Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

Limiti alla circolazione di A24-A25, Assotir a Carsoli per chiedere chiarezza

Si è svolto nella mattinata di venerdì 26 ottobre 2018 l’incontro tra Assotir (insieme ad altre Associazioni dell’autotrasporto italiano) e il sindaco di Carsoli (AQ), Avv. Velia Nazzaro, portavoce dei sindaci dei comuni abruzzesi e laziali interessati dalla vicenda riguardante le annunciate limitazioni al traffico sugli 87 viadotti, dei 395 complessivi, che fanno parte del tratto autostradale A24 -A25, gestita dal concessionario Strade dei Parchi.

Nella riunione il gruppo dirigente di Assotir composto dal Segretario Generale, Claudio Donati, Roberto Di Berardino, Responsabile Assotir de L’Aquila e Federico Di Carlo, componente del Consiglio Nazionale Direttivo, hanno esposto le problematiche riguardanti gli autotrasportatori che tutti i giorni si trovano a percorrere le arterie della Strada dei Parchi.

Il punto sul quale ha posto l’accento il Segretario Donati è stato la necessità di avere certezze sulla sicurezza dell’infrastruttura autostradale, affermando che deve essere diritto di tutti gli utenti della A24 – A25 conoscere la verità sullo stato di salute dei tratti considerati.

Tutto ciò al fine di porre limitazioni alla circolazione qualora ci fossero rischi seri per la stessa oppure, viceversa, dare la possibilità a tutti, autotrasportatori compresi, di percorrere serenamente le arterie della Strada dei Parchi, che ricordiamo rappresentano le uniche infrastrutture che collegano efficacemente il medio versante adriatico con Roma ed il Tirreno e rappresentano l'unico sbocco al mare per i traffici da e per l'Abruzzo interno.

Il tutto senza generare, ha ricordato ancora Donati, degli ulteriori aggravi sulle tariffe dei pedaggi autostradali a partire dal 1° gennaio 2019, qualora si opti per la via delle limitazioni al traffico con conseguente diminuzione dello stesso. Tutto ciò anche a fronte del risultato ottenuto, a seguito della protesta delle Associazioni e dei Sindaci, dello scorso 19 settembre quando, dopo la protesta sotto la sede del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, da parte dei primi cittadini dei comuni di Lazio e Abruzzo, Toninelli decise di abbassare le tariffe dei pedaggi autostradali per la A24 -A 25 del 12,9% ,riportandoli così ai valori antecedenti l’aumento sconsiderato di inizio anno.

Intanto, a proposito di risposte, proprio il concessionario Strade dei Parchi, mentre avveniva l’incontro tra Associazioni di categoria ed il Sindaco di Carsoli, emanava un comunicato ufficiale dal proprio portale online nel quale dichiarava che il provvedimento di limitazione al traffico pesante veniva adottato per rispetto istituzionale in quanto ‘ritenuto adeguato’ dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, anche al fine di evitare ulteriori inutili allarmismi, che stanno creando gravi quanto immotivate preoccupazioni negli automobilisti scossi e quotidianamente confusi da un bombardamento di “allarmi irresponsabili””, ricordando anche che:Non esistono timori sulla tenuta statica delle opere e per la sicurezza degli automobilisti”.

Ricordiamo che, al momento, le limitazioni previste interessano tutti i mezzi pesanti superiori alle 3,5 ton e riguardano:

il divieto di sorpasso, l’obbligo di distanziamento di 50 m sulla corsia di marcia, il divieto di sosta e fermata sulla corsia di emergenza dei viadotti delle autostrade A24 ed A25 ed infine il divieto di transito per tutti i veicoli e/o trasporti eccezionali di peso superiore a 44 tonnellate sulle medesime opere d’arte (le autorizzazioni già rilasciate per convogli con massa superiore sono sospese).

A fronte di ciò, quindi, in virtù di richieste di incontro, da parte dei sindaci abruzzesi e laziali con Toninelli, ad oggi disattese, il Sindaco di Carsoli si è fatta portavoce anche delle istanze degli autotrasportatori chiedendo un ulteriore incontro al Ministro che, se non troverà accoglimento, sfocerà in una giornata di protesta sotto la sede del MIT il prossimo 31 ottobre.

   

Ultima modifica il Venerdì, 26 Ottobre 2018 20:37

Contatti


Sede Nazionale

Via Santa Caterina Albanese, 14 - 00173 Roma 
Telefono. +39 067221815 • Fax +39 0672960490 
C.F. 97057920585 • P.IVA 09422431008
Termini e condizioni d'utilizzo

Tutte le sedi 

Redazione e contenuti portale web: M. Sarrecchia

Call-Center

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero

06 7221815

Siamo su Facebook

© 2018 ASSOTIR. All Rights Reserved. Designed By Papesolution

Please publish modules in offcanvas position.