Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Inail, scattato dal 12 Ottobre l’obbligo per il datore di lavoro di denunciare gli infortuni sul...

    Martedì, 17 Ottobre 2017 17:16
  • Nuova legge Sabatini, il MISE risponde ad un quesito relativo agli acquisti di beni preceduti dal...

    Martedì, 17 Ottobre 2017 16:14
  • Authority dei trasporti, Unatras scrive al Presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni

    Martedì, 17 Ottobre 2017 15:41
  • CQC scadute da oltre due anni, il MIT fornisce alcuni chiarimenti

    Martedì, 17 Ottobre 2017 13:24
  • Riposo settimanale ordinario in cabina, in Gran Bretagna scattano le multe dal 1° Novembre per chi...

    Martedì, 17 Ottobre 2017 12:54
  • Ferrobonus, il MIT proroga il termine di presentazione delle istanze fino al 20 ottobre 2017

    Giovedì, 12 Ottobre 2017 12:22

Costi di esercizio di riferimento alla luce della nota metodologica del 09/07/2015

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE
Direzione Generale per il trasporto stradale e per l’intermodalità

Pubblicazione valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio dell’impresa di autotrasporto per conto di terzi (articolo 1, comma 250 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 – Legge di stabilità 2015)

 Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, ai sensi dell’articolo 1, comma 250 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge di stabilità 2015) è tenuto a pubblicare e ad aggiornare nel proprio sito internet “valori indicativi di riferimento dei costi di esercizio dell’impresa di trasporto per conto di terzi”.

Il Ministero ha provveduto alla pubblicazione in data 24 febbraio 2015 e successivamente alla pubblicazione, con cadenza mensile, del valore aggiornato del costo del gasolio.

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato, con parere n. S 2136, ha inteso segnalare i potenziali effetti distorsivi sulle dinamiche concorrenziali che potrebbero prodursi per effetto della pubblicazione di cui sopra.

Il Ministero, preso atto di quanto rappresentato dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato con il suddetto parere, ha inizialmente provveduto a sospendere la pubblicazione dell’aggiornamento dei valori in parola.

Con la presente, al fine di dare comunque attuazione alla norma di legge evitando anche solo potenziali effetti negativi sulla concorrenza nel settore, si provvede ad una nuova pubblicazione ai sensi dell’articolo 1, comma 250 della legge 23 dicembre 2014, n. 190 attenta a non creare gli effetti distorsivi della concorrenza segnalati dall’Autorità.

La presente pubblicazione, pertanto, annulla e sostituisce la precedente.

I costi effettivi dei servizi di trasporto di merci per conto di terzi sono suscettibili di variare notevolmente a seconda della tipologia di impresa (monoveicolare, artigiana o strutturata), della tipologia del veicolo (massa, allestimento, vetustà) e della tipologia di trasporto (generico, ADR, ATP, ecc.).

Per rispettare il dettato normativo, e al contempo tenere conto delle segnalazioni dell’AGCM, pertanto, la presente pubblicazione non può che fornire all’impresa di autotrasporto ed al committente elementi utili per la autonoma individuazione dei costi del servizio di trasporto.

Per un’esemplificazione indicativa, per i costi relativi al veicolo si prende in considerazione solo il caso di un veicolo generico, composto da trattore e semirimorchio, di massa complessiva a pieno carico superiore a 26 tonnellate.

I valori di riferimento dei costi di un impresa di trasporto di merci su strada per conto di terzi possono essere riepilogati, a titolo indicativo, nella seguente tabella:

veicoli generici con massa complessiva a pieno carico superiore a 26 ton 
costo acquisto trattore *
valore residuo dopo periodo ammortamento variabile a seconda del veicolo

costo trattore da considerare

valore residuo su cui calcolare ammortamento
Valore indicativo annuo del costo (ammortamento) per la durata dell’ammortamento
   
costo di acquisto semirimorchio *
valore residuo dopo periodo ammortamento variabile a seconda del veicolo

costo semirimorchio da considerare

valore residuo su cui calcolare ammortamento
Valore indicativo annuo del costo (ammortamento) per la durata dell’ammortamento
   
Valore indicativo annuo del costo per manutenzioni **
   
costo del lavoro annuo di un conducente 3° livello super Cfr. CCNL di categoria
Valore indicativo del costo del lavoro a seconda della durata del servizio
   
Valore indicativo costo lavoro straordinario Cfr. CCNL di categoria
   
Valore indicativo costo trasferta Cfr. CCNL di categoria
   
Valore indicativo annuo del costo di assicurazioni e bollo ***
   
costo 12 pneumatici  

Valore indicativo km del costo pneumatici

a seconda della durata, derivante da tipo pneumatico e utilizzo
   
Valore indicativo tariffa km autostrade ****
   

Valore riferimento del costo litro gasolio autotrazione

cfr aggiornamento mensile pubblicato sul sito del Ministero
   
costo organizzazione variabile in base a tipologia impresa

*  Per i valori di mercato dei veicoli industriali, oltre ai prezzi di listino delle case costruttrici, può essere consultata la stampa specializzata, nonché – tra gli altri ed a mero titolo esemplificativo - il seguente link: http://www.motornet.it/portale/Home/veicoli_industriali/nuovo_veicoli.html .

**. In ragione della percorrenza annua e come media dei costi di manutenzione nel periodo di ammortamento.

***. Considerando costo per bollo trattore e spese assicurative

****. La tariffa media 2015 pesata sul traffico 2013 è di euro 0,17863 (Classe 3 euro 0,10666, Classe 4 euro 0,16105, Classe 5 euro 0,19155) – Fonte AISCAT

Con cadenza mensile si procede alla pubblicazione sul sito internet del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del costo per litro del gasolio per autotrazione al netto di IVA e/o dello sconto del maggior onere delle accise, , ricavato partendo dalle rilevazioni del costo del gasolio rese disponibili dal Ministero dello Sviluppo Economico.

ROMA, 09 Luglio 2015

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us