Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Civitavecchia, grande successo per il lancio della Carta dei Servizi

Il rilancio di Civitavecchia come snodo centrale per l'economia locale e nazionale, di questo si è discusso al convegno promosso da Assotir dal titolo “Autotrasporto e Portualità: Analisi e Propostenella Sala Convegni dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale (totalmente gremita per l’occasione), lo scorso sabato 23 marzo 2019.

Si è trattato di un vero e proprio tavolo di confronto moderato da Massimo De Donato, direttore della rivista TIR, tra operatori del settore, personalità della politica e delle istituzioni.

Durante i lavori della mattinata Patrizio Loffarelli, rappresentante di Assotir al tavolo di partenariato dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale, ha presentato la proposta promossa dalla nostra Associazione per rilanciare il Porto di Civitavecchia: la Carta dei Servizi.

Vogliamo essere protagonisti di nuove proposte, concrete e progettuali, che è necessario condividere con tutti gli attori di questa partita. E per farlo abbiamo necessariamente bisogno di uno scambio e supporto continuo con tutte le categorie, a cominciare anche dalle istituzioni”, ha commentato Loffarelli.

La Carta dei Servizi, che rappresenta una vera novità nel panorama portuale italiano farà di Civitavecchia il primo porto del nostro Paese a dotarsene. Si tratta di un documento redatto tra le parti (vale a dire da tutti gli anelli della filiera logistica)  basato su dati oggettivi al fine di garantire tempi certi di consegna delle merci.

Se è vero che un porto diventa competitivo quando i suoi servizi, sia privati che pubblici, riescono a soddisfare le esigenze della committenza, con questo documento lanciato da Assotir e che presenteremo al Governo, alle autorità locali, regionali e all’Autorità di Sistema Portuale, saremo finalmente in grado di capire l’andamento dell’intera filiera, con i suoi punti di forza ed eventuali punti di debolezza, al fine di migliorarli e far raggiungere loro quegli standard qualitativi che il mercato richiede”, ha dichiarato Loffarelli.

Dopo l’intervento di Patrizio Loffarelli è stata la volta del Sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino, che ha posto l’accento sull’importanza della competitività che il Porto deve possedere per poter sviluppare la realtà portuale ed economica di Civitavecchia al fine di garantire politiche industriali efficienti sia per i lavoratori che per i consumatori. A tal proposito è necessario -secondo Cozzolino - intervenire nell’ambito delle infrastrutture, da pensare e realizzare in modo sensato e opportuno. “Bisogna fare in modo che una pianificazione fatta ora non venga realizzata tra 20 anni, quando ormai sarà vecchia e obsoleta. E’ perciò necessario che ognuno faccia la sua parte, garantendo vicinanza con le istituzioni e tra le istituzioni stesse”.

Dalla Regione Lazio, invece, sono arrivate rassicurazioni anche per quanto riguarda la cosiddetta  "Tav del mare". “La superstrada Civitavecchia-Orte non è bloccata dal momento in cui il Tar non ha proceduto con la sospensive nel rimandare il giudizio alla Corte Europea. Questo vuol dire che si va avanti, in attesa del pronunciamento dell’Europa" - ha spiegato Mauro Alessandri, Assessore ai Lavori Pubblici Tutela del Territorio Mobilità della Regione Lazio. Per quanto riguarda, invece,  i 472 milioni stanziati per completare i 18 km che mancano da Monte romano alla A12, l'Assessore ha rassicurato e confermato: "Sono pronti per essere spesi". 

Rinnovato, allo stesso modo, anche l’impegno della Regione preso per lo stanziamento dei 300mila euro a favore dei trasportatori che sono costretti a percorre il tratto autostradale Santa Marinella – Civitavecchia.

Di competitività del Porto e di iniziative da intraprendere ha parlato anche Francesco Maria Di Majo, Presidente AdSP Tirreno centro-Settentrionale:In un mercato che sta diventando sempre più competitivo, sulle infrastrutture stiamo portando avanti iniziative molto importanti per rendere il Porto di Civitavecchia all’avanguardia e in grado di relazionarsi e affrontare al meglio la concorrenza”. Sotto questo profilo Di Majo ha posto l’attenzione sulla realizzazione del nuovo pontile (che prenderà forma in parallelo a quello attuale) e che, dal costo di circa 8milioni di euro finanziati in parte dalla Banca Europea per gli investimenti e in parte dal contributo a fondo perduto dell’UE, rappresenta il primo progetto vinto da una autorità portuale all’interno del bando a cui fa riferimento: ”Questo nuovo pontile rappresenta un intervento molto significativo posto in essere in sinergia con  Barcellona per creare una infrastruttura ancora più funzionale e intensa per il collegamento tra Civitavecchia e la città spagnola”.

Infine, l’intervento conclusivo dei lavori del convegno è stato presentato dal Segretario Generale di Assotir, Claudio Donati, che ha parlato di potenzialità non sfruttate dalla realtà portuale di Civitavecchia e voglia di rilancio grazie anche alla Carta dei servizi: “Dobbiamo ricordarci che su 10 container diretti sul mercato romano solamente due approdano a Civitavecchia mentre gli altri 8 sono diretti versi altri lidi come Livorno, Napoli e Salerno”.

Proprio per questo – ha proseguito Donati - Civitavecchia è pronta ad aprire una fase nuova e gli autotrasportatori che lavorano in questa realtà sono altrettanto pronti a giocare un ruolo da protagonisti, per questo la Carta dei Servizi rappresenta una proposta che nasce da qui ma che può rivelarsi utile per tutte le realtà portuali del nostro Paese. Bisogna superare la vecchia logica degli interessi individuali e ragionare in una logica di sistema. Una sfida impegnativa – ha concluso Donati - ma necessaria per far ripartire l’economia non solo locale”.

Di seguito alcune foto della mattinata

  

Ultima modifica il Martedì, 26 Marzo 2019 15:04

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.