Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser o chiudi questo banner, acconsenti all’uso dei cookie.

  • Trasporto rifiuti, arrivano nuovi aggiornamenti dei quiz relativi all’esame per ottenere il titolo...

    Giovedì, 19 Luglio 2018 12:32
  • Distacco internazionale e cabotaggio: fino all'adeguamento del software di Minlavoro non è...

    Mercoledì, 18 Luglio 2018 15:47
  • Incentivi all’autotrasporto 2018: pubblicati in G.U i decreti che permettono alle imprese...

    Martedì, 17 Luglio 2018 16:06
  • Deduzioni forfettarie e recupero del contributo al Sistema Sanitario Nazionale, pubblicati da MEF...

    Martedì, 17 Luglio 2018 11:03
  • Nuova Direttiva sul distacco intra-UE. Pubblicata in G.U. ma non si applica all'autotrasporto

    Lunedì, 16 Luglio 2018 16:09
  • Mit: disponibile la nuova edizione del Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti...

    Lunedì, 16 Luglio 2018 15:23

AVVISO A TUTTI I NOSTRI LETTORI

Cartello Produttori Autocarri: le Associazioni italiane dell'Autotrasporto in campo con un'azione collettiva risarcitoria senza costi ne' rischi per le imprese interessate

 Le Associazioni Italiane degli Autotrasportatori ANITA, ASSOTIR, CONFARTIGIANATO TRASPORTI, FAI, FIAP, UNITAI, SNA CASARTIGIANI sono scese in campo per aiutare i propri associati ad essere risarciti del danno da sovrapprezzo causato dal cartello dei produttori di autocarri, già sanzionati il 19/07/2016 dalla Commissione Europea.

Leggi Tutto

Unatras scrive al Ministro Toninelli:"Autotrasporto verso il fermo se non ci saranno risposte"

4 luglio 2018 COMUNICATO STAMPA   UNATRAS SCRIVE AL MINISTRO TONINELLI “AUTOTRASPORTO VERSO IL FERMO SE NON CI SARANNO RISPOSTE”   “In assenza di soluzioni concrete da parte del Governo, la nostra risposta sarà il fermo dell’autotrasporto”. Lo scrive nero su bianco Unatras, l’Unione delle più rappresentative federazioni del trasporto su gomma, in una lettera inviata oggi al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. “A più di un mese di distanza dal Suo insediamento alla guida del dicastero dei Trasporti e dall’invio delle nostre ripetute richieste di incontro per la pronta risoluzione delle problematiche segnalate - scrive Unatras - siamo costretti a constatare la totale indifferenza di questo Governo nei confronti della categoria dell’autotrasporto merci”.

Leggi Tutto

Il posto di ASSOTIR è nel Comitato Centrale dell'Albo dell'autotrasporto. Lo ha ribadito ieri, per l'ennesima volta, il Consiglio di Stato

Postato in News

ASSOTIR LOGO 2017"Ci deve pur essere un Giudice a Berlino", diceva tra sé quel mugnaio di Postdam che, di fronte all'impossibilità di ottenere giustizia nei tribunali locali, decise di rivolgersi a quello della Capitale prussiana per veder riconosciuti i suoi giusti diritti che un nobile locale aveva messo più volte in discussione.

E che un giudice nella Capitale dovesse pur esserci, in grado di tutelare i giusti diritti di ASSOTIR, lo aveva ben presente anche Anna Vita Manigrasso, Presidente nazionale dell'Associazione, firmando il ricorso che ha portato ieri il Consiglio di Stato a sospendere la decisione assunta nei mesi scorsi dal TAR del Lazio ed a ribadire, per l'ennesima volta, il diritto di ASSOTIR a continuare nell'azione di tutela delle imprese di autotrasporto svolta, con i propri rappresentanti, in seno al Comitato Centrale per l'Albo Nazionale dell'Autotrasporto.

 

Che peraltro questo fosse un giusto diritto dell'Associazione costruito in oltre dieci anni di iniziative a favore della categoria, sono stati in pochi a metterlo davvero in dubbio.

Non lo hanno certo messo in dubbio, ovviamente, gli amici di Conftrasporto e dell'UNATRAS; ma neppure i rapprentanti delle altre Associazioni datoriali dell' autotrasporto con cui ASSOTIR, in questi mesi, ha condiviso le responsabilità di dare tutela e voce alle imprese italiane del settore in complesse e difficili vicende che hanno costretto non soltanto le PMI, ma l'insieme delle imprese del settore a difendere il diritto dell'autotrasporto italiano a recuperare le condizioni in grado di consentirgli di combattere - ad armi pari - la sfida dell'integrazione del mercato del trasporto europeo.

Di fronte ad un Pacchetto Europeo che rischia di indeblire ulteriormente i sistemi imprenditoriali del vecchio Continente nei confronti dell'aggressività dei nuovi membri della UE, forti di una differenza di costi di gestione che finisce per caratterizzare come dumping sociale la loro volontà di espandere la propria presenza sui mercati dei Paesi occidentali dell'Unione, ASSOTIR ha lavorato insieme agli amici di CNA FITA e Confartigianato Trasporti in seno all'UETR per giungere a far esprimere all'Associazione europea una posizione equilibrata e capace di garantire i diritti di tutti, vecchi e nuovi membri dell'Unione, sulla base di parametri di trasparenza, legalità e salvaguardia della sicurezza della circolazione e dei diritti dei lavoratori come di ogni addetto.

E fianco a fianco alla FIAP, alla FAI, all'UNITAI ed alle altre Associazioni del settore, Assotir ha svolto, con piena e pari dignità, il proprio ruolo per cercare di giungere - dopo mesi e mesi di trattative e momenti di acuta tensione, come quelli che si stanno vivendo proprio in queste ore a seguito dello scipoero indetto dalle OOSS dei lavoratori -  ad un soddisfacente rinnovo del CCNL, in cui il riconoscomento delle aspirazioni dei lavoratori si conighi con la possibilità per le aziende di sfruttare tutti i possibili strumenti rganizzativi ed economici per non risultare perdenti di fronte alla sempre più agguerrita concorrenza internazionale.

Ma il ruolo di ASSOTIR, a ben vedere, non è stato neppure messo in discussione dalle espressioni più avvertite del mondo istituzionale e della stessa Amministrazione che hanno imparato, nel corso di un confronto ultradecennale, ad apprezzare le posizioni responsabili e la tenacia con cui ASSOTIR svolge il proprio ruolo a difesa degli interessi non soltanto delle imprese associate, ma di tutto l'autotrasporto italiano.

Quella del Consiglio di Stato di ieri, quindi, la intendiamo come la presa d'atto di una realtà che nessuno dovrebbe porre ulteriormente in dubbio. Il Giudice di Berlino, che ha trovato casa nel magnifico Palazzo Spada di Roma, ha, speriamo deifnitivamente, chiuso una partita protrattasi sin troppo a lungo.

E invece c'è da tornare rapidamente a concentrarci su questioni assi più serie. Lo faremo già tra poche settimane, nel nostro III Congresso nazionale, che si terrà a Roma il prossimo 25 novembre. Sarà lì, come ci ricorda il Segretario Generale DONATI nel suo editoriale, che occorrerà sforzarci di indicare come e con quali argomenti, far fronte alle sfide che si parano davanti all'autotrasporto italiano e dare risposte alle esigenze - ad iniziare da quella di una giusta remunerazione della propria attività - che ci vengono ogni giorno, dal corpo vivo delle imprese italiane dell'autotrasporto che oggi, con l'autorevole avallo del Consiglio di Stato, abbiamo l'onore e l'onere di rappresentare.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 


servizi

NEWS INFRASTRUTTURE

Germania: scatta il 1 luglio il pedaggio su altri 25000 km di strade statali, per i veicoli >7,5 ton.

in germaniaIl 1° luglio 2018, come avevamo informato nello scorso aprile i nostri lettori, i trasportatori con veicoli industriali con massa complessiva da 7,5 tonnellate che vorranno percorrere oltre 40.000 chilometri di 

Questo significherebbe un sovraccosto, che, solo per questa voce di costo, costringerebbe ogni impresa di autotrasporto, per una percorrenza di 120.000 km, a mettere in bilancio  circa 9500 euro in più, in parte dovuti all’estensione del chilometraggio delle strade pedaggiate e in parte all’aumento dei pedaggi che, dal 1° gennaio 2019 è già stato previsto dal Governo federale.

Da parte sua il ministero dei Trasporti di Berlino prevede che l'estensione del Maut del prossimo luglio causerà alle imprese un aumento dei costi di circa due miliardi, che diventeranno due miliardi e mezzo con gli aumenti del 2019.

Tenendo conto che, secondo quanto riportato da siti autorevoli, il costo dei pedaggi corrisponde ad un 10%dei costi operativi di un’impresa si tratta ora di verificare se e come i colleghi tedeschi riusciranno a ribaltare sui propri committenti tali notevolissimi aumenti di costo, con il rischio che risulti ancor più conveniente, per le committenze tedesche, affidarsi ai trasportatori di quei Paesi che possono compensare gli aumenti dei costi per i pedaggi con il permanere di costi per il personale assolutamente impensabili per le imprese dell’occidente europeo.

Traforo del Monte Bianco, per lavori di manutenzione dal 17 aprile scattano le interruzioni del traffico

traforo monte biancoGli amici di Unostra (Associazione delle piccole e medie imprese di autotrasporto francesi, membra come Assotir dell’UETR) ci informa che il GEIE TMB (Gruppo Europeo di Interesse Economico del Traforo del Monte Bianco), a causa di lavori di manutenzione, ha comunicato che il traforo resterà chiuso dalle ore 20,30 di martedì 17 aprile 2018 fino alle ore 6,00 di sabato 21 aprile 2018 per un totale di 9,30 ore giornaliere di interruzione del traffico.

I lavori proseguiranno anche nel weekend e più nello specifico dalle ore 23,30 di sabato 21 aprile fino alle ore 13,00 di domenica 22 aprile 2018 per un totale di 13 ore di chiusura totale del Tunnel. Per ulteriori informazioni alleghiamo il comunicato di GEIE -  TMB.

NEWS SERVIZI

Privacy e sicurezza dei dati: Trasfoservice offre alle aziende soluzioni di qualità in materia del nuovo Regolamento Europeo 2016/679

privacyIl nuovo Regolamento Europeo 2016/679 in materia di protezione dei dati personali ha mutato profondamente la normativa precedente e prevede che a partire dal 25 maggio 2018, le misure siano implementate in tutte le aziende che gestiscono dati relativi ai cittadini dell’Unione Europea, in qualsiasi Paese sia basata l’organizzazione.

L’inosservanza delle norme comporta gravi sanzioni, che possono arrivare fino al 4% del fatturato globale annuo dell’impresa.

Leggi tutto...

Geolocalizzazione e gestioni dati Cronotachigrafo, il Sistema Assotir offre risposte concrete alle esigenze degli autotrasportatori

geolocalizzazioneIl sistema Assotir è in grado di dare una efficace risposta alle esigenze di gestione della flotta automezzi con l’adozione di software e apparati, a costi di noleggio mensile, estremamente contenuti che permettono sia la geolocalizzazione che lo scarico e la gestione dei dati del cronotachigrafo.

Leggi tutto...

Capacità Professionale, Trasfoservice organizza un nuovo corso a partire dal prossimo 2 luglio 2018

logo trasfoTrasfoservice 2001 Srl a Socio Unico, società facente parte del Sistema Assotir, organizza un nuovo corso per ottenere l’idoneità professionale per svolgere il ruolo di Gestore dei Trasporti in tutte quelle imprese che operano sul mercato con un parco veicolare fino a 3,5 tonnellate.

Il corso, di 74 ore complessive, si svolgerà presso la nostra sede sita in Via Santa Caterina Albanese 8, 00173 Roma, a partire dal 2 luglio 2018.

Leggi tutto...

VITA ASSOCIATIVA E NEWS DAL TERRITORIO

Trasporti abusivi nella raccolta del pomodoro: nella trasmissione #Autotrasporti di Radio 24 interviene Giuseppe Camillo per parlare dell’azione intrapresa da Assotir Foggia al fine di contrastare il fenomeno

peppinoAndrà in onda su #Autotrasporti, trasmissione di Radio 24 condotta dal giornalista Andrea Ferro, lunedì 16 luglio 2018 ,l’intervista a Giuseppe Camillo, Presidente Provinciale di Assotir Foggia, nella quale illustrerà le problematiche connesse al trasporto abusivo durante la raccolta del pomodoro, tema questo molto caro alla nostra Associazione che ha da tempo intrapreso una battaglia seria e decisa per contrastare il fenomeno.

Leggi tutto...

Avezzano, Assotir non si ferma e dopo Milano inaugura anche la nuova sede provinciale de L’Aquila

assotir laquilaDomenica scorsa, 8 luglio 2018, dopo il successo dell’inaugurazione della nuova sede provinciale di Milano, Assotir ha replicato ed ha aperto le porte della nuova sede provinciale de L’Aquila situata ad Avezzano.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente Nazionale, Anna Vita Manigrasso, il Segretario Generale, Claudio Donati, il Presidente provinciale de L’Aquila, Robertino Di Berardino e Angelo Pierleoni, il Presidente di Formabruzzo, l’Ente partner di Assotir per l’erogazione dei servizi rivolti alle imprese di autotrasporto locali.

Leggi tutto...

Call-Center Sistema Assotir

Puoi chiamarci tutti i giorni dalle 9,00 alle 13,00
e dalle 14,00 alle 18,00
al seguente numero: 06 7221815


Registrati al sito

Registrati! Potrai così accedere alle sezioni riservate del sito e ricevere la newsletter di Assotir.
Find us on Facebook
Follow Us