Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

Pacchetto mobilità: il Parlamento europeo stoppa la Commissione. Su tempi di guida, cabotaggio e distacco dei conducenti la decisione è rinviata a luglio

on . Postato in News

Europa FlagIl Parlamento Europeo, nella sessione odierna svoltasi a Strasburgo ha respinto la proposta della Commissione Trasporti di avviare immediatamente i negoziati con i ministri dell'Ue sui 3 rapporti elaborati dalla Commissione  sul Pacchetto Mobilità e dei quali abbiamo dato notizia nei giorni scorsi.

E' bene tuttavia chiarire che il voto di ieri del Parlamento europeo è anche il frutto della spinta dei Parlamentari del cosiddetto "Blocco di VISEGRAD" ad ottenere su questi punti la cancellazione delle, sia pur troppo timide, limitazioni che la Commissione TRAN aveva introdotto.

Non di una vittoria occorre quindi parlare, ma solo di una ulteriore fase dell'aspro confrontotra quanti - Paesi dell'Alleanza della Strada e Sindacati dei lavoratori europei - spingono per un trasporto internazionale più trasparente e sicuro, per il controllo e la limitazione di ogni misura di dumping sociale e per un lavoro degli autisti meglio tutelato e quanti invece - il Blocco di Visegrad, in modo particolare - che punta invecead una totale liberalizzazione che - alla luce dei macroscopici squilibri di costi operativi e, soprattutto, dei costi contributivi, esistenti tra Est ed Ovest dell'Europa, rischierebbe di determinare la totale ed irreversibile sconfitta dell'autotrasporto occidentale e delle sue imprese.


In particolare  la proposta di respingere il testo della Commissione sul distacco dei conducenti è stata approvata con 343 sì, 263 no e 24 astenuti.

La proposta sul riposo dei conducenti è stata respinta da 428 voti contro i 185 a favore e 9 astenuti, ed infine le proproste di misure contro le pratiche illegali nei trasporti hanno raccolto 231voti, mentre i contrari a procedere sono risultati 371 e 16 gli astenuti

Ciò significa che non soltanto non sarà possibile procedere nella negoziazione con la Commissione Europea e con il Consiglio dei Ministri degli Stati membri, ma che tutta la partita si riapre e tutti i possibili emendamenti potranno essere ripresentati sulle tre relazioni.

A questo punto tutto sembra essere rinviato, molto probabilmente, alla sessione plenaria del Parlamento europeo che si terrà a luglio e, da parte nostra e dell'intera UETR, le imprese di autotrasporto si attendono l'impegno massimo di tutti i parlamentari

  • per contrastare il dumping sociale;
  • affinché venga mantenuta l'attuale regola del cabotaggio;
  • sia vietato in ogni caso il riposo in cabina;
  • venga mantenuto l'attuale impostazione di organizzazione del lavoro;
  • sia permesso il rientro degli autisti a distanza di 2 ore da casa;
  • venga applicato il regime del distacco anche ai trasporti internazionali

 

INAIL: seconda fase del Bando ISI 2017. il 14 giugno mezz'ora a disposizione delle imprese per le domande

on . Postato in News

INAIL BANDO ISIMancano solo tre giorni alla scadenza fissata dall’INAIL per il nuovo accesso alla procedura informatica da parte delle imprese che hanno salvato definitivamente la domanda di partecipazione al Bando ISI 2017 e che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista (120 punti).

Com il nuovo accesso, le imprese potranno effettuare il download del proprio codice identificativo.

La nuova fase era stata aperta con un avviso pubblicato dall’INAIL sul proprio sito internet (www.inail.it) con cui l’Istituto ha informato che l’accesso era possibile a partire dal 7 giugno 2018.

Per tutti gli assi di finanziamento, l’invio telematico delle domande sarà possibile il giorno 14 giugno 2018, dalle ore 16 alle 16.30, utilizzando il codice identificativo attribuito all’impresa attraverso la procedura di download.

Maggiori informazioni sul bando ISI 2017 e sulle formalità legate all’invio della domanda, sono disponibili all’indirizzo internet: https://www.inail.it/cs/internet/attivita/prevenzione-e-sicurezza/agevolazioni-e-finanziamenti/incentivi-alleimprese/bando-isi-2017.html

Trasporti eccezionali: la Regione Lombardia - come già hanno fatto Veneto, Emilia e Friuli - attiva la piattaforma per la verifica online della adeguatezza strutturale delle proprie strade

on . Postato in News

trasporto eccezionale diciamoLa Regione Lombardia ha attivato la piattaforma online “Trasporti Eccezionali” con l’obiettivo di semplificare le procedure autorizzative di rilascio delle autorizzazioni per la circolazione di veicoli eccezionali e trasporti in condizione di eccezionalità, nonché delle macchine operatrici eccezionali e delle macchine agricole eccezionali sulla rete stradale regionale.

Un analogo servizio è già operativo in Veneto (città metropolitana di Venezia e Veneto strade), Emilia-Romagna (tutte le Province) e Friuli Venezia Giulia (per le strade gestite dalla Regione); per maggiori ragguagli su questo aspetto, si rinvia alla consultazione della pagina http://trasportoeccezionale.net/enti-partecipanti/.

La presenza di cartografie/elenchi strade pubblicate dalle Province interessate dal transito eccezionale, non sostituisce l’autorizzazione ma soltanto il nulla osta/parere che l’ente autorizzante deve altrimenti acquisire. Ovviamente, a condizione che il trasporto sia compatibile con le caratteristiche delle strade riportate nei documenti predetti, altrimenti il rilascio del nulla osta diventa indispensabile.

Attualmente la piattaforma lombarda è attiva per la Città Metropolitana di Milano le province di Como, Brescia, Lodi, Mantova, Monza e Brianza e Varese.

Passaggi a livello: l'UIC/IRU indica come comportarsi in caso di emergenza

on . Postato in News

sicurezza ai passaggi a livelloA seguito del lavoro in seno ad uno dei Gruppi di Lavoro dell'UNECE, è stato elaborato dall'UIC/IRU, con il contributo fattivo del rappresentante del Min istero delle Infrastrutture e Trasporti italiano, dott. Massimo Costa, un manualetto di comportamento per gli autisti di veicoli merci che dovessero trovarsi in situazioni di emergenza durante l'attraversamento dei passaggi  livello ferroviari.

Il consiglio contenuto nel manualetto - che alleghiamo - è assai semplice: abbattere le barriere e lasciare libera la strada ferrata.

La questione è, come si comprende, assai attuale, ove si pensi ai tragici effetti dell'incidente che ha visto, nelle scorse settimane, un veicoolo per il trasporto eccezionale che è rimasto intrappolato tra le sbarre di un passaggio a livello e che ha fatto stacolo al treno che sopravveniva, con le drammatiche conseguenze in temini di perdite di vite umane.

Un segnale apposito, che si sta decidendo a seguito della azione Italiana, verrà probabilmente incluso a livello di segnaletica ONU

Divieti di circolazione: le Associazioni chiedono un incontro ai Ministeri dei Trasporti e dell' Interno per discutere sul riconoscimento delle autorizzazioni in deroga agli autotrasportatori negate da alcune Prefetture

on . Postato in News

associazioniCon lettera sottoscritta nella giornata di venerdì 8 giugno 2018, le Associazioni delle imprese di autotrasporto hanno chiesto un incontro urgente al Direttore generale per la sicurezza stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dott. Virginio di Battista, e al Direttore del Servizio di Polizia Postale del Ministero dell’Interno, Dott. Giovanni Busacca.

Il tema sul quale le Associazioni firmatarie della missiva vorrebbe poter discutere urgentemente, con i due direttori sopramenzionati, riguarda sostanzialmente il comportamento che alcune Prefetture stanno tenendo nei confronti degli autotrasportatori, continuando a negare loro le autorizzazioni in deroga nei giorni di divieto, nonostante quanto chiaramente contenuto nella sentenza del TAR del Lazio relativa al ricorso, presentato in materia, da parte del Codacons.

Unatras scrive al neo ministro Toninelli: necessario un urgente incontro per affrontare le drammatiche questioni che gravano sull'autotrasporto

on . Postato in News

unatras per sitoCon una lettera datata 7 giugno 2018, Unatras (l'Unione Nazionale delle Associazioni Autotrasporto merci) si è presentata al neo Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Sen. Danilo Toninelli, con la quale ha chiesto un incontro per affrontare alcune delle questioni più urgenti che interessano il mondo dell'autotrasporto merci per conto di terzi.

Attachments:
Download this file (Unatras_lettera_Ministro_Toninelli_07giu2018.pdf)lettera Unatras al Ministro Toninelli[ ]268 kB

Albo Autotrasporto: pubblicato il D.M. di ricostituzione del C.Centrale e di nomina dei suoi componenti

on . Postato in News

albo autotrasportoSul sito istituzionale del Comitato Centrale per l'Albo dell'Autotrasporto è stato pubblicato il Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, datato 8 maggio 2018, con cui è stato ricostituito il Comitato per il triennio 2018-20121 e sono stati nominati i suoi nuovi componenti.

Le Associazioni dell'autotrasporto già presenti nel precedente Comitato vengono tutte riconfermate, mentre ad esse si aggiungono i rappresentanti di AITI e Trasporto Unito-FIAP.

Per quanto riguarda la nostra Associazione, essa sarà rappresentata nel C.C. da Mauro Sarrecchia, quale membro effettivo, e da Alessandro Manzi, quale componente supplente.

Nel Decreto viene ricordato come alla Presidenza del Comitato sia stata confermata, con D.P.C.M. datato 30/10/17, la Dott.ssa Maria Teresa Di Matteo, mentre la dott.sssa Giuseppina Ferranini continuerà a svolgere, anche nel ricostituito consesso, le funzioni di Vice Presidente, assegnatele con Decreto prot. 1449/ATM3 del 07/10/2015.

La Commissione trasporti del Parlamento Europeo vota per un mercato dell'autotrasporto più trasparente ed equilibrato

on . Postato in News

parlamento europeoNel pomeriggio di lunedì 4 giugno, la Commissione Trasporti del Parlamento Europeo ha votato la prima parte del Pacchetto Mobilità, quella che riguarda le condizioni di lavoro nel settore dell'autotrasporto.

La Commissione ha introdotto sostanziali modifiche alle attuali norme sui tempi di riposo, sul cabotaggio e sul distacco transnazionale.

Il testo approvato rappresenta, per l’appunto, un compromesso, ma cero un compromesso non disprezzabile. Spetta ora alle Associazioni dell’autotrasporto vigilare per evitare ritorni indietro e rigurgiti nazionalistici, oltre che per tentare di andare ancora più avanti nella realizzazione di condizioni di concorrenza leale e di mercato trasparente e sicuro.

Per quanto ci riguarda, come ASSOTIR, valuteremo, già il giorno 8 giugno, a Bruxelles, nell’ambito dell’Assemblea dell’UETR – l’Associazione delle PMI europee dell’autotrasporto di cui la nostra Associazione è componente – come portare avanti l’iniziativa e contrastare eventuali tentativi di ritorno indietro o di “impaludamento” delle nuove norme in una defatigante trattativa tra Parlamento Europeo e Governi nazionali.

Ora, tuttavia, per diventare Legge, il testo approvato dalla Commissione Trasporti dovrà ottenere l'approvazione della seduta plenaria del Parlamento – il che non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile – ma soprattutto dovrà essere discusso con il Consiglio dei Trasporti, l’organismo che, comprendendo i rappresentanti diretti dei diversi Governi dei Paesi dell’Unione, potrebbe divenire un ostacolo assai arduo per l’introduzione di norme che, da alcuni dei Paesi membri vengono viste con totale disfavore in quanto le si imputa di voler limitare la concorrenza tra sistemi-Paese e perpetuare una artificiale difesa di prerogative e condizioni di esercizio da parte dei Paesi più ricchi dell’Europa Occidentale.

A fronte di ciò, ovviamente, la preoccupazione dei Paesi occidentali appartenenti alla Road Alliance, che ogni ulteriore cedimento rispetto a quanto ottenuto nel confronto in Commissione Trasporti, possa rappresentare un avallo a pratiche di dumping e di ipersfruttamento della forza lavoro anche a scapito della sicurezza stradale.

Ma veniamo ai contenuti del testo approvato dalla Commissione Trasporti:

Targa prova: la versione del MIT

on . Postato in News

targa provaNuova puntata sulla vicenda del contrasto tra diverse Amministrazioni ministeriali sull'utilizzo della targa prova e sul suo possibile utilizzo su veicoli già immatricolati, di cui abbiamo dato notizia alcuni giorni or sono,.

La Divisione 5 della D.G. MOT del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, dopo che altrettanto aveva fatto la D.C. Polstrada del Ministero dell'Interno ha espresso, con una Circolare del 30 maggio scorso, il proprio punto di vista sulla vicenda che, originata da una recente sentenza della Cassazione, vede una disparità pressoché totale di vedute tra i due Ministeri.

Mentre infatti il Ministero dei Trasporti appare assai più disposto a consentire l'utilizzo delle targhe prova a diverse fattispecie di utenti - quelli indicati dal D.P.R. 474 del 2001 e, soprattutto, dalla Circolare prot. n. 4699/M363 del 4 febbraio 2004[i] e invece il Ministero dell'Interno arroccato su una posizione di negativa, anche in considerazione della possibile assenza - nel caso di quei veicoli che, ancorchè immatricolati, siano nella disponibilità degli autosaloni per la successiva rivendita nel mercato dell'usato - della polizza assicurativa RCA.

Come abbiamo già avuto modo di sottolineare, la soluzione che le due Amministrazioni hanno infine scelto per dirimere la controversia interpretativa, è quella di rimettere la decisione al Consiglio di Stato.

Al quale, tuttavia, ciascuna parte non ha rinunciato a sottolineare, con le due Circolari, il proprio punto di vista.

Merci Pericolose, con un decreto il MIT recepisce le modifiche all’accordo ADR 2017

on . Postato in News

adrCon la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n.123 del 29 maggio 2018 del decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 20 marzo scorso, sono state recepite le modifiche alla versione 2017 dell’accordo A.D.R. sul trasporto merci pericolose su strada che, essendo già stato oggetto, in ambito comunitario, della direttiva 2018/2017 del 31 gennaio 2018, diventano applicabili anche ai trasporti nazionali.

Attachments:
Download this file (ecetrans.pdf)documento ecetrans[ ]396 kB

Rating di legalità, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo Regolamento emanato dell’AGCM

on . Postato in News

AGCMÈ stato pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n.122 del 28 maggio scorso, il nuovo Regolamento dell’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) inerente il procedimento di rilascio del rating di legalità.

Con tale definizione si fa riferimento ad un meccanismo premiale che può essere richiesto dalle imprese operanti in Italia con un fatturato minimo di due milioni di euro e che permette loro di ottenere semplificazioni degli iter burocratici per la concessione di finanziamenti richiesti alle Pubbliche Amministrazioni, così come l’accesso al credito bancario, con le modalità previste dal decreto del Ministro dell’Economia n.57 del 20 febbraio 2014.

Il rilascio o il rinnovo del rating di legalità deve seguire una specifica procedura che è attualmente pubblicata sul sito internet dell’AGCM che cerchiamo di riepilogare in pochi passaggi.

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us