Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Trasporto rifiuti, arrivano nuovi aggiornamenti dei quiz relativi all’esame per ottenere il titolo...

    Giovedì, 19 Luglio 2018 12:32
  • Distacco internazionale e cabotaggio: fino all'adeguamento del software di Minlavoro non è...

    Mercoledì, 18 Luglio 2018 15:47
  • Incentivi all’autotrasporto 2018: pubblicati in G.U i decreti che permettono alle imprese...

    Martedì, 17 Luglio 2018 16:06
  • Deduzioni forfettarie e recupero del contributo al Sistema Sanitario Nazionale, pubblicati da MEF...

    Martedì, 17 Luglio 2018 11:03
  • Nuova Direttiva sul distacco intra-UE. Pubblicata in G.U. ma non si applica all'autotrasporto

    Lunedì, 16 Luglio 2018 16:09
  • Mit: disponibile la nuova edizione del Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti...

    Lunedì, 16 Luglio 2018 15:23

Germania: scatta il 1 luglio il pedaggio su altri 25000 km di strade statali, per i veicoli >7,5 ton.

in germaniaIl 1° luglio 2018, come avevamo informato nello scorso aprile i nostri lettori, i trasportatori con veicoli industriali con massa complessiva da 7,5 tonnellate che vorranno percorrere oltre 40.000 chilometri di 

Questo significherebbe un sovraccosto, che, solo per questa voce di costo, costringerebbe ogni impresa di autotrasporto, per una percorrenza di 120.000 km, a mettere in bilancio  circa 9500 euro in più, in parte dovuti all’estensione del chilometraggio delle strade pedaggiate e in parte all’aumento dei pedaggi che, dal 1° gennaio 2019 è già stato previsto dal Governo federale.

Da parte sua il ministero dei Trasporti di Berlino prevede che l'estensione del Maut del prossimo luglio causerà alle imprese un aumento dei costi di circa due miliardi, che diventeranno due miliardi e mezzo con gli aumenti del 2019.

Tenendo conto che, secondo quanto riportato da siti autorevoli, il costo dei pedaggi corrisponde ad un 10%dei costi operativi di un’impresa si tratta ora di verificare se e come i colleghi tedeschi riusciranno a ribaltare sui propri committenti tali notevolissimi aumenti di costo, con il rischio che risulti ancor più conveniente, per le committenze tedesche, affidarsi ai trasportatori di quei Paesi che possono compensare gli aumenti dei costi per i pedaggi con il permanere di costi per il personale assolutamente impensabili per le imprese dell’occidente europeo.

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us