tutti i membri designati presenti, con un'unica eccezione, il Consiglio ha eletto, a larghissima maggioranza, a primo Presidente della nuova CCIAA, il dott. Pietro AGEN, già Presidente della CCIAA di Catania e già Presidente di Confcommercio Sicilia.

Leggi tutto...

Foggia: Assotir Puglia scrive al nuovo Prefetto per combattere l’abusivismo nella raccolta dei pomodori e sostenere le ragioni degli autotrasportatori locali

ASSOTIR LOGO 2017Con una lettera indirizzata al nuovo Prefetto di Foggia, il coordinatore Puglia di Assotir, Dr. Corrado Rodio, ha denunciato con forza la situazione di pesante illegalità che imperversa nella zona, in riferimento al trasporto dei pomodori, dai campi alle industrie conserviere, attraverso il ricorso ad autotrasportatori abusivi.

Questo grave fenomeno – scrive Rodio nella sua missiva – rappresenta un bacino di coltura di forte illegalità, una vera e propria fonte di approvvigionamento di risorse finanziarie occulte, non tracciate né tracciabili a esclusivo beneficio della criminalità locale”.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us