Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Accise: dal 1 al 31 luglio le domande di rimborso per il II trimestre 2017

    Martedì, 27 Giugno 2017 10:33
  • Misure per l'autotrasporto: pubblicato il testo coordinato del D.L. 50/2017 con le modifiche...

    Domenica, 25 Giugno 2017 22:02
  • Mintrasporti con un D.M. del 12/05 recepisce il 4° aggiornamento alla normativa sul trasporto...

    Venerdì, 23 Giugno 2017 17:10
  • Revisioni, immatricolazioni e controlli tecnici su strada: il MIT, con tre decreti, recepisce le...

    Mercoledì, 21 Giugno 2017 17:16
  • Costi di riferimento: il MIT pubblica quelli validi per i trasporti di giugno 2017

    Martedì, 20 Giugno 2017 17:37
  • Responsabile Tecnico dei rifiuti: due nuove delibere definiscono requisiti di capacità...

    Martedì, 20 Giugno 2017 12:09

Ricerca leggi e norme

  •  

Legge Forense

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE

ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI

Direzione generale per il trasporto stradale e per l'intermodalità

Divisione 4

CIRCOLARE N. 3/2012/TSI

Prot. n. 12754-28512

Roma, 28 maggio 2012

OGGETTO:  Regolamento (CE) 1072/2009: Licenze comunitarie per il trasporto internazionale di merci su strada e copie conformi. Ulteriori disposizioni di chiarimento.

Facendo seguito alla circolare n. 1/2011 D.G. T.S.I. del 25 novembre 2011, tenuto conto delle disposizioni emanate con il Decreto del Capo del Dipartimento per i trasporti, la navigazione e i sistemi informativi e statistici 20 aprile 2012, in applicazione dell'articolo 11, comma 6 del decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito nella legge 4 aprile 2012, n. 35, nonché dei chiarimenti resi con la circolare n. 10670, del 30.4.2012 e n. 12029, del 18.5.2012, si rende necessario fornire, per connessione, chiarimenti anche in ordine al rilascio delle licenze comunitarie per il trasporto internazionale di merci.

1. Licenza comunitaria

Come noto, ai sensi dell'art. 4, par. 1, del regolamento n. 1072/2009, per poter ottenere o mantenere la licenza comunitaria, l'impresa deve possedere i seguenti requisiti:

•     avere sede (cioè essere stabilita) in Italia in conformità alla legislazione europea e nazionale;

•     essere abilitata in Italia, in conformità della legislazione europea e nazionale in materia di accesso alla professione di trasportatore di merci su strada, ad effettuare trasporti internazionali di merci su strada.

In ogni caso, per le imprese già attive alla data del 4 dicembre 2011, si sottolinea che:

•     le imprese che, al 4 dicembre 2011, ai sensi della lettera G) della circolare n. 4/2011 del 7 dicembre 2011, applicativa del Regolamento (CE) n. 1071/2009 e del Decreto del Capo Dipartimento 25 novembre 2011, erano prive del requisito dell'idoneità finanziaria e/o professionale, devono aver provveduto a regolarizzare la propria posizione, anche ai fini del trasporto internazionale, nel termine individuato dall'articolo 12, comma 5 del suddetto decreto dirigenziale (sei mesi dall'applicazione del regolamento 1071/2009, quindi entro il 4 giugno 2012);

•     per le imprese che, alla data della presentazione della domanda per l'ottenimento della licenza comunitaria, si avvalgano, nella funzione di gestore dei trasporti, di un soggetto che rientri nella previsione del citato decreto del Capo del Dipartimento 20 aprile 2012, applicativo dell'articolo 11, comma 6 del Decreto legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito con Legge 4 aprile 2012 n. 35, (esperienza decennale), viene considerato, ai sensi dell'articolo 3, comma 3 del decreto del Capo Dipartimento 20 aprile 1012, sussistente il requisito dell'idoneità professionale ai fini dell'esercizio della professione anche in campo internazionale.

A tale fine, è, però, necessario che il soggetto interessato abbia presentato domanda, considerata provvisoriamente quale prova della sussistenza del requisito, per il riconoscimento dell'esenzione dallo svolgimento dell'esame di idoneità professionale in forza di esperienza decennale, ai sensi dell'articolo 2, commi 7 e 8 del citato decreto dirigenziale del 20 aprile 2012 e a condizione che l'istanza presentata da tale soggetto sia riferita al riconoscimento dell'esenzione per il rilascio di un attestato di idoneità professionale valido per il trasporto internazionale;

•     le imprese, iscritte all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi entro il 4 dicembre 2011, e in possesso degli altri requisiti devono dimostrare il possesso del requisito dello stabilimento entro il 4 dicembre 2012, secondo le modalità fissate dal Decreto dirigenziale del 25 gennaio 2012. Tale dimostrazione deve essere stata effettuata, ai fini dell'ottenimento della licenza comunitaria, entro la data di presentazione della domanda di richiesta della stessa.

Si precisa ancora che:

•     le imprese, iscritte all'Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi dopo il 4 dicembre 2011 e prima del 4 febbraio 2012 (entrata in vigore del citato decreto dirigenziale del 25 gennaio 2012), che hanno autocertificato il possesso del requisito dello stabilimento, devono dimostrare tale requisito, entro il 4 agosto 2012, secondo le modalità fissate dal suddetto Decreto dirigenziale del 25 gennaio 2012. Tale dimostrazione deve essere stata effettuata, ai fini dell'ottenimento della licenza comunitaria, entro la data di presentazione della domanda di richiesta della stessa.

•     Le imprese debbono essere in regola con le disposizioni nazionali che disciplinano l'accesso al mercato dell'autotrasporto di merci.

•     Le imprese, ai fini dell'ottenimento della licenza, debbono avere in disponibilità almeno un veicolo o un complesso veicolare avente massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate.

Posto quanto sopra, a partire dal 4 giugno 2012, non verrà più rilasciata, neanche in via provvisoria, la licenza comunitaria alle imprese che rientravano tra quelle già dispensate ai sensi dell'articolo 18, comma 3 del Decreto legislativo n. 395/2000, tra quelle di cui all'articolo 5, comma 1, del Decreto ministeriale n. 161/2005, che hanno ottenuto una valutazione positiva ai fini dell'autotrasporto di merci in campo internazionale dalla Commissione a suo tempo istituita presso il MIT e l'Albo degli autotrasportatori o tra quelle di cui all'articolo 5, comma 2 dello stesso decreto ministeriale, già rientranti nel campo di applicazione dell'articolo 1, comma 2, del Decreto ministeriale n. 198/1991 , a meno che non si siano adeguate alle nuove disposizioni sull'accesso alla professione di autotrasportatore, nell'ipotesi in campo internazionale, o abbiano posto in essere gli adempimenti previsti dalle disposizioni nazionali di attuazione.

Le domande presentate o pervenute all'Amministrazione successivamente alla data della presente circolare verranno istruite in conformità con i contenuti della circolare medesima.

L'Amministrazione si riserva di verificare se tali tipologie di imprese abbiano adeguato la propria condizione per conservare la licenza comunitaria, a suo tempo rilasciata in via provvisoria, anche attivando, nei confronti delle stesse, se del caso in collaborazione con le Province e gli Uffici periferici del MIT, controlli per verificare che esse rispondano in pieno, in base alla normativa vigente, ai requisiti sopra elencati necessari per il mantenimento della licenza stessa.

Si rammenta che, ai sensi dell'articolo 7, paragrafo 2 del regolamento (CE) n. 1072/2009 , l'autorità che ha provveduto al rilascio della licenza comunitaria ne dispone la revoca qualora l'impresa interessata non soddisfi più le condizioni sopra elencate o abbia fornito delle informazioni non veritiere nella compilazione del modulo di richiesta della licenza stessa.

Le domande di richiesta della licenza comunitaria dovranno essere presentate, secondo le modalità e i termini già in uso specificati nella menzionata circolare n. 1/2011, del 25 novembre 2011, par. 2, utilizzando o ricopiando il fac - simile allegato alla presente, rispettandone i contenuti essenziali, che sostituisce quello accluso alla predetta circolare n. 1/2011 (All. 1).

2. Copie certificate conformi della licenza comunitaria e sistema di rilascio informatizzato

Riguardo il rilascio delle copie certificate conformi della licenza comunitaria resta fermo quanto previsto dai punti 3 e 4 della circolare n. 1/2011 del 25 novembre 2011.

Nel caso in cui la richiesta di copia certificata conforme riguardi un veicolo preso in locazione senza conducente, nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale in materia, l'impresa richiedente dovrà esibire una copia registrata del contratto di locazione dalla quale risulti chiaramente la data di scadenza della locazione.

L'Ufficio rilascerà una copia certificata conforme avente come data di scadenza quella prevista dal contratto come termine della locazione, purché quest'ultima sia antecedente,o uguale alla data di scadenza della licenza comunitaria di riferimento. Nel caso, invece, il termine della locazione sia successivo a quello della scadenza della licenza comunitaria, quest'ultima data dovrà essere utilizzata come scadenza anche della copia certificata conforme rilasciata per il veicolo locato.

Nel caso in cui nel contratto sia previsto il rinnovo tacito della locazione, ai fini del rilascio della copia certificata conforme verrà considerata come data di scadenza quella indicata nel contratto come primo termine di scadenza. Per i periodi successivi di durata, sarà cura dell'impresa dimostrare, con dichiarazione sostitutiva di atto notorio da allegare alla domanda di richiesta della copia certificata conforme, il proseguimento fino a data certa della locazione ai fini dell' ottenimento della nuova copia certificata conforme.

Si ricorda ancora una volta che dal 4 dicembre 2011 nessuna copia certificata conforme può essere rilasciata al di fuori del sistema informatico di rilascio di cui al punto 4 della circolare n. 1/2011.

3.   Registro Elettronico Nazionale. Dati relativi alle copie certificate conformi della licenza comunitaria rilasciate prima del 4 dicembre 2011

Con riferimento a quanto richiesto nel punto 5 della menzionata circolare n. 1/2011, sulla base del quale gli Uffici competenti al rilascio delle copie certificate conformi avrebbero dovuto provvedere ad inviare un modulo, in formato excel, contenente i dati relativi ai rilasci effettuati di copie certificate conformi prima del 4 dicembre 2011 e che alla stessa data risultassero ancora in corso di validità, si sollecitano gli Uffici che non vi avessero ancora provveduto, ad inviare, nel più breve tempo possibile, i dati richiesti.

Si ricorda che il modulo da utilizzare è disponibile sul sito di questo Ministero, all'indirizzo http://www.mit.gov.it/  (sezione "Normativa") e che, una volta compilato secondo le istruzioni riportate nel punto 5 della circolare n. 1/2011, dovrà essere trasmesso alla seguente casella di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli Uffici avranno, comunque, cura di non inserire nell'elenco i numeri di riferimento di quelle copie conformi che, alla data di compilazione dell'elenco siano scadute di validità.

Si rappresenta che la collaborazione di tutti gli Uffici interessati è un'attività necessaria in quanto le disposizioni sul Registro europeo delle imprese di trasporto stradale (ERRU), che rappresenta la connessione informatizzata fra i registri Elettronici Nazionali (REN), prevedono obbligatoriamente che i dati delle copie siano presenti nel REN, inclusa l'indicazione del numero di individuazione di ciascuna copia conforme, comprese quelle già rilasciate antecedentemente all'applicazione del Regolamento 1072/2009  e ancora in corso di validità. La mancata inclusione nel Registro di tale dato costituisce una violazione grave delle disposizioni europee.

Eventuali ulteriori informazioni potranno essere richieste ai numeri 06/41584126-20-04.

IL DIRETTORE GENERALE

dott. Enrico Finocchi


 

 

Allegato 1 alla circolare 20.5.2012 n. 3/2012/TSI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Dipartimento per i Trasporti, la navigazione

ed i Sistemi Informativi e Statistici

Direzione Generale per il Trasporto Stradale e per l'Intermodalità

Divisione 4

Via Caraci, 36 - 00157 ROMA

OGGETTO:  Domanda per Licenza Comunitaria per trasporto di merci. Regolamento (CE) n. 1072/2009.

                  

Il sottoscritto ........................................................ nato a ................................................,

il ..........................,

in qualità di titolare o legale rappresentante dell'impresa

..........................................................................................................................................

consapevole delle sanzioni penali, previste in caso di dichiarazioni non veritiere e di falsità negli atti e della conseguente decadenza dai benefici di cui agli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 chiede il rilascio della LICENZA COMUNITARIA per il trasporto di merci (barrare la casella):

 

[ ] Per la prima volta. [ ] Per rinnovo. [ ] Per (specificare) .............................................

 

A tal fine dichiara:

che la suddetta impresa è stabilita in Italia, con sede in .................................................

provincia ....................; via/piazza ....................................................................................

CAP .......................

che è iscritta all'Albo degli Autotrasportatori di ......................, dal ...................................,

con il n. ........................;

che l'impresa è in regola con le previsioni della normativa per l'esercizio della professione di trasportatore su strada nel settore dei trasporti nazionali e internazionali.

In particolare:

per quanto riguarda il requisito dell'idoneità professionale:

[ ]   il gestore dei trasporti, designato presso l'autorità competente, è il sig. ............................................., nato a ......................., il ..................., titolare di attestato di idoneità professionale valido per il trasporto internazionale di merci, rilasciato da ........................................... in data ...............;

  

ovvero:

[ ]   l'attività di gestore per la direzione dei trasporti dell'impresa è svolta dal sig. ...................................................., nato a ....................., il ................., che, avendo maturato la corrispondente esperienza decennale ai sensi del decreto dirigenziale 20 aprile 2012, ha presentato richiesta, il ....................., presso la seguente autorità competente: .................................................................., per l'ottenimento dell'attestato di idoneità professionale valido per il trasporto internazionale di merci in esenzione dall'esame.

  

per quanto riguarda il requisito dello stabilimento:

[ ]   di aver provveduto alla dimostrazione dello stesso mediante la presentazione in data ............... all'autorità competente di dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, resa dal legale rappresentante dell'impresa, ex articolo 47 del D.P.R. n. 445/2000, ai sensi dell'articolo 2, comma 3 del decreto dirigenziale 25 gennaio 2012;

     

che l'impresa ha in disponibilità almeno un veicolo o un complesso veicolare adibito al trasporto stradale di merci avente massa massima a carico ammissibile superiore a 3,5 tonnellate.

Indica, per eventuali comunicazioni all'impresa anche i seguenti recapiti: -> fax: ................, email: ..............................

Dichiara altresì di essere a conoscenza che il rilascio o il rinnovo delle licenze comunitarie previste dal regolamento 1072/2009 è effettuato a titolo provvisorio, con possibilità di ritiro delle stesse in qualsiasi momento, qualora, a seguito delle verifiche disposte, non dovessero risultare soddisfatte tutte le condizioni previste da disposizioni europee e nazionali in materia di accesso alla professione e accesso al mercato.

Data                                                                                                                                                                                                 Firma

       

Il sottoscritto, quale titolare o legale rappresentante dell'impresa, delega, per la trattazione della presente domanda e per il ritiro dei relativi documenti ...................... che accetta.

Firma delegante                                                                                                                                                                                                                    Firma delegato

                                                                                                                                      (per accettazione)

 

Fax del delegato per eventuali comunicazioni:

 

ALLEGARE:

  • attestazione del versamento di € 29,24 (2 x 14,62) su c.c.p. n. 4028 (imposta di bollo sulla domanda + sulla licenza);
  • attestazione del versamento di € 5,16 su c.c.p. n. 9001 (diritti);
  • copia del documento di identità del titolare o del legale rappresentante dell'impresa;
  • originale della precedente Licenza comunitaria (in caso di rinnovo o sostituzione).

 

back to top

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815

centralinista3

Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.

Richiesta informazioni

autorizzo al trattamento dei dati personali (d.lgs 196/03)
Inviami una copia
Find us on Facebook
Follow Us