Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Definito l'importo minimo delle sanzioni nei confronti di datori di lavoro che impegnano cittadini di Paesi terzi il cui soggiorno è irregolare.

Il Ministero dell'Interno, di concerto con il Ministero della Giustizia, quello del Lavoro e con il MEF, ha emenato un Decreto, il 151 del 22/12/2018 (pubblicato però soltanto lo scorso 15 febbraio in G.U.), con cui si definiscono gli importi minimi delle sanzioni per quei datori di lavoro che impieghino lavoratori extracomunitari senza un regolare permesso che ne autorizzi la permanenza nel nostro Paese.

Come è noto, il D.Lgs. 286 del 25/07/1998 aveva già stabilito che, in questi casi, il datore di lavoro deve essere sanzionato per una cifra corrispondente a quella che lo Stato dovrà pagare per il rimpatrio forzato dell'extracomunitario irregolare.

Ora il decreto 151/2018 stabilisce i criteri per il calcolo del costo medio di rimpatrio e, per il 2018, lo fissa in euro 1398,00.

 

Cerca

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution