Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Incidente Borgo Panigale: dichiarazione del Segretario di Assotir, Claudio Donati

    Martedì, 07 Agosto 2018 13:32
  • Incentivi autotrasporto 2018, chiarimenti del MIT sulla incentivabilità dei veicoli CNG superiori...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 13:12
  • Bielorussia – Russia: aggiornamento sul blocco del transito al confine bielorusso del 1° agosto...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 12:43
  • Localizzazione dei veicoli aziendali tramite GPS: il Garante della privacy interviene in merito...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 11:26
  • Tracciabilità del pagamento delle retribuzioni: l’INL chiarisce che ne sono esenti gli anticipi di...

    Venerdì, 03 Agosto 2018 09:58
  • Certificato medico di malattia online e visite fiscali: l’Inps ha pubblicato sul proprio sito...

    Giovedì, 02 Agosto 2018 17:32

AVVISO A TUTTI I NOSTRI LETTORI

Differito a settembre il fermo nazionale dell’autotrasporto: questa la decisione presa da Unatras a seguito dell’incontro avuto con il Governo

Il Fermo nazionale dell’autotrasporto, previsto dalle 00.00 di lunedì 6 agosto alle ore 24.00 di giovedì 9 agosto 2018, è stato differito all’ultima settimana del prossimo settembre. Questa è la decisione maturata da Unatras (Unione Nazionale delle Associazioni dell’Autotrasporto merci) a seguito dell’incontro avuto, nel pomeriggio di giovedì 26 luglio 2018, con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Danilo Toninelli, e il sottosegretario Edoardo Rixi.

Leggi Tutto

Pacchetto mobilità: il Parlamento europeo stoppa la Commissione. Su tempi di guida, cabotaggio e distacco dei conducenti la decisione è rinviata a luglio

Postato in News

Europa FlagIl Parlamento Europeo, nella sessione odierna svoltasi a Strasburgo ha respinto la proposta della Commissione Trasporti di avviare immediatamente i negoziati con i ministri dell'Ue sui 3 rapporti elaborati dalla Commissione  sul Pacchetto Mobilità e dei quali abbiamo dato notizia nei giorni scorsi.

E' bene tuttavia chiarire che il voto di ieri del Parlamento europeo è anche il frutto della spinta dei Parlamentari del cosiddetto "Blocco di VISEGRAD" ad ottenere su questi punti la cancellazione delle, sia pur troppo timide, limitazioni che la Commissione TRAN aveva introdotto.

Non di una vittoria occorre quindi parlare, ma solo di una ulteriore fase dell'aspro confrontotra quanti - Paesi dell'Alleanza della Strada e Sindacati dei lavoratori europei - spingono per un trasporto internazionale più trasparente e sicuro, per il controllo e la limitazione di ogni misura di dumping sociale e per un lavoro degli autisti meglio tutelato e quanti invece - il Blocco di Visegrad, in modo particolare - che punta invecead una totale liberalizzazione che - alla luce dei macroscopici squilibri di costi operativi e, soprattutto, dei costi contributivi, esistenti tra Est ed Ovest dell'Europa, rischierebbe di determinare la totale ed irreversibile sconfitta dell'autotrasporto occidentale e delle sue imprese.


In particolare  la proposta di respingere il testo della Commissione sul distacco dei conducenti è stata approvata con 343 sì, 263 no e 24 astenuti.

La proposta sul riposo dei conducenti è stata respinta da 428 voti contro i 185 a favore e 9 astenuti, ed infine le proproste di misure contro le pratiche illegali nei trasporti hanno raccolto 231voti, mentre i contrari a procedere sono risultati 371 e 16 gli astenuti

Ciò significa che non soltanto non sarà possibile procedere nella negoziazione con la Commissione Europea e con il Consiglio dei Ministri degli Stati membri, ma che tutta la partita si riapre e tutti i possibili emendamenti potranno essere ripresentati sulle tre relazioni.

A questo punto tutto sembra essere rinviato, molto probabilmente, alla sessione plenaria del Parlamento europeo che si terrà a luglio e, da parte nostra e dell'intera UETR, le imprese di autotrasporto si attendono l'impegno massimo di tutti i parlamentari

  • per contrastare il dumping sociale;
  • affinché venga mantenuta l'attuale regola del cabotaggio;
  • sia vietato in ogni caso il riposo in cabina;
  • venga mantenuto l'attuale impostazione di organizzazione del lavoro;
  • sia permesso il rientro degli autisti a distanza di 2 ore da casa;
  • venga applicato il regime del distacco anche ai trasporti internazionali

 

Divieti di circolazione: le Associazioni chiedono un incontro ai Ministeri dei Trasporti e dell' Interno per discutere sul riconoscimento delle autorizzazioni in deroga agli autotrasportatori negate da alcune Prefetture

Postato in News

associazioniCon lettera sottoscritta nella giornata di venerdì 8 giugno 2018, le Associazioni delle imprese di autotrasporto hanno chiesto un incontro urgente al Direttore generale per la sicurezza stradale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dott. Virginio di Battista, e al Direttore del Servizio di Polizia Postale del Ministero dell’Interno, Dott. Giovanni Busacca.

Il tema sul quale le Associazioni firmatarie della missiva vorrebbe poter discutere urgentemente, con i due direttori sopramenzionati, riguarda sostanzialmente il comportamento che alcune Prefetture stanno tenendo nei confronti degli autotrasportatori, continuando a negare loro le autorizzazioni in deroga nei giorni di divieto, nonostante quanto chiaramente contenuto nella sentenza del TAR del Lazio relativa al ricorso, presentato in materia, da parte del Codacons.

Passaggi a livello: l'UIC/IRU indica come comportarsi in caso di emergenza

Postato in News

sicurezza ai passaggi a livelloA seguito del lavoro in seno ad uno dei Gruppi di Lavoro dell'UNECE, è stato elaborato dall'UIC/IRU, con il contributo fattivo del rappresentante del Min istero delle Infrastrutture e Trasporti italiano, dott. Massimo Costa, un manualetto di comportamento per gli autisti di veicoli merci che dovessero trovarsi in situazioni di emergenza durante l'attraversamento dei passaggi  livello ferroviari.

Il consiglio contenuto nel manualetto - che alleghiamo - è assai semplice: abbattere le barriere e lasciare libera la strada ferrata.

La questione è, come si comprende, assai attuale, ove si pensi ai tragici effetti dell'incidente che ha visto, nelle scorse settimane, un veicoolo per il trasporto eccezionale che è rimasto intrappolato tra le sbarre di un passaggio a livello e che ha fatto stacolo al treno che sopravveniva, con le drammatiche conseguenze in temini di perdite di vite umane.

Un segnale apposito, che si sta decidendo a seguito della azione Italiana, verrà probabilmente incluso a livello di segnaletica ONU

Trasporti eccezionali: la Regione Lombardia - come già hanno fatto Veneto, Emilia e Friuli - attiva la piattaforma per la verifica online della adeguatezza strutturale delle proprie strade

Postato in News

trasporto eccezionale diciamoLa Regione Lombardia ha attivato la piattaforma online “Trasporti Eccezionali” con l’obiettivo di semplificare le procedure autorizzative di rilascio delle autorizzazioni per la circolazione di veicoli eccezionali e trasporti in condizione di eccezionalità, nonché delle macchine operatrici eccezionali e delle macchine agricole eccezionali sulla rete stradale regionale.

Un analogo servizio è già operativo in Veneto (città metropolitana di Venezia e Veneto strade), Emilia-Romagna (tutte le Province) e Friuli Venezia Giulia (per le strade gestite dalla Regione); per maggiori ragguagli su questo aspetto, si rinvia alla consultazione della pagina http://trasportoeccezionale.net/enti-partecipanti/.

La presenza di cartografie/elenchi strade pubblicate dalle Province interessate dal transito eccezionale, non sostituisce l’autorizzazione ma soltanto il nulla osta/parere che l’ente autorizzante deve altrimenti acquisire. Ovviamente, a condizione che il trasporto sia compatibile con le caratteristiche delle strade riportate nei documenti predetti, altrimenti il rilascio del nulla osta diventa indispensabile.

Attualmente la piattaforma lombarda è attiva per la Città Metropolitana di Milano le province di Como, Brescia, Lodi, Mantova, Monza e Brianza e Varese.

La Commissione trasporti del Parlamento Europeo vota per un mercato dell'autotrasporto più trasparente ed equilibrato

Postato in News

parlamento europeoNel pomeriggio di lunedì 4 giugno, la Commissione Trasporti del Parlamento Europeo ha votato la prima parte del Pacchetto Mobilità, quella che riguarda le condizioni di lavoro nel settore dell'autotrasporto.

La Commissione ha introdotto sostanziali modifiche alle attuali norme sui tempi di riposo, sul cabotaggio e sul distacco transnazionale.

Il testo approvato rappresenta, per l’appunto, un compromesso, ma cero un compromesso non disprezzabile. Spetta ora alle Associazioni dell’autotrasporto vigilare per evitare ritorni indietro e rigurgiti nazionalistici, oltre che per tentare di andare ancora più avanti nella realizzazione di condizioni di concorrenza leale e di mercato trasparente e sicuro.

Per quanto ci riguarda, come ASSOTIR, valuteremo, già il giorno 8 giugno, a Bruxelles, nell’ambito dell’Assemblea dell’UETR – l’Associazione delle PMI europee dell’autotrasporto di cui la nostra Associazione è componente – come portare avanti l’iniziativa e contrastare eventuali tentativi di ritorno indietro o di “impaludamento” delle nuove norme in una defatigante trattativa tra Parlamento Europeo e Governi nazionali.

Ora, tuttavia, per diventare Legge, il testo approvato dalla Commissione Trasporti dovrà ottenere l'approvazione della seduta plenaria del Parlamento – il che non dovrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile – ma soprattutto dovrà essere discusso con il Consiglio dei Trasporti, l’organismo che, comprendendo i rappresentanti diretti dei diversi Governi dei Paesi dell’Unione, potrebbe divenire un ostacolo assai arduo per l’introduzione di norme che, da alcuni dei Paesi membri vengono viste con totale disfavore in quanto le si imputa di voler limitare la concorrenza tra sistemi-Paese e perpetuare una artificiale difesa di prerogative e condizioni di esercizio da parte dei Paesi più ricchi dell’Europa Occidentale.

A fronte di ciò, ovviamente, la preoccupazione dei Paesi occidentali appartenenti alla Road Alliance, che ogni ulteriore cedimento rispetto a quanto ottenuto nel confronto in Commissione Trasporti, possa rappresentare un avallo a pratiche di dumping e di ipersfruttamento della forza lavoro anche a scapito della sicurezza stradale.

Ma veniamo ai contenuti del testo approvato dalla Commissione Trasporti:

 


servizi

NEWS INFRASTRUTTURE

RACCORDO DI CASALECCHIO: RIAPERTO IL TRATTO IN ENTRAMBE LE DIREZIONI

 Autostrade per lItalia logo

RIAPERTO IL TRATTO IN ENTRAMBE LE DIREZIONI

Permane la chiusura della Tangenziale di Bologna tra gli svincoli 2 e 3 in direzione della A14

Roma, 7 agosto 2018 - A seguito delle verifiche proseguite per tutta la notte da parte dei tecnici di Autostrade per l’Italia, che hanno confermato la transitabilità del tratto nella carreggiata opposta a quello crollata, alle ore 09:25 è stato riaperto il Raccordo di Casalecchio in entrambe le direzioni.

L’obiettivo di far riprendere il più rapidamente possibile la circolazione è stato raggiunto predisponendo uno scambio di carreggiata, che consente agli utenti provenienti da Firenze di raggiungere la A14 tramite una corsia in deviazione sulla carreggiata opposta.

Riaperto anche il tratto di Tangenziale compreso tra gli svincoli 2 e 3 in direzione dell'A1, tratto che rimane invece chiuso in direzione di dell'A14.
Al momento non si registrano disagi alla circolazione.

Si ricorda che la deviazione in atto non riguarda coloro che dalla A1 provenendo da Milano sono diretti verso la A14, e viceversa, il cui percorso resta quindi inalterato.

Leggi tutto...

GRAVE INCIDENTE STRADALE VERIFICATOSI SUL RACCORDO AUTOSTRADALE BOLOGNA CASALECCHIO. AGGIORNAMENTO CONDIZIONI VIABILITÀ

viabilità italia per sito

COMUNICATO STAMPA

7 Agosto 2018, ore 10.30

In merito al grave incidente stradale verificatosi ieri alle ore 13.50 circa, si segnala la riapertura di alcuni assi stradali come di seguito indicato.

Il Raccordo autostradale di Casalecchio, tra Bologna Casalecchio ed il bivio con la A14 Bologna-Taranto è stato riaperto in entrambe le direzioni di marcia, tramite uno scambio di carreggiata con doppio senso di circolazione nella carreggiata non interessata dall’incidente di ieri.

Aperta anche la Tangenziale di Bologna tra gli svincoli 3 “Ramo Verde” e 2 “Borgo Panigale” verso la A1 Milano-Napoli, mentre resta chiusa in direzione della A14.

Ministero dell’Interno – Viabilità Italia – via Tuscolana 1556 -00173 Roma - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us