Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

Ricerca leggi e norme

  •  

Legge Forense

MINISTERO DELL'INTERNO

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria,

delle Comunicazioni e per i reparti Speciali della Polizia di Stato

Servizio Polizia Stradale

 

Prot. n. 300/A/3531/18/113/2

Roma, 30 aprile 2018

 

OGGETTO: Locazione senza conducente a seguito di leasing finanziario.

 

È stata rappresenta l'esistenza di una prassi applicativa non uniforme da parte degli organi di controllo riguardo la possibilità di locazione senza conducente, ai sensi dell'art. 84 CDS, ad un'altra impresa di trasporto di veicoli commerciali acquistati in leasing.

Occorre premettere che la locazione dei veicoli senza conducente nell'autotrasporto di merci fra gli Stati membri trova la base nella direttiva 2006/1/CE, recepita con DM 14.12.1987 n. 601, modificato dal DM 16.2.1994 n. 213, e in parte con legge n. 142/1992. Nell'ordinamento nazionale disciplina la materia anche l'art. 84 del C.d.S che, tuttavia, pone condizioni diverse rispetto alla normativa internazionale.

Infatti, secondo la citata normativa europea l'utilizzo di un veicolo in locazione senza conducente è ammesso purché sia immatricolalo o messo in circolazione nello Stato membro di stabilimento dell'impresa locataria, sia in esclusiva disponibilità dell'impresa locataria per la durata del contratto di locazione ed entrambe le imprese, cedente e locatario, siano autorizzate ad esercitare l'attività di autotrasporto in conto terzi. Mentre per la norma nazionale dell'art. 84 CDS, ferme restando le condizioni sopraindicate, il veicolo locato dovrebbe essere in proprietà dell'impresa iscritta all'Albo degli Autotrasportatori che ha locato il veicolo. Gli autoveicoli ed i rimorchi in leasing sono, infatti, immatricolati a nome del locatore, ma con specifica annotazione sulla carta di circolazione del nominativo del locatario e della data di scadenza del contratto.

A fronte di tale situazione di incertezza normativa, allo scopo di fornire indicazioni univoche a tutti gli operatori di polizia stradale, è stato interessato il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti che si è espresso nel senso di riconoscere l'ammissibilità dell'operazione di locazione ai sensi dell'art. 84 del CDS del veicolo acquisito in leasing [1].

Tale impostazione, del resto, sembra essere avvalorata dalla circostanza che il veicolo acquistato in leasing da un'impresa di trasporto reca sulla carta di circolazione la posizione di iscrizione all'albo degli autotrasportatori dell'impresa locataria e non dell'impresa di locazione finanziaria che, tra le altre cose, non essendo iscritta all'Albo, non potrebbe comunque locare il veicolo che gli appartiene affinché sia utilizzato per trasporti in conto terzi.

Sulla base del parere fornito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, perciò, nessuna sanzione è applicabile all'impresa di autotrasporto in conto terzi che ha acquistato in leasing un veicolo e lo ha ceduto in locazione ai sensi dell'art. 84 CDS ad altra impresa di trasporto, nel rispetto delle condizioni richieste dalla predetta norma. Infatti, nel rispetto delle altre condizioni dettate dalle norme richiamate, l'operazione di locazione è possibile in base alla considerazione che il veicolo in leasing, anche se formalmente non intestato all'impresa che lo loca, è comunque, da questa detenuto con l'esercizio di tutti i poteri del proprietario in ragione della peculiare natura giuridica del leasing [2].

 

* * *

 

Le Prefetture - Uffici Territoriali del Governo, che leggono per conoscenza, sono pregate di voler estendere il contenuto della presente ai Corpi o servizi di Polizia Municipale e Provinciale.

 

IL DIRETTORE CENTRALE

Sgalla

___

[1] Il tema era stato già affrontato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dipartimento per i Trasposti, la navigazione, affari generali e del personale con la circolare 6/17 del 6.6.2017 con la quale sono state dettate disposizioni in materia di rilascio di copie certificate della licenza comunitaria ed in cui è stata riconosciuta la possibilità di rilascio delle suddette copie certificate anche nei confronti di veicoli presi in locazione finanziaria da impresa iscritta all'albo degli autotrasportatori.

[2] Infatti, vi sia una sostanziale identità economica tra il leasing e la vendita con riserva di proprietà e quindi, le norme di riferimento sono riconducibili alla disciplina per la riserva di proprietà. Del resto, come sostenuto anche dalla giurisprudenza della Suprema Corte con indirizzo giurisprudenziale prevalente, il leasing si configura come contratto atipico con causa di finanziamento, contratto al quale si applicherebbero analogicamente le norme sul mutuo.

back to top

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us