Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

F24 con compensazioni indebite? L’Agenzia delle Entrate emana una circolare per contrastare il fenomeno

Agenzia delle Entrate logoCon la Circolare del 28 agosto 2018, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha reso noti i criteri mediante i quali selezionare, in via automatizzata, i modelli F24 da sottoporre a controllo in presenza di compensazioni che presentino profili di rischio.

L’Agenzia delle Entrate può sottoporre a sospensione, fino a trenta giorni, l’esecuzione delle deleghe di pagamento contenenti le compensazioni con profili di rischio, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2018 che all’art.1, comma 990 si pone come obiettivo quello di contrastare il fenomeno delle compensazioni indebite.

Qualora all’esito del controllo effettuato il credito risulti correttamente utilizzato, ovvero sono decorsi i trenta giorni dalla data di presentazione della delega di pagamento, quest’ultima viene eseguita e le compensazioni e i versamenti sono considerati effettuati alla data presente sul file inviato; al contrario, la delega di pagamento non è eseguita ed i versamenti e le compensazioni si considerano non effettuati.

I criteri che sono utilizzati dall’Agenzia delle Entrate per capire se un modello F24 possa rientrare nei profili di rischio sono i seguenti:

  • Tipologia dei debiti pagati;
  • Tipologia crediti compensati;
  • Coerenza dei dati indicati nel modello F24;
  • Dati presenti nell’anagrafe tributaria o resi disponibili da altri enti pubblici, relativi ai soggetti indicati nel modello F24;
  • Analoghe compensazioni effettuate in precedenza dai soggetti indicati nel modello F24;
  • Al pagamento di debiti iscritti a ruolo, di cui all’articolo 31, comma 1, del decreto-legge 31 maggio 2010, n.78.

Infine, comunichiamo che l’Agenzia delle Entrate è tenuta a dare comunicazione, qualora si trovi in presenza di un profilo di rischio, della sospensione della delega di pagamento al soggetto che ha inviato il modello F24 (che riguarda l’intero contenuto della delega e non una sua parte) L’Agenzia stessa è tenuta a specificare, inoltre, la data di fine periodo di sospensione che, comunque, non può superare i trenta giorni dalla data di invio del modello F24.

Ultima modifica il Mercoledì, 05 Settembre 2018 18:08

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution