Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incentivi all’autotrasporto 2016: il MIT fornisce ulteriori chiarimenti relativi alla misura della...

    Venerdì, 20 Aprile 2018 17:20
  • Corretto fissaggio del carico e corretta gestione privacy: il 4 maggio il Sistema Assotir...

    Venerdì, 20 Aprile 2018 12:54
  • Abruzzo: autotrasporto, imprese e parlamentari uniti contro il caro-pedaggi

    Venerdì, 20 Aprile 2018 12:31
  • Serbatoietti senza autorizzazione comunale e recupero accise: le Dogane chiudono la vicenda

    Giovedì, 19 Aprile 2018 18:24
  • Omesso versamento dei contributi. Nuova precisazione INL sui casi in cui l'"omissione rilevante"...

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 13:29
  • Costi di riferimento: il MIT pubblica quelli per aprile 2018, basati sul costo del gasolio di...

    Mercoledì, 18 Aprile 2018 12:40

Ricerca leggi e norme

  •  

Legge Forense

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI COMANDO GENERALE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO

DECRETO DIRIGENZIALE N. 367/2018

APPROVAZIONE DELLE LINEE GUIDA APPLICATIVE PER LA DETERMINAZIONE DELLA “MASSA LORDA VERIFICATA DEL CONTENITORE” (VERIFIED GROSS MASS PACKED CONTAINER - VGM) Al SENSI DELLA REGOLA VI/2 DELLA CONVENZIONE SOLAS 74, EMENDATA DALLA RISOLUZIONE MSC. 380(94) DEL 21 NOVEMBRE 2014.

 

IL COMANDANTE GENERALE DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO

 

Vista la legge 28 gennaio 1994, n. 84, e successive modificazioni, recante riordino della legislazione in materia portuale, ed in particolare l'art. 3 che attribuisce la competenza in materia di sicurezza della navigazione al Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ed in particolare l'art. 4 relativo alle attribuzioni dei dirigenti;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 febbraio 2014, n. 72, recante riorganizzazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ed in particolare l'art. 13 relativo alle attribuzioni del Comando generale del Corpo delle capitanerie di porto;

Vista la legge 23 maggio 1980, n. 313, relativa alla ratifica ed esecuzione della convenzione internazionale per la salvaguardia della vita umana in mare, adottata a Londra il 1° novembre 1974 e successive modificazioni;

Viste le norme del capitolo VI della Convenzione SOLAS 74 e successive modificazioni ed in particolare quelle contenute nella Regola 2 come emendata dalla Risoluzione MSC. 380(94) del 21 novembre 2014, laddove si stabilisce l'obbligatorietà della determinazione della "massa lorda verificata del contenitore” prima dell'imbarco;

Vista la MSC.1/Circ.1475 del 9 giugno 2014, con la quale TIMO ha adottato le "Linee guida relative alla massa lorda verificata del contenitore” (Guidelines regarding the verified gross mass of container carrying cargo);

Vista la lettera circolare n.3624 in data 10 febbraio 2016 dell'IMO, avente per oggetto "Massa lorda verificata del contenitore - emendamenti alla Regola VI/2 della SOLAS” (Verification of the gross mass of packed containers - amendments to SOLAS regulation VI/2);

Considerato che l'emendamento alla Convenzione SOLAS 74 è entrato in vigore il 1 luglio 2016;

Considerato lo scopo e l’ambito di applicazione del Regolamento (UE) n. 952/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio che ha istituito il codice doganale dell’unione;

Considerato che si è conclusa la fase di pragmatica prima applicazione prevista dalla MSC.1/Circ.1548 del 23 maggio 2016;

Ritenuto necessario procedere ad un aggiornamento del proprio Decreto Dirigenziale n°447 del 5 maggio 2016;

 

DECRETA

Art. 1 (Scopo)

Aggiornare, approvare e rendere esecutive le norme che disciplinano le previsioni della regola VI/2 della Convenzione SOLAS 74 come emendata dalla Risoluzione MSC. 380(94) del 21 novembre 2014, relative alla determinazione della massa lorda verificata del contenitore e le allegate linee guida concernenti le procedure applicative.

Scopo delle linee guida è quello di definire i metodi per la determinazione e la certificazione della massa lorda verificata del contenitore, nonché individuare gli strumenti regolamentari di pesatura ed i requisiti per la certificazione dello shipper, ove richiesto.

Art. 2 (Applicazione)

Il presente Decreto e le relative linee guida allegate si applicano ai contenitori trasportati su unità “impiegate in viaggi internazionali e nel solo caso in cui gli stessi siano trasportati su rotabili.

Ai fini di quanto sopra si intendono:

  1. per navi di tipo Ro/Ro, tutte le unità Roll-on/roll-off siano esse da carico o da passeggeri;
  2. per rotabili, i veicoli su ruote utilizzati come mezzo di trasporto dei contenitori (per esempio trailer, chassis e vagoni ferroviari);
  3. per contenitore quello che sia stato pesato in Italia, indipendentemente dal luogo in cui sia stato caricato e chiuso.

 

Art. 3 (Esclusioni)

Il presente Decreto e le relative linee guida allegate non si applicano ai contenitori trasportati su:

  1. navi Ro/Ro, siano esse da carico che passeggeri, impiegate in brevi viaggi internazionali, qualora i contenitori siano imbarcati su rotabili; e
  2. navi impiegate in viaggi nazionali.

 

Art. 4 (Norme transitorie)

I titolari di Autorizzazione AEO (Sicurezza AEOS - Semplificazioni doganali/Sicurezza AEOC), di cui al Regolamento (UE) n.952/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 9 ottobre 2013, che abbiano già ottenuto l’autorizzazione ad utilizzare il Metodo 2 per la pesatura dei container ai fini della dichiarazione della VGM, in base alle precedenti disposizioni contenute nel Decreto Dirigenziale n. 447/2016, potranno continuare ad utilizzare tale metodo, seppur prive della certificazione di cui al punto 4.1 delle linee guida allegate al presente decreto, a condizione che siano in possesso di procedure aziendali relative alla pesatura conformi al punto 4.2 delle predette linee guida ed esclusivamente fino al 31 dicembre 2018, data entro la quale dovranno adeguarsi alle prescrizioni di cui al citato punto 4.1.

A far data dal 1 gennaio 2019 l’autorizzazione AEO, sia essa "Sicurezza” (AEOS) che “Semplificazioni doganali” (AEOC), sarà intesa esclusivamente quale elemento di facilitazione per l’accesso al metodo 2.

 

Art. 5 (Sanzioni)

Salvo che il fatto non costituisca specifico o più grave reato, ogni riscontrata mendacità nei dati riportati nello shipping document (Dichiarazione VGM) potrà essere considerata, qualora se ne verifichino le condizioni, elemento penalmente rilevante a carico dello shipper ai sensi dell’articolo 483 del codice penale; nel caso lo shipping document sia stato compilato solo parzialmente ma contenga comunque il dato VGM potrà trovare applicazione il disposto dall’art. 1231 cod. nav.

Nel caso di imbarco di un contenitore privo di VGM, si procederà a carico del Comandante della nave ai sensi dell’articolo 1231 cod.nav., in concorso con gli altri attori dell’operazione, fatta salva l’applicazione dell’art. 1215 cod.nav. qualora dall’awenuto imbarco del contenitore si rilevi una compromissione della navigabilità della nave.

L’esito negativo dei controlli di cui al punto 4 delle linee guida, comporta, a seconda della gravità, la sospensione o la revoca dell’iscrizione dello shipper dall’elenco pubblicato dall’Autorità Competente.

Art. 6

(Entrata in vigore ed abrogazioni)

 

Il presente decreto, unitamente al suo allegato ed all’annesso che ne costituiscono parte integrante, è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana ed entra in vigore il giorno successivo a quello di pubblicazione.

È abrogato il Decreto Dirigenziale 5 maggio 2016 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n°110 del 12 maggio 2016.

 

Roma, 9 aprile 2018

IL COMANDANTE GENERALE

 Ammiraglio Ispettore Capo (CP)

Giovanni PETTORINO

back to top

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us